Cronaca Scolastica

I nostri professori – La resa dei conti

I nostri professori
Quando eravamo alle elementari immaginavamo che i professori delle scuole medie fossero molto cattivi, severi, pronti a punire per un minimo movimento o a bocciare alla prima insufficienza.
Arrivati alle medie la prof.ssa che ci ha accolti era quella di musica, noi pensavamo che era una prof. Cattiva, invece si è rivelata la più buona, poi abbiamo incontrato il professore di lettere che è il più simpatico, perché fa sempre le battute. La prof.ssa d’inglese è un po’ più severa ma quando rispondi bene allo domande ti applaude! La professoressa di epica è la più severa di tutte perché ci tiene al nostro rispetto verso gli altri e la prof. di spagnolo si veste sempre alla moda.
Anche gli altri professori di Arte, Tecnica, matematica sono a volte severi, altre volte simpatici e scherzosi. Insomma abbiamo scoperto che anche i prof. sono “umani” chiedono rispetto e serietà ma ridono e scherzano quando è possibile.
Adesso non abbiamo più paura delle medie!!!! I nostri professori sono molto simpatici…
A cura di Elisa e Sofia

La resa dei conti
L’estate è alle porte e la scuola sta per finire! tutti gli studenti si stanno impegnando per passare l’anno e avere buoni voti in pagella. Ora si studia sul serio e non si scherza perché o si passa o si boccia. Gli insegnanti cominciano a farci fare più verifiche e interrogazioni a più non posso. Le pagine dei libri arrivano alla fine, le pagine rimaste bianche del diario si accorciano per i troppi compiti dati.
Le ultime tre settimane di scuola sono le più impegnative, noiose, emozionanti, stancanti e incredibilmente terribili per la tensione dei voti in pagella.
Tutti, compresi gli insegnanti non vedono l’ora di andare in vacanza per rivede il mare, riposarsi sotto l’ombra dell’ombrellone sulla spiaggia e soffrire il solito caldo estivo.
Quindi, a volte si riesce a calmare la stanchezza della scuola, con il desiderio di andare in vacanza che è ormai vicina.
È incredibile per noi di prima media scoprire che non è stata la terribile tortura che credevamo, ma che invece questo primo anno è passato velocemente. Certo non senza difficoltà! Ci siamo accorti dello balzo in avanti che abbiamo fatto dalla scuola elementare a ora, e ci rendiamo conto che siamo cresciuti tanto!!!
La maggior parte degli studenti ( o meglio tutti!) non vedono l’ora di lasciarsi andare in vacanza e fare quello che si vuole, ma anche che tutti siano curiosi di sapere cosa ci aspetterà nel prossimo anno, soprattutto noi di prima,che vorremmo scoprire se ci saranno ancora sorprese,belle o brutte che siano.
La parte più emozionante in assoluto, oltre all’ultimo giorno di scuola, il giorno della consegna delle pagelle!
Quello è il momento cruciale: o passi e ti godi le vacanze o bocci e ti penti di non aver studiato e aver preso tutte insufficienze.
In poche parole: la fine dell’anno è sia bella sia brutta!!!!!!!!!!!!!!

MOTIVI BELLI:
– si va in vacanza
– se si passa è una soddisfazione
– siamo curiosi di scoprire cosa ci aspetterà nell’anno seguente
– si studia di meno e ci sono pochi compiti da fare
– non ci si deve alzare presto la mattina
MOTIVI BRUTTI:
– se si boccia non ci si gode le vacanze
– non si rivedono i compagni per un po’ di tempo

A cura di Erica e Matilde

read more
I nostri professori – La resa dei conti

Pino Rea

Pino Rea, 65 anni, coordinatore di Lsdi (Libertà di stampa, diritto all’ informazione). Cronista per l’Ansa e per vari quotidiani, fra cui Il Nuovo, la Repubblica, Paese Sera, Il Tirreno, Il Giorno. Ex Presidente dell’ Associazione stampa toscana e Consigliere nazionale della Fnsi.

