Cultura e Società

Popstar

Ciao a tutti, noi siamo le giornaliste più
ALLA MODA DELLA SCUOLA!
Oggi vi vogliamo parlare delle nostre popstar
Superpreferite :
RIHANNA & LADY GAGA !
Prima di tutto vi parleremo di Rihanna.
Beh… non sappiamo da dove iniziare!
Forse dal look con cui si presenta
nei suoi video musicali, tipo in
“Who’s That Chick”
con il suo trucco esplosivo e
il vestito sfavillante con quelle calze
di pelle color rosa pesca.
Poi c’è anche “Disturbia”
con quel vestito poi con le tarantole sopra!
Per non parlare delle sue scarpe da URLO!!
Anche l’altro vestito con le cinghie sullo stomaco!
Adesso vi parleremo di Lady Gaga.
Possiamo inziare dal video “Poker Face”,
con il suo vestito color argento e gli enormi cani,
e dei suoi vestiti stranissimi!!
Come il vestito fatto di carne cruda!!!
Lady Gaga in un intervista aveva un maglione
fatto di Carmit la Rana!!!
La cosa più strana sono i suoi video,
dove è sempre vestita in modo SUPERSTRANO!!
Signore e Signori!
Ladies and Gentlmen!

Adesso vi presentiamo…
! Jennifer Lopez !
Sinceramente la nostra canzone preferita di lei è
“I’m Into You”
E’ una canzone molto bella,
soprattutto il suo compagno!!
Anche i suoi vestiti non sono niente male,
le scarpe poi!!!
Ci piace molto anche il ritmo della canzone,
non molto veloce ma, soprattutto,
lo sfondo,
con un mare fantastico e la piramide Maya!!
Ma come canzone vi consigliamo anche
“Papi”.
Questo è tutto dalle vostre reporter,
A PRESTO!!!

Bianca, Alessia & Anna

read more
Popstar

Cronaca Firenze

Martedì 13 Dicembre, in piazza Dalmazia e al mercato di San Lorenzo,di Firenze, Gianluca Casseri ha commesso un omicidio volontario uccidendo, con una pistola, tre senegalesi,dopo ne ha feriti altri due ed è scappato in mezzo alla gente.Un edicolante ha cercato di fermarlo,ma Casseri gli ha puntato la pistola contro e l’edicolante per paura la lasciato fuggire. Nel parcheggio del mercato è stato circondato dalla polizia.Dopo due colpi Casseri ha capito di non avere speranze e allora si è tolto la vita.finisce così la ricerca al killer di Firenze.La gente dice <Firenze tutto ma non razzista>.L’amico va in televisione e dice che il giorno prima della catastrofe era andato a casa di Casseri e dice <era violento! ma non pensavo che potesse arrivare a tanto> e aggiunge <Chiedo scusa a tutti i senegalesi,avrò questo  rimorso per sempre >.
Un saluto da Tommaso e Lorenzo.

Omicidio a Firenze

Omicidio a Firenze

read more
Cronaca Firenze

MAGIC

Le carte Magic sono carte collezionabili e anche da gioco e sono carte abbastanza complesse.
Le carte Magic comprendono creature,magie(istantaneo,stregonerie), mana(terre base)e artefatti.
Queste carte sono divise in 5 colori:rosso(montagna),nero(palude),blu(isola),verde(foresta)e biaco(pianura).

                                                         ORIGINE
I giochi di carte collezionabili sono stati sviluppati a partire dalle figurine, che negli Stati Uniti sono generalmente in cartoncino rigido non adesivo con immagini e testi stampati su entrambi i lati, piuttosto che essere un foglio plastificato adesivo come in Italia e abbinando ad esse un regolamento di gioco.
Il primo gioco di carte collezionabile fu Magic: l'Adunanza, ad ambientazione fantasy, progettato da Richard Garfield e pubblicato dalla Wizards of the Coast nel 1993. In Italia ebbe un certo successo nei primi anni novanta Mutant Chronicles.

