Squadra Speciale 2B – 2^B Paolo Uccello

All posts tagged Squadra Speciale 2B – 2^B Paolo Uccello

L’italia sono anch’io

Una riforma del diritto di cittadinanza che preveda che anche i bambini nati in Italia da genitori stranieri regolari possano essere cittadini italiani e una nuova norma che permetta il diritto elettorale amministrativo ai lavoratori regolarmente presenti in Italia da cinque anni. Per raggiungere questi obiettivi le due proposte di legge di iniziativa popolare debbono raccogliere 50mila firme entro il 6 marzo 2012. Alla scadenza le firme raccolte sono 110mila. Ci sono oltre cento città al lavoro con altrettanti comitati e migliaia di volontari che stanno raccogliendo firme. Le parole del Presidente della Repubblica Napolitano, forti e chiare, ribadite a distanza di pochi giorni,e il dibattito che ne è nato, la partecipazione entusiasta alla raccolta delle firme ci dicono che la campagna L’Italia sono anch’io è un punto cruciale.
L’Italia sono anch’io non è solo la raccolta delle firme necessarie a presentare le proposte di legge in Parlamento, ma l’occasione per un salto di civiltà: ascoltare la voce dei veri protagonisti di questa battaglia, i giovani nati o cresciuti in Italia da genitori stranieri, è una grande opportunità di crescita intellettuale, sociale e morale di tutti noi. Napolitano ha ribadito che chi nasce in Italia da genitori stranieri deve essere italiano, ma ha anche aggiunto un ulteriore punto molto importante. Non si può chiedere ai figli degli stranieri di ignorare le proprie origini, di dimenticare da dove vengono le loro famiglie e le tradizioni che le caratterizzano.
A cura di Vivian e Sokaina

read more
L’italia sono anch’io

VISITA AL MUSEO HORNE

Il giorno giovedì 16 febbraio noi della classe 2B siamo andati in centro per visitare il museo Horne. Passando dal centro abbiamo osservato molti monumenti come Palazzo Vecchio, alcune case torri e piazze importanti. Dopo questa passeggiata siamo arrivati al museo Horne, che si trova in via dei Benci.

Questa costruzione nel ‘500 apparteneva ad una famiglia di nobili, la famiglia Corsi, che ci abitava, ma nel diciannovesimo secolo un signore molto ricco di nome Horne decise di ricostruire l’ambientazione che c’era all’epoca rinascimentale, facendola diventare un museo. Appena entrati, abbiamo visitato la sala dove la famiglia Corsi si ritrovava la sera, successivamente siamo andati nella camera da letto dei due fratelli.

In seguito ci siamo recati nella cucina, dove con grande sorpresa abbiamo scoperto che ci entravano solo i servi per cucinare e mangiare. Inoltre doveva per forza essere all’ultimo piano perché, se c’era un incendio, il fuoco non si disperdesse ai piani inferiori. Allo stesso piano c’era anche la camera dei signori Corsi, inoltre ci hanno spiegato che quando la donna era incinta dormiva in una stanza diversa per non dare fastidio al marito. Allo stesso piano si trovava la sala per i banchetti, nella quale all’epoca si organizzavano grandi feste dove si poteva mangiare e ballare a volontà. Infine siamo scesi di nuovo al piano terra e ci siamo recati in piazza della Signoria. Abbiamo fatto merenda in un bar, poi siamo tornati a scuola.

A cura di Chiara, Viola e Luca

read more
VISITA AL MUSEO HORNE

Frasi sull’amicizia

– Mi ricordo che in giardino ci sedevamo su un muretto, immaginavamo il mondo come se ci fossimo solo noi due e andavamo dappertutto.
– Mi diverto molto con i miei amici mi ricordo quando siamo andati ai giardini e abbiamo giocato a nascondino, non mi sono mai divertita così tanto con quel gioco. A me piacciono moltissimo i miei amici e non li cambierei nemmeno con una montagna d’oro anche se a volte sono insopportabili… Dopotutto sono maschi.
– Degli amici si aprezza la loro diversità non bisogna essere tutti uguali.
– Non è facile trovare tutte queste caratteristiche (simpatia, aiuto…) in una persona e a volte dipende anche dal nostro carattere trovarle.
– Un amico per la pelle vuoldire che lui o lei è come una sorella o un fratello. Puoi dire anche i tuoi segreti che non hai mai detto a nessuno perchè di lei/lui ti fidi ciecamente.
– Quando sono triste la mia amica mi soregge e quando sono felice ride con me.
– Secondo me i migliori amici rimarranno sempre i propri genitori che riescono a risolvere i nostri problemi sia grandi che piccoli.
– Un amico c’è sempre quando hai bisogno di una mano e vuoi parlare con qualcuno; un amico ti aiuta sempre nelle difficoltà.
– Secondo me l’amicizia è una cosa importantissima perchè vuol dire fiducia e rispetto per il prossimo.
– La condivisione di tutto, la gentilezza, vivere esperienze comuni, ma sopratutto l’amore. La vera amicizia è caratterizata proprio da questi fattori senza di esse non sarebbe nulla se non una semplice parola da cercare sul dizionario.
– Un vero amico non si vede solo dal carattere che ha lui ma anche se lui, accetta il comportamento che hai tu.
– Quando ti comporti male con un amico è difficile fare pace. Ed è poi difficile trovare un amico capace di perdonare…

