Promosso… Si spera – 1^A Don Milani

All posts tagged Promosso… Si spera – 1^A Don Milani

Popstar

Ciao a tutti, noi siamo le giornaliste più
ALLA MODA DELLA SCUOLA!
Oggi vi vogliamo parlare delle nostre popstar
Superpreferite :
RIHANNA & LADY GAGA !
Prima di tutto vi parleremo di Rihanna.
Beh… non sappiamo da dove iniziare!
Forse dal look con cui si presenta
nei suoi video musicali, tipo in
“Who’s That Chick”
con il suo trucco esplosivo e
il vestito sfavillante con quelle calze
di pelle color rosa pesca.
Poi c’è anche “Disturbia”
con quel vestito poi con le tarantole sopra!
Per non parlare delle sue scarpe da URLO!!
Anche l’altro vestito con le cinghie sullo stomaco!
Adesso vi parleremo di Lady Gaga.
Possiamo inziare dal video “Poker Face”,
con il suo vestito color argento e gli enormi cani,
e dei suoi vestiti stranissimi!!
Come il vestito fatto di carne cruda!!!
Lady Gaga in un intervista aveva un maglione
fatto di Carmit la Rana!!!
La cosa più strana sono i suoi video,
dove è sempre vestita in modo SUPERSTRANO!!
Signore e Signori!
Ladies and Gentlmen!

Adesso vi presentiamo…
! Jennifer Lopez !
Sinceramente la nostra canzone preferita di lei è
“I’m Into You”
E’ una canzone molto bella,
soprattutto il suo compagno!!
Anche i suoi vestiti non sono niente male,
le scarpe poi!!!
Ci piace molto anche il ritmo della canzone,
non molto veloce ma, soprattutto,
lo sfondo,
con un mare fantastico e la piramide Maya!!
Ma come canzone vi consigliamo anche
“Papi”.
Questo è tutto dalle vostre reporter,
A PRESTO!!!

Bianca, Alessia & Anna

read more
Popstar

Cronaca Firenze

Martedì 13 Dicembre, in piazza Dalmazia e al mercato di San Lorenzo,di Firenze, Gianluca Casseri ha commesso un omicidio volontario uccidendo, con una pistola, tre senegalesi,dopo ne ha feriti altri due ed è scappato in mezzo alla gente.Un edicolante ha cercato di fermarlo,ma Casseri gli ha puntato la pistola contro e l’edicolante per paura la lasciato fuggire. Nel parcheggio del mercato è stato circondato dalla polizia.Dopo due colpi Casseri ha capito di non avere speranze e allora si è tolto la vita.finisce così la ricerca al killer di Firenze.La gente dice <Firenze tutto ma non razzista>.L’amico va in televisione e dice che il giorno prima della catastrofe era andato a casa di Casseri e dice <era violento! ma non pensavo che potesse arrivare a tanto> e aggiunge <Chiedo scusa a tutti i senegalesi,avrò questo  rimorso per sempre >.
Un saluto da Tommaso e Lorenzo.

Omicidio a Firenze

Omicidio a Firenze

read more
Cronaca Firenze

LA NASCITA DELLA MUSICA

Uno spartito colorato

Uno spartito colorato

La musica  esiste da tempi molto antichi, sicuramente da prima ancora che ne rimanesse traccia storica. Non c’è stata civiltà che prima o poi non abbia sviluppato un proprio sistema musicale, o che non ne abbia adottato uno, seppure adattandolo alle sue necessità oppure ai suoi gusti.
La parola musica deriva dalla parola greca moysa, “musa”. L’idea occidentale di musica è quindi generalmente collegata alle muse, e in questo senso alludeva ad ogni scienza ed arte che risveglia l’idea di cosa perfetta, gradevole e ben ordinata.
Il problema della determinazione dell’epoca che ha visto nascere la musica è ovviamente connesso con la definizione  di musica che si sceglie di adottare. Mentre, infatti, per avere un sistema teorico di organizzazione dei suoni, collegato a precisi riferimenti estetici, dobbiamo attendere l’antica Grecia, per la prima comparsa di singoli ingredienti, come la produzione volontaria, anche tramite strumenti, di suoni da parte dell’uomo, dobbiamo risalire al paleolitico.
Alcune testimonianze in questo senso possono essere dedotte da numerosi ritrovamenti in osso e in pietra interpretati come strumenti musicali.
Si può presumere che le primissime forme di musica siano nate soprattutto dal ritmo: magari per imitare battendo le mani o i piedi il cuore che batte, il ritmo cadenzato dei piedi in corsa, o del galoppo. Per questi motivi, e per la relativa facilità di costruzione, è molto probabile che i primi strumenti musicali siano stati strumenti a percussione, e presumibilmente qualche variante di tamburo.