                                                       SCHEMA DI GIOCO
Ogni GCC ha un insieme fondamentale di regole che descrivono gli obbiettivi dei giocatori, le categorie di carte usate nel gioco e le regole in base alle quali le carte interagiscono. Ogni carta avrà del testo aggiuntivo che spiega i suoi effetti specifici nel gioco. Inoltre generalmente presentano un disegno che rappresenta uno specifico elemento derivato dal genere o ambientazione a cui è ispirato il gioco. Per esempio Magic: l'Adunanza è basato sullo scontro tra due maghi in un'ambientazione fantasy e le carte rappresentano le creature ed incantesimi di questa ambientazione.
Praticamente tutti i GCC sono progettati intorno ad un singolo sistema di risorse che da il ritmo al gioco. Questo è in aggiunta al fatto che il numero stesso di carte è una risorsa. La forza relativa delle carte viene spesso bilanciata dal numero o tipo di risorse base che è necessario utilizzare per giocarla. Le risorse possono essere esse stesse delle carte specifiche o possono essere rappresentate da altri mezzi (per esempio segnalini che devono essere spesi, simboli sulle carte, ecc.)

Durante una partita i giocatori giocano tradizionalmente a turni ed eseguono azioni correlate al gioco. L'ordine ed il titolo di queste fasi variano tra i diversi sistemi di gioco ma queste sono tipiche:

    * Rinnova - rendere tutte le carte in gioco pronte per il nuovo turno.
    * Pescare una o più carte - necessarie per far circolare le carte nelle mani dei giocatori.
    * Giocare una o più carte - usare le carte in mano (e quelle piazzate in precedenza nell'area di gioco) per interagire con il gioco
    * Scartare le carte - nella maggior parte dei giochi c'è un limite alla dimensione della mano).

                                               DISTRIBUZIONE DELLE CARTE
Spesso le carte di gioco sono prodotte in gradi di scarsità diversi generalmente detti "comune", "poco comune" e "rara", ma alcuni giochi usano denominazioni alternative o aggiuntive per denotare i livelli di rarità. Inoltre delle carte speciali possono essere disponibili solo attraverso promozioni, eventi o raccolte premio.

La maggior parte dei giochi di carte collezionabili sono distribuiti in pacchi sigillati che contengono un sottoinsieme delle carte disponibili. Alcuni dei metodi più comuni di distribuzione sono:

    * Kit iniziale - Questo è un prodotto introduttivo che contiene carte a sufficienza per due giocatori ed include le istruzioni del gioco. A volte, per accelerare il processo di apprendimento, il contenuto del set è fissato e progettato intorno ad un tema, così che i nuovi giocatori possano iniziare a giocare immediatamente.
    * Mazzo da torneo o Mazzo iniziale - questo contiene carte a sufficienza (di solito 40 o più) per un singolo giocatore. Di solito contiene una selezione casuale di carte, ma con sufficienti elementi base da poter essere giocabile fin dall'inizio.
    * Mazzo a tema - La maggior parte dei GCC sono progettati con fazioni, temi o strategie avversarie. Un mazzo a tema è composto principalmente da carte che funzionano bene assieme e generalmente è non casuale.
    * Pacchi aggiuntivi - Questi contengono una selezione casuale da 8 a 15 carte, generalmente con una proporzioni di carte non comuni e rare maggiore di quella che si trova in un mazzo da torneo.
read more
MAGIC

IL RAZZISMO

Il razzismo non è una cosa grave  è una cosa gravissima.Ci siamo mai chiesti che cos’è il razzismo?allora il razzismo è una delle più gravi violazioni dei diritti umani.Il razzismo è il comportamento di chi divide la specie umana in presunte <<razze>> diverse,insistendo sulla superiorità di alcune nei confronti di altre,ritenute <<inferiori>>.Il pensiero razzista nasce dalla paura per ciò che è diverso,per ciò che non si conosce.In realtà le cosi dette <<razze>> non esistono è stato provato dagli scienziati che noi tutti deriviamo dal homo sapiens.Le persone che si sono ribellate al razzismo sono:Rosa Parks una donna afroamericana nata nel 1913 in Alabama,Martin Luther King che venne ucciso il nel 1968 a causa delle sue idee,Anna Frank nata il 1920 e morta 1945.