A cura di Amina, Francesca, Antonio e Filippo

read more
Frasi sull’amicizia

Come si passa il capodanno cinese

Sta per arrivare capodanno e nel nuovo anno 2012 l’animale fortunato è il drago. Alla vigilia di capodanno tutte le famiglie sono contente e felici,all’ora di cena parenti e amici si siedono attorno al tavolo. Sul tavolo ci sono cibi e bevande. I bambini sono felici e anche gli adulti lasciano la serietà che hanno quando lavorano e si rilassano.
Dopo aver finito di mangiare,come usanza i grandi tirano fuori i soldi che avevano preparato donandolo ai bambini. I bambini sono felicissimi e vanno ai supermercati vicini per comprare i fuochi d’artificio, mentre gli adulti chiaccherano tra di loro. Quando fa tardi,tutti si salutano e tornano nelle proprie case. Poi cala un silenzio assoluto, tutti si addormentano. Così,la vigilia di capodanno si conclude fra sorrisi e risate.
Noi qui a scuola per festeggiare il capodanno cinese abbiamo fatto dei cartelloni in cinese e  
in italiano con scritti gli auguri per l’anno del drago, e con disegni dell’animale fortunato.

A cura di Cinzia e Sokaina

read more
Come si passa il capodanno cinese

IL CAPODANNO CINESE

Abbiamo scelto di raccontarvi alcune abitudini e tradizioni del capodanno cinese perché nella scuola che frequentiamo ci sono moltissimi ragazzi cinesi tra cui alcuni sono anche nostri amici. Decidiamo quindi di farvi leggere questo articolo su tutto quello che riguarda questa festa.
La festa di primavera o capodanno lunare, in occidente è generalmente noto come capodanno cinese. È una delle festività più importanti e celebra l’inizio del nuovo anno del calendario cinese. Si festeggia in molti paesi dell’estremo oriente, e anche nelle piccole comunità cinesi sparse per tutto il mondo, compresa la nostra di Firenze. L’inizio del capodanno cinese può variare di circa 29 giorni e comincia con la 2° luna nuova dopo il solstizio d’inverno. Ogni anno è associato ad un animale diverso: quest’anno è l’anno del drago, il prossimo del serpente. In tutto ci sono 12 animali diversi.
Secondo la mitologia l’origine della festa di primavera risale ad un’antica leggenda dove c’era un mostro chiamato Nian, che usciva fuori dalla sua tana ogni 12 mesi e mangiava le persone. Allora per spaventarlo la gente faceva canti e rumori forti e usava il colore rosso perché il mostro era spaventato da queste cose. Per questo motivo la grande festa che conclude le celebrazioni del capodanno cinese, cioè la festa delle lanterne, consiste in una processione che passa per le vie della città dove sfila un manichino a forma di leone (l’immagine del mostro) e si balla a ritmo di tamburi e cembali scoppiando fuochi d’artificio e vestendosi di rosso. I festeggiamenti durano 15 giorni consecutivi: il 1° giorno vengono appese fuori dalle porte di ogni casa delle lanterne rosse, che vengono poi staccate e portate nella processione finale.

A cura di Viola e Niccolò

read more
IL CAPODANNO CINESE

SQUADRA SPECIALE 2B

Eccoci qui, siamo la 2B, siamo una classe molto unita, ma soprattutto ci aiutiamo a vicenda.

In tutto siamo 24 ragazzi/e, abbiamo culture diverse, modi di fare e di essere diversi, ma siamo sempre uguali perché siamo amici, ci rispettiamo e abbiamo tutti gli stessi diritti.

Secondo noi siamo simpatici, molto scherzosi, a volte seri ma solo quando serve, ma soprattutto generosi con gli altri meno fortunati. In classe il nostro comportamento varia in base alle attività che facciamo. Alcune richiedono più fatica e concentrazione, altre invece rilassanti, più divertenti e stimolanti come quando lavoriamo in gruppo. Di recente abbiamo eletto 2 rappresentanti per il consiglio degli alunni, con 15 voti Filippo e con 10 voti Amina.

Poi in questi giorni è arrivato un nuovo compagno cinese, Huang Yang Xian e noi tutti stiamo cercando di farlo inserire al meglio nella nostra classe.

Le culture della nostra classe sono tutte diverse: Luca è rumeno e scozzese; Sokaina, Amina e Ikrame sono marocchine; Anxhelo è albanese; Vivian, Cinzia, Feihang (Emma) e Le (Jessica) sono cinesi; Andrea è kosovaro e Antonia è rumena. Tutti gli altri sono italiani, sebbene nati in città diverse. In fondo però ci sentiamo tutti italiani.

Questa è la nostra classe, numerosa, scatenata, simpatica ma soprattutto unita.Vi consigliamo di aprire il nostro blog e leggere le nostre notizie, ciao a tutti.

read more
SQUADRA SPECIALE 2B