3mendi ma Fantastici – 3^F Dino Compagni

All posts tagged 3mendi ma Fantastici – 3^F Dino Compagni

Animali e uomini

questo cucciolo ha bisogno di poco

questo cucciolo ha bisogno di poco

Se chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche, è punito con la reclusione da 3 mesi a 1 anno o con la multa da 3.000 a 15.000 euro. 2. La stessa pena si applica a chiunque somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi. 3. La pena è aumentata della metà se dai fatti cui al primo comma deriva la morte dell’animale.”
Leggendo questa legge si direbbe che no, non è così; in troppi casi gli animali di qualsiasi specie o razza vengono maltrattati. Io mi chiedo come facciano gli uomini a non commuoversi davanti a creature come queste…
Io mi rivolgo a tutti coloro che hanno letto questo inizio di articolo e sono rimasti perplessi: prendendo in esempio i cani, ma anche tutti gli altri animali allo stesso modo, vengono separati prestissimo dalla mamma che probabilmente non vedranno più, si affezioneranno a un qualcuno che noi orribilmente chiamiamo “padrone” e gli saranno fedele fino a quando… non vengono scaricati per la strada!!! Mi chiedo come si può essere tanto CRUDELI da fare una cosa del genere!!!
Spero che le associazioni che proteggono gli animali facciano il possibile per migliorare la vita di quelle creature che per noi fanno tanto chiedendo veramente poco.
L’animale ti chiede solo di volergli bene.
Fallo, per una volta…

 

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI

Il suddetto documento è stato solennemente proclamato a Parigi dall’UNESCO il 15 ottobre 1978.

Premessa
Considerato che ogni animale ha dei diritti; considerato che la negazione e il disprezzo di questi diritti hanno portato e continuano a portare l’uomo a commettere crimini contro la natura e contro gli animali; considerato che il riconoscimento da parte della specie umana dei diritti all’esistenza delle altre specie animali costituisce il fondamento della coesistenza delle specie nel mondo; considerato che genocidi vengono commessi dall’uomo e altri ancora se ne minacciano; considerato che il rispetto degli animali da parte degli uomini è connesso al rispetto degli uomini tra loro; considerato che l’educazione deve insegnare a osservare, comprendere, rispettare e amare gli animali sin dall’infanzia

SI PROCLAMA

Articolo 1
Tutti gli animali nascono uguali davanti alla vita e hanno gli stessi diritti all’esistenza.

Articolo 2
a) Ogni animale ha diritto al rispetto.
b) L’uomo, in quanto specie animale, non può attribuirsi il diritto di sterminare gli altri animali o di sfruttarli violando questo diritto. Egli ha il dovere di mettere le sue conoscenze al servizio degli animali.
c) Ogni animale ha diritto alla considerazione, alle cure e alla protezione dell’uomo.

Articolo 3
a) Nessun animale dovrà essere sottoposto a maltrattamenti e a atti crudeli.
b) Se la soppressione di un animale è necessaria, essa deve essere istantanea, senza dolore né angoscia.

Articolo 4
a) Ogni animale che appartiene a una specie selvaggia ha il diritto di vivere libero nel suo ambiente naturale terrestre, aereo o acquatico, e ha il diritto di riprodursi.
b) Ogni privazione di libertà, anche se a fini didattici, è contraria a questo diritto.

Articolo 5
a) Ogni animale appartenente a una specie che vive abitualmente nell’ambiente dell’uomo ha diritto di vivere e di crescere secondo il ritmo e nelle condizioni di vita e di libertà che sono proprie della sua specie.
b) Ogni modifica di questo ritmo e di queste condizioni imposta dall’uomo a fini mercantili è contraria a questo diritto.

Articolo 6
a) Ogni animale che l’uomo ha scelto per compagno ha diritto a una durata della vita conforme alla sua naturale longevità.
b) L’abbandono di un animale è un atto crudele e degradante.

Articolo 7
Ogni animale che lavora ha diritto a ragionevoli limitazioni di durata e intensità di lavoro, a una alimentazione adeguata e al riposo.

Articolo 8
a) La sperimentazione animale che implica una sofferenza fisica o psichica è incompatibile con i diritti dell’animale sia che si tratti di una sperimentazione medica, scientifica, commerciale sia di ogni altra forma di sperimentazione.
b) Le tecniche sostitutive devono essere utilizzate e sviluppate.

Articolo 9
Nel caso che l’animale sia allevato per l’alimentazione deve essere nutrito, alloggiato, trasportato e ucciso senza che per lui ne risulti ansietà né dolore.