Entrata di Auschwitz

Entrata di Auschwitz

GLI EBREI,VITTIME PER SECOLI DI DISCRIMINAZIONE
Una forma particolare di razzismo è l’antisemitismo,parola che indica i comportamenti ostili agli ebrei,con considerati membri di una <<razza inferiore>>.
Verso la fine del 19esimo secolo in tutta  Europa l’ antisemitismo fu una delle componenti culturali dei gruppi di orientamento reazionario e nazionalista.Gli ebrei subirono terribili violenze,come i sanguinosi massacri detti <<progon>>,che si verificarono in Russia.L’antisemitismo è stato anche uno degli elementi fondanti del pensiero di Adolf Hitler (ispirato da Benito Mussolini)e dei nazisti ,che salirono al potere in Germania nel 1933.L’esito finale della persecuzione nazista furono i campi di concentramento e di sterminio,in cui in pochi anni morirono circa sei millionni di ebrei.Ancora oggi,dopo cinquant’anni  dalla promulgazione della DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’UOMO,in molte parti del mondo i diritti umani rimangono inapplicati.
Ecco  abbiamo scritto un piccolo articolo tratto dalla repubblica

Alcuni testimoni vedono che si allontana dalla piazza. Ma non per molto. Quando torna è armato di una Smith Wesson calibro 357 magnum. Arriva a bordo della sua Polo bianca, la lascia in doppia fila come uno che deve rimanere per poco tempo. Va verso il gruppetto dei tre senegalesi e fa fuoco: ne uccide due, il terzo è ferito. Lui scappa.
La gente urla, qualcuno lo fotografa con un telefonino, qualcun altro, un edicolante, prova a sbarrargli la strada. Senza successo. Lui estrae la pistola e gliela punta contro dicendo:  “Secondo me non ti conviene…”. Così scappa. Le vittime del killer si chiamavano Samb Modou, 40 anni,  Diop Mor, 54 anni, I feriti sono invece Sougou Mor (32 anni) colpito nel pomeriggio in piazza del Mercato centrale insieme al connazionale Mbenghe Cheike (42) e Moustapha Dieng (37). Potrebbe rimanere paralizzato: il proiettile ha raggiunto due vertebre dorsali.  Proprio Sougou Mor, per cercare di opporre un’estrema difesa ai colpi sparati da Casseri, ha usato le braccia per proteggersi dai quattro colpi di pistola 357 Magnum sparati a distanza ravvicinata: tre li ha parati così, con i proiettili che gli hanno spezzato le ossa; uno lo ha raggiunto al torace. Ora è gravissimo in ospedale: oltre alla ferita al torace i medici parlano di” poli fratture”.Questo è la perfetta prova che ci mostra a cosa può arrivare il razzismo.Gli scienziati in realtà hanno stabilito   che non esistono  le cosi dette ”razze” deriviamo tutti dalla specie HOMO.Siamo tutti uguali le differenze di colore della pelle, degli occhi…non esistono.
Jennifer e  Rania

read more
IL RAZZISMO

Il giorno della memoria

Il giorno della memoria è quando sono stati liberati gli Ebrei dai campi di sterminio e dai campi di concentramento. Nel campo di concentramento di Auschwitz, c’ era una ragazza di nome Anna Frank. Lei è nata nel 1920 a Francoforte in Germania ed è morta a febbraio-marzo nel campo di concentramento di Bergen-Belsen. Il 6 luglio 1942 Anna Frank e la sua famiglia si trasferiscono nel nascondiglio segreto dove passano, insieme a un’ altra famiglia, 2 anni. Lì Anna Frank incominciò a scrivere nel suo diario. Nell’ alloggio loro non si potevano sporgere dalla finestra non potevano fare rumore e non potevano uscire dall’ alloggio. Non si sa di preciso chi sia stato a fare la spia anche perchè a quel tempo c’ era una taglia per chi trovava gli Ebrei, ma si suppone che sia stato il fruttivendolo perchè la signora che gli dava da mangiare comprava troppa frutta e verdura.

E il diario?

campo di concentramento

campo di concentramento

Il diario dopo venne interotto quando i Tedeschi trovarono la famiglia Frank.