Eva N. & Chiara P.

read more
LA NASCITA DELLA MUSICA

Troppa violenza nei videogiochi

Sono sempre piu numerosi i ragazzi interessati al problema della violenza nei videogiochi ed alle possibili ricadute che essa potrebe avere sui giovani, fornendo cosi una vastissima serie di opinioni caratterizzate dalla più totale eterogernia:alcuni ritengono i giochi eletronici altamente danosi, altri, al contrario li considerano benefici per lo sviluppo cognitivo dei giovanialtri acora, infine preferiscono non esprimere un giudizio definitivo e generale proponendo di valutare di volta in volta la pericolosita dei singoli pezzi prodotti.
Al giorno d’ oggi ai ragazzi piace giocare ai videogiochi infatti ci sono molte console ( wii,playstation 3 xbox360 ecc )che vanno per la maggiore ci sono vari tipi giochi (avventura, azione,piattaforme, simulazioni ).
Assassin ‘s cread revolution è un gioco d’ azione ,ma un po violento e per questo è vietato ai minori di 16 anni .
Invece pes 2010,11,12 gioco di calcio è molto meno violento.

Andrea P. Lorenzo G.

read more
Troppa violenza nei videogiochi

PROMOSSO…O BOCCIATO????

Sono gli ultimi giorni di Aprile,tra poco sarà Maggio e mancherà ancora meno alla fine della scuola.Alcuni alunni sono tristi,altri invece contenti,alcuni hanno paura della consegna delle pagelle.Ma in fondo,tutti sono curiosi di leggerle.
Le domande che si pongono i ragazzi sono varie,ad esempio:”Quali saranno i voti?”oppure”Ma i miei genitori saranno contenti dei miei voti?”…
Ma la più grande rimane sempre:”Sarò promosso…o bocciato???????”
Eh già,cari amici lettori,saremo promossi o bocciati?
Come recitò Amleto:”Bocciato o promosso?Ecco il dilemma!”
Anche durante le ricreazioni si possono notare studenti preoccupati,che bisbigliano tra loro,e alunni con il sorriso stampato in faccia…
Comunque,per il resto va tutto bene e vi farò sapere come andranno le cose in futuro…

foto scuola Don Milani

foto scuola Don Milani

Matteo T.

Kushtrim H.

read more
PROMOSSO…O BOCCIATO????

Il Basket

 

La pallacanestro ha una storia che copre un arco temporale che va dal 1891 ai giorni nostri, per un totale di quasi 120 anni. È stata inventata dall’insegnante canadase James Naismith negli Stati Uniti e le sue regole sono state in seguito rimaneggiate e ampliate: la prima a farlo fu Senda Berson nel 1893, che adattò lo sport alle donne.

Alle Olimpiadi di Saint Louis i Buffalo Germans, una tra le squadre più antiche, vinse il torneo dimostrativo. Nel 1932 a Ginevra, è stata fondata la Federazione pallacanestro, che da allora ha organizzato la pratica di questo sport a livello internazionale. Appena Quattro anni dopo, il basket è diventato sport olimpico.

Le regole del gioco sono tantissime e governano ogni più piccolo aspetto della gara. Per la comprensione del gioco, almeno nei suoi aspetti sostanziali, è sufficiente capire alcuni punti essenziali:

1. Nel basket non ci possono essere contatti, non si possono cioè dare colpi-spinte, né con le mani, né con le braccia, né con le gambe o con il corpo. Perciò ogni urto tra i giocatori è sanzionato come “fallo personale”.Realizzare un canestro fa conquistare punti (1 per un tiro libero, 2 per un tiro dal campo, 3 per un tiro scoccato da oltre la linea dei tre punti).