Articolo 10
a) Nessun animale deve essere usato per il divertimento dell’uomo.
b) Le esibizioni di animali e gli spettacoli che utilizzano degli animali sono incompatibili con la dignità dell’animale.

Articolo 11
Ogni atto che comporti l’uccisione di un animale senza necessità è un biocidio, cioè un delitto contro la vita.

Articolo 12
a) Ogni atto che comporti l’uccisione di un gran numero di animali selvaggi è un genocidio, cioè un delitto contro la specie.
b) L’inquinamento e la distruzione dell’ambiente naturale portano al genocidio.

Articolo 13
a) L’animale morto deve essere trattato con rispetto.
b) Le scene di violenza delle quali gli animali sono vittime devono essere proibite al cinema e alla televisione a meno che non abbiano come fine quello di mostrare una violazione dei diritti dell’animale.

Articolo 14
a) Le associazioni di protezione e di salvaguardia degli animali devono essere rappresentate a livello governativo.
b) I diritti degli animali devono essere difesi dalla legge come i diritti dell’uomo.

Sara G. e Marta B.

read more
Animali e uomini

Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze

Sala da Concerto

Sala da Concerto

Il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze
Il 21 dicembre 2011, con uno straordinario concerto diretto da Zubin Mehta, si inaugurerà il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze: un momento fondamentale nella storia della città. La grande opera progettata dall’architetto Paolo Desideri è stata realizzata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con i fondi destinati a celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia e con il contributo della Regione Toscana e del Comune di Firenze. Dal 21 al 31 dicembre il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze si aprirà con una serie di grandi concerti che coinvolgeranno alcuni fra i più celebri direttori e solisti del mondo insieme ai complessi artistici del Maggio: oltre a Zubin Mehta, Stefano Bollani, Claudio Abbado, András Schiff, Fabio Luisi, Radu Lupu, Leonidas Kavakos, Patrizia Ciofi, Fabio Sartori… Gli eventi inaugurali culmineranno la sera di San Silvestro in uno sfavillante concerto diretto da Zubin Mehta dedicato al repertorio operistico italiano. Il programma dei concerti sarà arricchito da un fitta serie di eventi collaterali in cui tutti potranno scoprire uno dei luoghi certamente più affascinanti della Firenze del terzo millennio. Non mancate a questo avvenimento storico!

Scalinata Teatro dell'Opera di Firenze

Scalinata Teatro dell'Opera di Firenze

 

Come sarà
Il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze sarà il più all’avanguardia d’Europa con 3 sale che potranno funzionare simultaneamente. La capienza della Sala Grande sarà di1800 posti, quella dell’Auditorium di 1000 posti; sul tetto un Anfiteatro di 2000 posti all’aperto che si apre su un panorama mozzafiato della città. La Sala Grande avrà un design di grande fascino e assicurerà il massimo confort. Zubin Mehta, che ha seguito i lavori e la progettazione fin dal principio, ha suggerito ai progettisti di abolire il più possibile barriere e distanze fra il palcoscenico ed il pubblico: i palchi, ad esempio, sono stati concepiti all’interno di un’onda architettonica senza i tradizionali parapetti. Da ogni punto della Sala Grande il palcoscenico apparirà vicino e la visibilità sarà ottima. L’acustica è frutto degli studi di un team tedesco e si annuncia di straordinaria qualità.

Le confortevoli poltrone del Teatro dell'Opera di Firenze

Le confortevoli poltrone del Teatro dell'Opera di Firenze

Grazie alle moderne tecnologie di cui sarà dotato il palcoscenico, si potrà incrementare notevolmente la produzione, comprendendo più spettacoli per il pubblico adulto, per i bambini, opere, balletti, concerti, intersezioni con generi diversi e ancora tanta musica contemporanea in prima mondiale o italiana. I primati, l’eccellenza e la qualità artistica che hanno reso celebre il Maggio Musicale Fiorentino verrano così confermati e valorizzati ancora di più.