Quello che è successo nel giorno della memoria resterà nei nostri cuori per tutta la vita.

(Silvia & Sussette)

read more
Il giorno della memoria

VIGILI A SCUOLA !!!!!!!

Giovedi, 9 febbraio 2012, sono venuti i vigili di Vigilandia a scuola. Ci hanno spiegato le regole della strada in bicicletta per farcele rispettare. Hanno portato dei cartelli stradali e per ognuno ci hanno spiegato il loro significato.

Disegno della nostra classe durante l'incontro

Disegno della nostra classe durante l'incontro

Ci sono diverse regole, per esempio mettere la feccia con la mano quando giri e mantenere la distanza di sicurezza. Hanno chiamato anche una bambina alla lavagna sulla quale doveva disegnare una strada. Non scorderemo queste regole perché ci serviranno per quando andremo a Vigilandia. Dove saremo tutti in bici a mettere in pratica quello che ci hanno spiegato le due vigilesse.

CARLOTTA. L, EDOARDO. B, MATTEO. B, JEMMA. R.T, ANDREA. M.

read more
VIGILI A SCUOLA !!!!!!!

Una lezione sul bullismo

Il 15  novembre 2011 è venuto a scuola uno psicologo del Telefono Azzurro di nome Giovanni a darci delle informazioni sul bullismo.
Il bullismo è una forma di prepotenza usata da ragazzi e ragazze che si sentono superiori alle loro vittime.
Per essere bullismo deve avere tre particolarità: deve essere intenzionale, frequente e asimmetrico cioè il bullo
si sente “maggiore” della vittima.

Detto questo lo psicologo ha detto che ci sono tre tipi di bullismo:
-Bullismo diretto che può essere fisico o verbale.
Il bullismo fisico diretto consiste nel picchiarsi, dare calci e pugni, spingere, dare pizzicotti, graffiare, mordere,
tirare i capelli e appropriarsi degli oggetti degli altri o rovinarli.
Il bullismo diretto verbale consiste nel minacciare, insultare, offendere, prendere in giro,
esprimere pensieri razzisti, estorgere denaro e beni materiali.
-Bullismo indiretto ciè escludere e non considerare; questo è più frequente nelle ragazze.
-Cyberbullismo cioè fare uso della tecnologia nel bullismo.

Consigli

Giovanni ha detto che se nel caso conoscessimo dei bulli o delle vittime dobbiamo dargli questi consigli:
per il bullo si consiglia di parlarne con qualcuno che lo può aiutare e di provare a mettersi nei
panni della vittima. Per la vittima si consiglia di segnalare il fatto ad un adulto che lo può aiutare,
non isolarsi e cercare di convincere il bullo a non dargli fastidio. Entrambe le lezioni sono state carine
ma soprattutto utili.

Un disegno sul bullismo a scuola

Un disegno sul bullismo a scuola

Ricciarda, Carlotta, Sara.

read more
Una lezione sul bullismo

Il bullismo

Martedì 15 novembre è venuto uno psicologo dell’ associazione “Telefono Azzurro” di nome Giovanni.
Con lui abbiamo fatto un interessante percorso sul BULLISMO che spiega diverse cose, ad esempio…

Ci sono emozioni positive, intermedie e negative:

: )                           : [                        : (
gioia                            orgoglio                    tristezza
allegria                         imbarazzo                   noia
stupore                          vergogna                   rabbia
entusiasmo                                                   malinconia

Per essere un vero bullismo deve avere almeno tre caratteristiche:

intenzionalità= uno vuole fare del male ad un altro
frequenza= è frequente e ogni giorno si danno a botte
asimmetrico= il bullo si sente superiore della vittima anche se non lo è

Ci sono tre tipi di bullismo:
DIRETTO che prevede botte e prese in giro
INDIRETTO che per fortuna non prevede botte ma purtroppo prevede l’esclusione ed è più frequente tra femmine
CYBERBULLISMO il bullo prende in giro con tutte le nuove tecnologie:telefonini,foto,computer,ecc…

A noi è piaciuto molto questa esperienza e non la dimenticheremo mai!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Un disegno sui tipi di bullismo

Un disegno sui tipi di bullismo

 

read more
Il bullismo