Il 18 aprile Pino Rea è venuto da noi per spiegarci le cose fondamentali per comporre una notizia: il perché è molto famosa, come si compone
e etc. Dopo le sue spiegazioni ci ha consegnato delle schede in cui si vedeva com’era composta una notizia. Poi, visto che avevamo già capito la funzione della notizia, ci ha consegnato dei fogli staccati in cui dovevamo comporre noi lo scoop. Avevamo fatto un bel lavoro.
Per noi è stata una persona molto brava e che ci siamo divertiti tanto.
È anche una persona molto brava nel suo lavoro.

A cura di Emanuele, Sebastian e Riccardo.

read more
Pino Rea

Finanza a scuola!

 Lunedì, 26 Marzo sono venute delle persone della guardia di Finanza a spiegarci il loro lavoro e a mostrarci l’unità “cinofila” (cani anti-droga). All’inizio, in classe, ci hanno mostrato delle slides (diapositive).

Dopo, è suonata la ricreazione. Una volta finita, ci hanno mostrato il cane anti-droga in azione (a tutta la scuola).Il cane era un Labrador ed è piaciuto a tutti !!!

 

Di Daniele Recchia con la collaborazione di Niccolò Nannucci della classe 5°.

read more
Finanza a scuola!

PROMOSSO…O BOCCIATO????

Sono gli ultimi giorni di Aprile,tra poco sarà Maggio e mancherà ancora meno alla fine della scuola.Alcuni alunni sono tristi,altri invece contenti,alcuni hanno paura della consegna delle pagelle.Ma in fondo,tutti sono curiosi di leggerle.
Le domande che si pongono i ragazzi sono varie,ad esempio:”Quali saranno i voti?”oppure”Ma i miei genitori saranno contenti dei miei voti?”…
Ma la più grande rimane sempre:”Sarò promosso…o bocciato???????”
Eh già,cari amici lettori,saremo promossi o bocciati?
Come recitò Amleto:”Bocciato o promosso?Ecco il dilemma!”
Anche durante le ricreazioni si possono notare studenti preoccupati,che bisbigliano tra loro,e alunni con il sorriso stampato in faccia…
Comunque,per il resto va tutto bene e vi farò sapere come andranno le cose in futuro…

foto scuola Don Milani

foto scuola Don Milani

Matteo T.

Kushtrim H.

read more
PROMOSSO…O BOCCIATO????

Vigilandia

Evviva !!!!! il 18 aprile, io e la mia classe , siamo andati a VIGILANDIA .

Quando siamo arrivati ci hanno fatto fare un ripasso di regole stradali .  Poi siamo partiti per il percorso di VIGILANDIA da fare con le biciclette !!!!!!!!!!!!  Ci avevano dato l’ incarico di  prendere delle letterine dentro i vasi . . Insomma dovevamo raccogliere 10 letterine  che formavano la parola VIGILANDIA  !!!!!!!!!  Io ho raccolto 8 letterine  sono un po’ poche , ma l’importante è divertirsi!!!!

Bianca

Una rotonda del percorso

Una rotonda del percorso

IL GIORNO 18 APRILE 2012 SIAMO ANDATI A VIGILANDIA.

QUANDO SIAMO ARRIVATI ABBIAMO POSATO GLI ZAINI SU UN TAVOLO E CI SIAMO MESSI A SEDERE , CI HANNO FATTO RIPASSAREUN PO I SEGNALI E POI SIAMO IN PISTA .

PRIMACI HANNO FATTO FARE META’ PERCORSO  A PIEDI E CI HANNO SPIEGATO COME FARE. DOPO ABBIAMO PRESO  LE BICI E ABBIAMO COMINCIATO.

BISOGNAVA PRENDERE PIU’ LETTERE PSSIBILI PER FORMARELA  PAROLA VIGILANDIASENZA FARE INFRAZIONI PERCHEE’ IN MEZZO ALLA PISTA C’ERANO ALCUNI VIGILI STRADALI CHE SEGNAVANO LE TUE INFRAZIONI.

