Scienza e Tecnica

LA PRIMA FOTOGRAFIA

La prima fotografiaLa prima fotografia della storia fu scattata nel 1826 dal francese Joseph Nicèphore Nièpce (1765-1833), nella località di Le Gras, in Borgogna (Francia centrale).
Fino a quell’epoca per riprodurre immagini si utilizzavano metodi indiretti, coma la litografia, in cui la fedeltà all’originale era legata all’abilità degli artisti, che ne facevano un ritratto per poi riprodurlo in serie. Nièpce cercava invece il modo di “catturare” direttamente le immagini e, per farlo, perfezionò la tecnica della camera oscura, nota già da molto tempo, che consentiva di proiettare all’interno di una scatola un’immagine capovolta del soggetto grazie a un foro frontale, che funzionava come obiettivo. Per fissare l’immagine in modo permanente, Nièpce introdusse nella camera oscura una lastra spalmata con una sostanza sensibile alla luce, su cui rimase impressa la prima fotografia della storia.

LITOGRAFIA: tecnica di riproduzione delle immagini in cui lo stampo è una pietra disegnata con una particolare matita a base di sostanze grasse. Grazie a un tratto chimico, le parti disegnate trattengono l’inchiostro, mentre le zone vuote lo respingono. Imprimendo la pietra inchiostrata su un foglio di carta, si ottiene la riproduzione a stampa del disegno originale.

Nièpce scattò la sua storica fotografia dalla finestra di casa, ritraendo i tetti del vicinato. Servirono ben 8 ore di esposizione e, nel frattempo, la direzione della luce solare variò diverse volte creando un effetto bizzarro sulle luci e le ombre dell’immagine finale.

A cura di Sofia

La Polaroid

read more
AdminLA PRIMA FOTOGRAFIA

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA in TOSCANA

Nella nostra regione la raccolta differenziata raggiunge circa il 40% del totale dei rifiuti prodotti. Questi sono così suddivisi:

– 32,1% carta e cartone;
– 10 % vetro;
– 0,4 % lattine;
– 4,8 % plastiche;
– 35,9 % organico;
– 3 % metalli.

Gran parte di questo materiale può ancora servire, ma se resta tutto insieme è impossibile riutilizzarlo. I colori dei contenitori e le modalità di raccolta possono variare a seconda dei Comuni. In alcuni viene attuata la raccolta “porta a porta,” che dà risultati maggiori; in altri sono utilizzati i contenitori che vengono distinti per forma e colore. I contenitori che abbiamo in Toscana sono quelli più comuni:

ORGANICO (cassonetto marrone) – Resti di alimenti, bucce, piccole ossa, piante, arbusti, paglia, cenere

Cassonetto rifiuti organici

INDIFFERENZIATO (cassonetto grigio e blu) – Tutto quello che non si può differenziare

Cassonetto rifiuti indifferenziati

CARTA e CARTONE(cassonetto giallo) – Imballaggi di carta, cartone, giornali, riviste, libri, quaderni, piatti carta.
Cassonetto rifiuti carta

MULTIMATERIALE (campana azzurra) – Imballaggi in vetro, plastiche, alluminio, acciaio e tetrapak.

Campana multimateriale

DISCARICA

Nelle discariche ci finisce ancora troppa spazzatura che potrebbe essere raccolta separatamente e avviata al riciclo, è necessario che le persone si impegnino sempre più a separare i rifiuti per tutelare l’ambiente.

Schema di una discarica

Ad esempio, se una persona mette la bottiglia del detersivo nel cassonetto dell’ indifferenziato quando arriva alla discarica succede che, se la bottiglia non è stata completamente vuotata, il liquido del detersivo e quello della decomposizione dei rifiuti filtra nel terreno e quindi inquina falde acquifere, prati, fiumi ecc.