Un vero punto strategico per la città
Il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze, con i suoi grandi spazi, sarà aperto e visitabile anche quando non ci saranno spettacoli: un luogo accessibile anche di giorno, dove bookshop e caffetteria saranno sempre aperti, dove le famiglie potranno passeggiare, leggere, fare jogging, venire con gli amici o con il cane, camminare attraverso le fontane, i giochi d’acqua, visitare il museo a cielo aperto ideato dal genio del Premio Oscar Dante Ferretti che con delle bacheche dislocate nel parco e nella piazza antistante, la più grande di Firenze e una delle più grandi d’Italia, permetterà immediatamente di identificare il luogo come una “fabbrica” di spettacolo e di musica. Il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze diventerà un punto di riferimento per i fiorentini e per i turisti, aperto alla musica classica ma anche al pop, alla prosa, al cinema, ai congressi, ai convegni e alle conferenze, ai laboratori per i bambini, e potrà essere essere usato 12 mesi all’anno. Sarà uno spazio estremamente facile da fruire, comodamente raggiungibile con i mezzi pubblici e dotato di ampi parcheggi.

Teatro dell'Opera di Firenze esterno di sera

Teatro dell'Opera di Firenze esterno di sera

Calendario

DICEMBRE 2011
Mercoledì 21 ore 20:30 Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze ZUBIN MEHTA
Giovedì 22 ore 21:30 Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze STEFANO BOLLANI TRIO
Venerdì 23 ore 11:00 Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze IL PROGETTO DEL NUOVO TEATRO.
AUTORI A CONFRONTO
ore 20:00 Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze CLAUDIO ABBADO
ORCHESTRA E CORO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO
ORCHESTRA MOZART
Martedì 27 ore 20:30 Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze ANDRÁS SCHIFF
Mercoledì 28 ore 20:30 Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze FABIO LUISI | RADU LUPU
Giovedì 29 ore 20:30 Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze BALLET CONCERT
Sabato 31 ore 21:00 Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze CONCERTO E FESTA DI FINE ANNO | ZUBIN MEHTA
ORCHESTRA DEI RAGAZZI
Domenica 01.01.12 ore 11:00 Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze CONCERTO DI INIZIO ANNO | EDOARDO ROSADINI

read more
Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze

Pablo Picasso

Guernica

Guernica

 

Pablo Picasso

Pablo Picasso

Il pannello si compone di una serie di figure che raccontano la drammaticità di quanto accaduto.
Il cavallo che occupa la parte centrale del dipinto, ha l’aspetto di un animale impaurito, nella bocca ha una sagoma che ricorda quella di una bomba e simboleggia la violenza della furia omicida che irrompe e sconvolge la serenità della vita quotidiana di persone semplici.
Sulla sinistra una donna si dispera con in braccio il figlio morto.
In basso la testa mutilata di un uomo.
Sulla sinistra, tra case e finestre, appaiono altre figure.
Sulla destra un’altra figura mostra il terrore di chi cerca di fuggire da case incendiate.

Voltaire nel 1759 nel suo romanzo filosofico Candido o l’ottimismo, con un tono diverso perché ironico, ma non meno drammatico, attraverso gli occhi di Candido il protagonista, racconta le conseguenze di una battaglia che in realtà non ha mai avuto luogo. Il brano descrittivo è comunque di grande effetto e denuncia l’atrocità della guerra.

“ Niente era così bello, così spedito, così splendente, così ben ordinato come i due eserciti. Le trombe, i pifferi, gli oboi, i tamburi, i cannoni formavano un’armonia quale non si udì mai neppure all’inferno. Prima i cannoni rovesciarono a terra circa seimila uomini per parte; poi la moschetteria tolse dal migliore dei mondi da nove a diecimila furfanti che ne in
fettavano la superficie. Anche la baionetta fu la ragion sufficiente della morte di qualche migliaio di uomini. Il totale poteva aggirarsi sulle trentamila anime. Candido, che tremava al pari di un filosofo,si nascose come meglio poté durante questo eroico macello.

Finalmente, mentre i due re facevano cantare dei “Te Deum”, ciascuno, nel proprio accampamento, decise d’andarsene da un’altra parte a ragionare sugli effetti e le cause. Passò sopra mucchi di morti e morenti, e raggiunse dapprima un villaggio vicino; era ridotto in cenere. Si trattava di un villaggio Avaro che i Bulgari avevano incendiato, secondo le leggi del diritto pubblico. Qui vecchi crivellati guardavano morire le loro mogli sgozzate, che stringevano i bambini alle mammelle sanguinanti; là ragazze sventrate, dopo Avere saziato i naturali bisogni di qualche eroe, esalavano l’ultimo respiro; altre, semibruciate, gridavano implorando di finirle. Cervelli erano sparsi per terra, accanto a braccia e gambe tagliate.

Candido fuggì al più presto in un altro villaggio : apparteneva ai Bulgari, e gli eroi Avari l’avevano trattato allo stesso modo.