IL VIGILE CI HA RICHIAMATO  CON IL FISCHIETTO PER DARCI I RISULTATI E CHI AVEVA FATTO 0 INFRAZIONI GLI DAVANO UNA LUCINA E INSIEME ATUTTI IL SEGNALIBRO E  ILPATENTINO.

 

TANTI SALUTI DALLA 4 B!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

GAIA E GIULIA T

Una strda del percorso

Una strda del percorso


Che imbranati!

Il giorno che siamo andati a vigilandia c’ era una classe che era così imbranata che facevano ridere anche  chi è un     musone.

Il nostro momento era arrivato e abbiamo  fatto molto meglio di  loro.

Io ho vinto una lucina perché ho fatto zero errori.

Filippo

 

Esercitazione

Esercitazione

 

 

Mercoledì 18 Aprile ci siamo recati a Vigilandia.

Il nostro mezzo di trasporto era un pullman.

Arrivati ci ha accolto un poliziotto di nome Sergio e abbiamo fatto un piccolo ripasso dei cartelli.

Ci hanno insegnato la distanza di sicurezza,ci siamo messi i caschi e siamo andati a prendere le bici.

Io sono stato insieme ad Alessio e insieme abbiamo preso cinque o sei lettere.

Invece dopo ho seguito l’Elena ela Giuliama comunque ho preso 9 lettere quindi Vigilanda cioè che mi mancava una i viola.

Io ho fatto 2infrazioni con un punteggio di 80 punti e ci hanno regalato il patentino .

Tornati a scuola ci hanno dato un segnalibro con le regole per i pedoni

Samuele

Il poliziotto spiega le regole stradali

Il poliziotto spiega le regole stradali

 

Il giorno 18 aprile , la classe 4° b , è andata con il pulmino a “ VIGILANDIA”ed eravamo tutti un po’  impauriti . Quando siamo arrivati abbiamo visto un bel parco verde ed un vigile ci ha fatto sistemare in un capannone dove ci ha rispiegato i cartelli stradali e ci ha dato una pettorina con un numero , una cuffietta e un casco.

Abbiamo aspettato che la  classe prima di noi finisse il percorso , e poi abbiamo preso le bici. Il vigile ci ha fatto fare delle tappe lungo il percorso poi ha fischiato per farci iniziare… poi ,dopo un po’, si è deciso  a  rifischiare per farci smettere.

Alla fine ci hanno dato le patenti dove su scritto il numero delle infrazioni fatte; chi ne aveva fatte 0, riceveva una lucina! ci siamo divertiti tantissimo; abbiamo avuto anche fortuna perché quando si stava andando via si è rannuvolato e quando eravamo sul pulmino è iniziato a piovere !!

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Paola ,Sara M. e Giulia B.

 

Bimbi in bici

Bimbi in bici

 

 

 

read more
Vigilandia

Il mitico sindaco della 4 B

Nella nostra classe si svolge l’ attività del sindaco.

Ogni mese si cambia sindaco, il mese prima si scelgano i due candidati per diventare sindaci.

La prima cosa  che un candidato deve fare è presentare il proprio programma dove ci deve essere scritto il motto e disegnato il simbolo e viene letto alla classe.

Poi il popolo cioè la classe l’ultimo giorno del mese sceglie il programma che gli è piaciuto di più, si fanno le elezioni. La maestra scannerizza su dei fogli il motto e il simbolo con il nome dei candidati.

Quando la maestra tira fuori i bigliettini delle elezioni si conta quanti voti sono per un candidato, e da li il bambino che ha più voti diventa sindaco e sceglie:

il vice sindaco, l’ assessore alla cultura, l’ assessore allo sport, l’ assessore all’ ambiente, l’ assessore alle piantine e il postino.

IL sindaco nel mese fa tanti giochi o lascia la classe libera durante la ricreazione.