1. Non si può camminare con la palla in mano.

1. Ogni azione si svolge in un limitato arco di tempo.

1. Il campo ha limiti disegnati entro i quali deve svolgersi il gioco.

Gli arbitri sono gli addetti a valutare le violazioni al regolamento: rilevano i “falli” (gli urti fra i giocatori) e le “infrazioni” (gli errori nel controllo del pallone, l’uscita dai limiti del campo, ecc.). Ad ogni violazione corrisponde una “sanzione”: la perdita del possesso di palla per le infrazioni (svariate e di diversa entità, in relazione alla gravità, per i falli commessi). Le regole sono in continua evoluzione, cosicché uno spettatore, lontano dai campi per qualche tempo, potrebbe rischiare oggi di non capire più il gioco È così ad esempio per la regola dei 24 secondi per concludere un’azione di gioco, fino a ieri 30.La palla è a spicchi di solito arancione ma anche di altri colori La squadra che ci piace di più sono il Lakers Los Angeles negli NBA .A noi ci piace il basket perchè è un gioco di squadra e perchè si tira il canestro.

Zakaria Sdaigui Hamit Topojani

 

read more
Il Basket

MAGIC

Le carte Magic sono carte collezionabili e anche da gioco e sono carte abbastanza complesse.
Le carte Magic comprendono creature,magie(istantaneo,stregonerie), mana(terre base)e artefatti.
Queste carte sono divise in 5 colori:rosso(montagna),nero(palude),blu(isola),verde(foresta)e biaco(pianura).

                                                         ORIGINE
I giochi di carte collezionabili sono stati sviluppati a partire dalle figurine, che negli Stati Uniti sono generalmente in cartoncino rigido non adesivo con immagini e testi stampati su entrambi i lati, piuttosto che essere un foglio plastificato adesivo come in Italia e abbinando ad esse un regolamento di gioco.
Il primo gioco di carte collezionabile fu Magic: l'Adunanza, ad ambientazione fantasy, progettato da Richard Garfield e pubblicato dalla Wizards of the Coast nel 1993. In Italia ebbe un certo successo nei primi anni novanta Mutant Chronicles.

                                                       SCHEMA DI GIOCO
Ogni GCC ha un insieme fondamentale di regole che descrivono gli obbiettivi dei giocatori, le categorie di carte usate nel gioco e le regole in base alle quali le carte interagiscono. Ogni carta avrà del testo aggiuntivo che spiega i suoi effetti specifici nel gioco. Inoltre generalmente presentano un disegno che rappresenta uno specifico elemento derivato dal genere o ambientazione a cui è ispirato il gioco. Per esempio Magic: l'Adunanza è basato sullo scontro tra due maghi in un'ambientazione fantasy e le carte rappresentano le creature ed incantesimi di questa ambientazione.
Praticamente tutti i GCC sono progettati intorno ad un singolo sistema di risorse che da il ritmo al gioco. Questo è in aggiunta al fatto che il numero stesso di carte è una risorsa. La forza relativa delle carte viene spesso bilanciata dal numero o tipo di risorse base che è necessario utilizzare per giocarla. Le risorse possono essere esse stesse delle carte specifiche o possono essere rappresentate da altri mezzi (per esempio segnalini che devono essere spesi, simboli sulle carte, ecc.)

Durante una partita i giocatori giocano tradizionalmente a turni ed eseguono azioni correlate al gioco. L'ordine ed il titolo di queste fasi variano tra i diversi sistemi di gioco ma queste sono tipiche:

    * Rinnova - rendere tutte le carte in gioco pronte per il nuovo turno.
    * Pescare una o più carte - necessarie per far circolare le carte nelle mani dei giocatori.
    * Giocare una o più carte - usare le carte in mano (e quelle piazzate in precedenza nell'area di gioco) per interagire con il gioco
    * Scartare le carte - nella maggior parte dei giochi c'è un limite alla dimensione della mano).

                                               DISTRIBUZIONE DELLE CARTE
Spesso le carte di gioco sono prodotte in gradi di scarsità diversi generalmente detti "comune", "poco comune" e "rara", ma alcuni giochi usano denominazioni alternative o aggiuntive per denotare i livelli di rarità. Inoltre delle carte speciali possono essere disponibili solo attraverso promozioni, eventi o raccolte premio.

La maggior parte dei giochi di carte collezionabili sono distribuiti in pacchi sigillati che contengono un sottoinsieme delle carte disponibili. Alcuni dei metodi più comuni di distribuzione sono:

    * Kit iniziale - Questo è un prodotto introduttivo che contiene carte a sufficienza per due giocatori ed include le istruzioni del gioco. A volte, per accelerare il processo di apprendimento, il contenuto del set è fissato e progettato intorno ad un tema, così che i nuovi giocatori possano iniziare a giocare immediatamente.
    * Mazzo da torneo o Mazzo iniziale - questo contiene carte a sufficienza (di solito 40 o più) per un singolo giocatore. Di solito contiene una selezione casuale di carte, ma con sufficienti elementi base da poter essere giocabile fin dall'inizio.
    * Mazzo a tema - La maggior parte dei GCC sono progettati con fazioni, temi o strategie avversarie. Un mazzo a tema è composto principalmente da carte che funzionano bene assieme e generalmente è non casuale.
    * Pacchi aggiuntivi - Questi contengono una selezione casuale da 8 a 15 carte, generalmente con una proporzioni di carte non comuni e rare maggiore di quella che si trova in un mazzo da torneo.
read more
MAGIC

IL RAZZISMO

Il razzismo non è una cosa grave  è una cosa gravissima.Ci siamo mai chiesti che cos’è il razzismo?allora il razzismo è una delle più gravi violazioni dei diritti umani.Il razzismo è il comportamento di chi divide la specie umana in presunte <<razze>> diverse,insistendo sulla superiorità di alcune nei confronti di altre,ritenute <<inferiori>>.Il pensiero razzista nasce dalla paura per ciò che è diverso,per ciò che non si conosce.In realtà le cosi dette <<razze>> non esistono è stato provato dagli scienziati che noi tutti deriviamo dal homo sapiens.Le persone che si sono ribellate al razzismo sono:Rosa Parks una donna afroamericana nata nel 1913 in Alabama,Martin Luther King che venne ucciso il nel 1968 a causa delle sue idee,Anna Frank nata il 1920 e morta 1945.

Entrata di Auschwitz

Entrata di Auschwitz

GLI EBREI,VITTIME PER SECOLI DI DISCRIMINAZIONE
Una forma particolare di razzismo è l’antisemitismo,parola che indica i comportamenti ostili agli ebrei,con considerati membri di una <<razza inferiore>>.
Verso la fine del 19esimo secolo in tutta  Europa l’ antisemitismo fu una delle componenti culturali dei gruppi di orientamento reazionario e nazionalista.Gli ebrei subirono terribili violenze,come i sanguinosi massacri detti <<progon>>,che si verificarono in Russia.L’antisemitismo è stato anche uno degli elementi fondanti del pensiero di Adolf Hitler (ispirato da Benito Mussolini)e dei nazisti ,che salirono al potere in Germania nel 1933.L’esito finale della persecuzione nazista furono i campi di concentramento e di sterminio,in cui in pochi anni morirono circa sei millionni di ebrei.Ancora oggi,dopo cinquant’anni  dalla promulgazione della DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’UOMO,in molte parti del mondo i diritti umani rimangono inapplicati.
Ecco  abbiamo scritto un piccolo articolo tratto dalla repubblica

Alcuni testimoni vedono che si allontana dalla piazza. Ma non per molto. Quando torna è armato di una Smith Wesson calibro 357 magnum. Arriva a bordo della sua Polo bianca, la lascia in doppia fila come uno che deve rimanere per poco tempo. Va verso il gruppetto dei tre senegalesi e fa fuoco: ne uccide due, il terzo è ferito. Lui scappa.
La gente urla, qualcuno lo fotografa con un telefonino, qualcun altro, un edicolante, prova a sbarrargli la strada. Senza successo. Lui estrae la pistola e gliela punta contro dicendo:  “Secondo me non ti conviene…”. Così scappa. Le vittime del killer si chiamavano Samb Modou, 40 anni,  Diop Mor, 54 anni, I feriti sono invece Sougou Mor (32 anni) colpito nel pomeriggio in piazza del Mercato centrale insieme al connazionale Mbenghe Cheike (42) e Moustapha Dieng (37). Potrebbe rimanere paralizzato: il proiettile ha raggiunto due vertebre dorsali.  Proprio Sougou Mor, per cercare di opporre un’estrema difesa ai colpi sparati da Casseri, ha usato le braccia per proteggersi dai quattro colpi di pistola 357 Magnum sparati a distanza ravvicinata: tre li ha parati così, con i proiettili che gli hanno spezzato le ossa; uno lo ha raggiunto al torace. Ora è gravissimo in ospedale: oltre alla ferita al torace i medici parlano di” poli fratture”.Questo è la perfetta prova che ci mostra a cosa può arrivare il razzismo.Gli scienziati in realtà hanno stabilito   che non esistono  le cosi dette ”razze” deriviamo tutti dalla specie HOMO.Siamo tutti uguali le differenze di colore della pelle, degli occhi…non esistono.
Jennifer e  Rania