Candido, sempre camminando sopra membra palpitanti, o attraverso rovine, uscì finalmente dal teatro della guerra, portando qualche piccola provvista nella bisaccia,/…/”

Giada e Andrea 3F

read more
Pablo Picasso

Omicidio stradale

Il due giugno del 2010, a Firenze, ci sono stati due incidenti stradali che hanno avuto come vittime due giovani fiorentini.

Il primo, Lorenzo Guarnieri, 17 anni, stava viaggiando sul suo scooter quando, improvvisamente, un altro scooter ha invaso la corsia sulla quale stava viaggiando Lorenzo prendendolo in pieno, uccidendolo. I due che erano sullo scooter che ha preso in pieno quello di Lorenzo, uno di 39 e l’altro di 45 anni, sono risultati positivi all’alcooltest e a quello per l’assunzione di droghe leggere.

Il ragazzo di 17 anni che morì nel primo incidente

Il ragazzo di 17 anni che morì nel primo incidente

L’altro giovane è invece una ragazza, Ilaria Tacchinardi, 22 anni, stava viaggiando sullo scooter insieme alla sorellina di 12 anni quando, improvvisamente, un furgone si è scontrato contro di loro. La sorellina, che indossava il casco integrale, si è salvata, ma Ilaria, che indossava lo stesso il casco, ma non integrale, è sbalzata contro una ringhiera, e l’urto le è stato fatale. L’autista, 40 anni, impiegato nell’edilizia, è indagato per omicidio colposo.
l'ambulanza che soccorse Ilaria Tacchinardi e la sorellina

l'ambulanza che soccorse Ilaria Tacchinardi e la sorellina

la ragazza che morì nel secondo incidente.

la ragazza che morì nel secondo incidente.

In seguito alla morte dei due giovani, la famiglia di Lorenzo ha indetto una petizione per richiedere una proposta di legge sull’omicidio stradale, per avere giustizia non solo per Lorenzo, ma per tutte le persone morte per strada a causa di persone che, in quel momento, non erano capaci di guidare. La proposta è stata anche presentata al presidente della commissione dei trasporti della Camera, che si è dimostrato disponibile a discuterla con la famiglia di Lorenzo e con altre associazioni che si occupano di sicurezza stradale.

La proposta della famiglia di Lorenzo chiede che la società richieda una pena più giusta quando chi uccide mettendosi alla guida senza essere in grado di farlo(drogato e/o ubriaco) riceva una condanna adeguata al danno che ha provocato a causa del suo comportamento irresponsabile.

Se rubi 100 euro dalla borsa di una signora, vieni catturato da un agente di polizia, vai in carcere immediatamente e sei processato subito.Lo stesso accade se rubi una bicicletta. Se invece uccidi un ragazzino di 17 anni invadendo la sua corsia ed investendolo in pieno perché ti sei messo alla guida drogato e con un tasso alcoolemico di tre volte superiore alla media, non solo non vieni arrestato subito, ma in carcere non ci andrai mai. .Una pena equa per il danno provocato e certa, rappresenta un atto di prevenzione e rende giustizia a chi ha perso la vita per un comportamento criminale di una persona che si è messa alla guida senza essere in condizione di farlo.
La proposta in sintesi è questa:

1:NOME

Da “omicidio colposo” a “omicidio stradale”

2:PENA

Da 3-10 anni a 8-18 anni

3:ARRESTO

Da nessuna misura cautelare a arresto in flagranza di reato

4:PATENTE

Da revoca temporanea a “ergastolo della patente”

La petizione della famiglia di Lorenzo è ancora in corso, la mia famiglia ha aderito e chi volesse farlo a sua volta, può andare sul sito www.omicidiostradale.it.

Mattia B.

read more
Omicidio stradale

Articolo di prova

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Etiam dictum quam vel justo convallis non sagittis ipsum blandit. Vestibulum urna mi, porttitor eu rutrum a, imperdiet vitae mauris. Vestibulum cursus imperdiet consequat. Aenean tempor eros id velit egestas sed convallis risus auctor. Suspendisse volutpat, magna pretium pulvinar varius, tellus turpis ultricies enim, non aliquam leo massa a orci. Phasellus nec tellus ligula, vitae sollicitudin dolor. Maecenas rhoncus nisl a ipsum blandit cursus. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Nam nec nisl id tortor vestibulum tempus vitae ut lorem. Proin et justo at lectus tristique imperdiet condimentum nec lacus. Fusce quis nunc libero. Curabitur accumsan ligula at libero facilisis ultricies.

read more
Articolo di prova