 

TANTI SALUTI DALLA 4B!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

GAIA E GIULIA T.

read more
Il mitico sindaco della 4 B

Redazione web :il giornalista Pino Rea incontra i ragazzi della v Battisti

FIRENZE (1 mar.)-Pino Rea,giornalista in penzione,il primo di marzo ha incontrato i ragazzi della classe V
della scuola Battisti.

Voleva raccontare il lavoro del giornalista,e ha coinvolto in modo divertente e semplice con una ricostruzione di un articolo.Lui ci ha spiegato come fare a scrivere un articolo con le 5 w cioe’: why,when,what,who,where.

Ci siamo divertiti moltissimo ad ascoltare la spiegazione . Questo breve articolo è una prova
della tecnica delle 5 w.

MATTEO B. e  SAMUELE I

read more
Redazione web :il giornalista Pino Rea incontra i ragazzi della v Battisti

Un laboratorio super gommoso

Martedì 10  Gennaio un’ operatrice della coop è venuta in classe nostra a farci imparare come si fanno le gomme con il pongo.

Ci ha diviso in gruppi,poi ha detto ad ognuno di noi il proprio compito.

Poco dopo ci ha spiegato come si facevano le gomme vere nelle fabbriche;poi ci ha  dato il pongo ogni gruppo doveva trovare una forma al proprio pongo,lei poi ci ha fatto scegliere se la nostra gomma poteva essere artificiale o naturale.

Insieme al pongo ci ha dato una piccola ciotola con dentro dei brillantini di colore diverso, insieme ci ha dato anche dei pezzi di cartoncino(giallo o rosso) che dovevano essere le vitamine.

Poi abbiamo modellato il pongo: la mia squadra la numero 5° ha fatto la forma di girella.

Quando il 31 Gennaio è tornata per farci fare la 2° parte  di laboratorio ci ha fatto costruire la scatolina per le nostre gomme, ce l’ha fatta decorare con disegni che rappresentassero le gomme costruire.

In fine ci ha fatto fare io slogan della gomma.

Insomma ci siamo divertiti un sacco.  

 

 

     Sara R.     Elisabetta I

read more
Un laboratorio super gommoso

Una gomma superappicicosa

Martedì 10 gennaio è venuta una operatrice della coop di nome Cristiana nella nostra classe

a farci imparare come si costruisce una gomma e ci ha diviso in sette gruppi ed in ognuno c’era un cassiere,addetto agli ingredienti,portavoce e uno o due assistenti .

Cristiana dava ad ognuno dei cassieri dei tappi che si chiamavano Kassel come il nome della nostra scuola e lei ci dava due scelte che si potevano decidere:si poteva scegliere la gomma a base naturale o artificiale o altri prodotti.Poi ci distribuiva dei pezzettini di pongo e dovevamo riscaldarla con le mani e poi modellarla facendo forme di fantasia.

Il 31 gennaio è tornata e ci ha ridato le nostre gomme e ad ogni gruppo chiedeva il nome inventato, poi dava un foglio noi dovevamo fare la propria pubblicità inventata e scrivere il nome accanto,dovevamo tagliarla e poi formare una scatolina,per le nostre gomme e poi le abbiamo messo le nostre gomme.

ALESSIO S:SAMUELE C

read more
Una gomma superappicicosa

I giochi in palestra

Oggi in palestra è arrivata una nuova istruttrice di nome Silvia.

Ci ha fatto fare molti giochi divertenti come: un gioco consisteva nel lanciare la palla in aria e dire il nome del compagno a cui gli si voleva passare. In un altro ci ha diviso in due squadre, rossa e blu.

Ha messo tante palle nel campo da basket e la squadra che raccoglieva più palline vinceva(ha vinto sempre la squadra blu!!!!).

Un altro gioco, sempre con le squadre, consisteva nel mescolarci tra squadre, quando Silvia diceva VIA una squadra doveva cercare di correre più veloce dell’altra, arrivare a centrocampo, prendere una palla, lanciarla contro i componenti dell’altra squadra e la squadra che colpiva più persone vinceva.

 

Tiziano T:, Matteo T:

 

 

read more
I giochi in palestra