read more
IL RAZZISMO

Il giorno della memoria

Il giorno della memoria è quando sono stati liberati gli Ebrei dai campi di sterminio e dai campi di concentramento. Nel campo di concentramento di Auschwitz, c’ era una ragazza di nome Anna Frank. Lei è nata nel 1920 a Francoforte in Germania ed è morta a febbraio-marzo nel campo di concentramento di Bergen-Belsen. Il 6 luglio 1942 Anna Frank e la sua famiglia si trasferiscono nel nascondiglio segreto dove passano, insieme a un’ altra famiglia, 2 anni. Lì Anna Frank incominciò a scrivere nel suo diario. Nell’ alloggio loro non si potevano sporgere dalla finestra non potevano fare rumore e non potevano uscire dall’ alloggio. Non si sa di preciso chi sia stato a fare la spia anche perchè a quel tempo c’ era una taglia per chi trovava gli Ebrei, ma si suppone che sia stato il fruttivendolo perchè la signora che gli dava da mangiare comprava troppa frutta e verdura.

E il diario?

campo di concentramento

campo di concentramento

Il diario dopo venne interotto quando i Tedeschi trovarono la famiglia Frank.

Quello che è successo nel giorno della memoria resterà nei nostri cuori per tutta la vita.

(Silvia & Sussette)

read more
Il giorno della memoria

PARIGI

Parigi è sempre stata una città che ci ha affascinato, da quando poi abbiamo cominciato a studiare il francese, ancora di più.

Mentre Anna l’ha già visitata, io ancora non ci sono andata e non vedo l’ora di conoscere da vicino quello che intanto mi accontento di vedere in TV oppure su Internet.

Per non parlare di Parigi di notte!!….Ci è capitato di vedere alcune foto ed effettivamente la città “lumiere” come viene chiamata, è qualcosa di eccezionale!!

Ci affascinano anche tutti i parchi che ci sono, di grandi dimensioni e con grandissimi alberi.

… che altro dire? In attesa di partire vi invitiamo a fare un giro con noi fra i monumenti che abbiamo scelto per voi…. BUON VIAGGIO!!!!

 

 

Alessia & Anna

PARIS

Parigi è la capitale della Francia.

Nel 2009 e 2010, Parigi è stata classificata tra le tre città più importanti al mondo.

Parigi, con oltre 45 milioni di turisti all’anno è la città ed il luogo più visitato al mondo ; essa , con 2.203.817 abitanti, è ben più ampia del suo territorio comunale.

L’area metropolitana, detta anche “Grande Parigi” , conta una popolazione di circa 12 milioni di persone.

 

POSTI DA VISITARE

 

 

 

ARC DE TRIONPHE

È un importante monumento di Parigi.

Si trova all’inizio del famoso viale degli Champs-ElysParigi è sempre stata una città che ci ha affascinato, da quando poi abbiamo cominciato a studiare il francese, ancora di più.

Mentre Anna l’ha già visitata, io ancora non ci sono andata e non vedo l’ora di conoscere da vicino quello che intanto mi accontento di vedere in TV oppure su Internet.

Per non parlare di Parigi di notte!!….Ci è capitato di vedere alcune foto ed effettivamente la città “lumiere” come viene chiamata, è qualcosa di eccezionale!!

Ci affascinano anche tutti i parchi che ci sono, di grandi dimensioni e con grandissimi alberi.

… che altro dire? In attesa di partire vi invitiamo a fare un giro con noi fra i monumenti che abbiamo scelto per voi…. BUON VIAGGIO!!!!

 

 

Alessia & Annaées,

al cento della piazza.

 

 

 

NOTRE DAME

È la cattedrale cattolica dell’ arcidiocesi di Parigi.

Notre Dame è proprietà dello stato francese, come tutte

le altre cattedrali fatte costruire dal Regno di Francia,

ma il suo utilizzo è assegnato alla chiesa cattolica.

 

 

 

PALAIS ROYAL

è un’ edificio storico di Parigi, situato nel 1er arrondissement

della città di fronte all’ala nord del Louvre.

 

 

PARIS

Parigi è la capitale della Francia.

Nel 2009 e 2010, Parigi è stata classificata tra le tre città più importanti al mondo.

Parigi, con oltre 45 milioni di turisti all’anno è la città ed il luogo più visitato al mondo ; essa , con 2.203.817 abitanti, è ben più ampia del suo territorio comunale.

L’area metropolitana, detta anche “Grande Parigi” , conta una popolazione di circa 12 milioni di persone.

 

POSTI DA VISITARE

 

 

 

ARC DE TRIONPHE

È un importante monumento di Parigi.

Si trova all’inizio del famoso viale degli Champs-ElysParigi è sempre stata una città che ci ha affascinato, da quando poi abbiamo cominciato a studiare il francese, ancora di più.

Mentre Anna l’ha già visitata, io ancora non ci sono andata e non vedo l’ora di conoscere da vicino quello che intanto mi accontento di vedere in TV oppure su Internet.

Per non parlare di Parigi di notte!!….Ci è capitato di vedere alcune foto ed effettivamente la città “lumiere” come viene chiamata, è qualcosa di eccezionale!!

Ci affascinano anche tutti i parchi che ci sono, di grandi dimensioni e con grandissimi alberi.

… che altro dire? In attesa di partire vi invitiamo a fare un giro con noi fra i monumenti che abbiamo scelto per voi…. BUON VIAGGIO!!!!

 

 

Alessia & Annaées,

al cento della piazza.

 

 

 

NOTRE DAME

È la cattedrale cattolica dell’ arcidiocesi di Parigi.

Notre Dame è proprietà dello stato francese, come tutte

le altre cattedrali fatte costruire dal Regno di Francia,

ma il suo utilizzo è assegnato alla chiesa cattolica.

 

 

 

PALAIS ROYAL

è un’ edificio storico di Parigi, situato nel 1er arrondissement

della città di fronte all’ala nord del Louvre.

 

 

 

TOUR EIFFEL

E’ il monumento più famoso di Parigi; alta 324 mt con una

base lunga 124,90 mt ed è conosciuta in tutto il mondo come

simbolo della città stessa ed della Francia.PARIS

Parigi è la capitale della Francia.

Nel 2009 e 2010, Parigi è stata classificata tra le tre città più importanti al mondo.

Parigi, con oltre 45 milioni di turisti all’anno è la città ed il luogo più visitato al mondo ; essa , con 2.203.817 abitanti, è ben più ampia del suo territorio comunale.

L’area metropolitana, detta anche “Grande Parigi” , conta una popolazione di circa 12 milioni di persone.

 

POSTI DA VISITARE

 

 

 

ARC DE TRIONPHE

È un importante monumento di Parigi.

Si trova all’inizio del famoso viale degli Champs-ElysParigi è sempre stata una città che ci ha affascinato, da quando poi abbiamo cominciato a studiare il francese, ancora di più.

Mentre Anna l’ha già visitata, io ancora non ci sono andata e non vedo l’ora di conoscere da vicino quello che intanto mi accontento di vedere in TV oppure su Internet.

Per non parlare di Parigi di notte!!….Ci è capitato di vedere alcune foto ed effettivamente la città “lumiere” come viene chiamata, è qualcosa di eccezionale!!

Ci affascinano anche tutti i parchi che ci sono, di grandi dimensioni e con grandissimi alberi.

… che altro dire? In attesa di partire vi invitiamo a fare un giro con noi fra i monumenti che abbiamo scelto per voi…. BUON VIAGGIO!!!!

 

 

Alessia & Annaées,

al cento della piazza.

 

 

 

NOTRE DAME

È la cattedrale cattolica dell’ arcidiocesi di Parigi.

Notre Dame è proprietà dello stato francese, come tutte

le altre cattedrali fatte costruire dal Regno di Francia,

ma il suo utilizzo è assegnato alla chiesa cattolica.

 

 

 

PALAIS ROYAL

è un’ edificio storico di Parigi, situato nel 1er arrondissement

della città di fronte all’ala nord del Louvre.

 

 

 

Fu chiamata così dal nome del suo progettista (Gustave Eiffel).

E’ visitata mediamente ogni anno da oltre 5 milioni e mezzo di turisti.

 

 

 

 

MUSEE DU LOUVRE

E’ uno dei più celebri musei del mondo, si trova sulla rive droite tra

La Senna e Rue di Rivoli.

Il Palazzo che ospita il Museo fu originariamente costruito durante la

Dinastia dei Capetingi sotto il Regno di Filippo II.

 

PANTHEON

Costruito per volere di Luigi XV a fine ‘700, è un monumento situato

nella capitale francese nel cuore del Quartiere Latino in cima alla

“Montagne Sainte-Genevieve”.Fu dapprima una semplice chiesa,

ma nel corso del tipo si trasformò in una sorta di mausoleo dei resti

terreni dei personaggi che hanno segnato la storia francese.

read more
PARIGI