A cura di Melissa

ALCUNI DEI SIMBOLI DEL RICICLAGGIO

Alcuni simboli del riciclo

read more
AdminLA RACCOLTA DIFFERENZIATA in TOSCANA

I nostri plastici (Andrea, SofiaI e Linda)

La camera di LindaLa mia camera in scala 1:20 é stata costruita con il compensato e della stoffa che ho usato per il letto e la tenda, poi per la valigia e il vestito gli ho presi da dei giochi, mentre tutte le altre cose le ho fatte io con bottoni ecc. per le pareti ho usato delle tempere; la stessa cosa ho fatto con l’armadio, il comodino e le mensole, mentre i quadri sono fatti con il compensato.

A cura di Linda

La camera di AndreaHo costruito il mio plastico con il compensato: prima di montare i pezzi sono stato un giorno per prendere tutte le misure in scala 1 a 20; finita la prima fase mi sono messo a costruire i pezzi senza la colla per vedere se tornavano. Dopo ho lisciato tutti i bordi e gli spigoli per eliminare le scheggie.

Ho preso la colla a caldo, ho incollato tutti i pezzi ed ho aspettato fino al giorno dopo per far sì che la colla si seccasse e i pezzi di La camera di Sofialegno fossero ben saldi per iniziare a verniciare il plastico: gli ho dato la prima spennellata di colore bianco poi ci sono passato altre quattro volte perchè il colore si impregni, dopo ho colorato le testate dandogli due passate, ho messo il plastico ad asciugare… e il lavoro è fatto.

A cura di Andrea

La mia camera in scala 1:20 è stata costruita con il compensato, il trincetto, la tintura per legno e la balsa…

Ho usato le tempere rosa per colorare le pareti e la balsa per costruire la scrivania il letto e l’armadio, perchè è più facile lavorarla…

Ho attaccato alle pareti dei mini-poster di justin bieber e ho usato una sciarpa fucsia per le tende e le coperte. Poi ho messo le scarpe delle barbie sul pavimento; ed infine ho creato la televisione con del cartone.

A cura di SofiaI

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminI nostri plastici (Andrea, SofiaI e Linda)

Le nostre camerette (Samuele, Alessio e Sebastian)

La cameretta di SamueleQuesta è la rappresentazione in scala 1:20 di camera mia.
Per il mio plastico ho come componenti : il letto fatto di legno avvolto da stoffa, l’armadio fatto di legno contornato da scotch di carta, il comodino fatto con del legno colorato con dei pennarelli blu.
Come decorazione ci sono dei quadri, che ho disegnato e colorato con dei pennarelli direttamente sul legno, come ho fatto per il tappeto.
Mi è piaciuto e mi sono divertito molto a farlo.
A cura di Samuele

La cameretta di AlessioQuesta è la rappresentazione in scala 1:20 della camera dei miei genitori.
I mobili principali sono: il letto imbottito, di color rosa, due armadi di compensato e molte mensole.
Come decorazioni ci sono: quadri stampati e dei libri sulle mensole, e una valigia.
Il tutto colorato con i colori acrilici.
Mi è piaciuto e mi sono divertito molto a farlo.
A cura di Alessio

Qusta è la rappresentazione in scala 1:20 della mia camera.
I mobili principali sono: i due letti con della stoffa verde, ci sono tre scrivanie, due armadi , molte mensole, due finestre, il comodino e dei quadri colorati con dei pennarelli.
Mi è piaciuto e mi sono divetrito molto a farlo.
A cura di Sebastian

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminLe nostre camerette (Samuele, Alessio e Sebastian)

Le nostre camerette (DavidG, Brando e Lorenzo)

La camera di DavidIl mio modellino è la rappresentazione precisa della camera di mio fratello in scala 1:25.

Il plastico è curato fino ai minimi dettagli e si presenta con 2 piani muniti di scale a chiocciola e un tetto removibile e ben fatto. Il tutto è stato colorato con le tempere.

Ha una scrivania, una mensola e un letto imbottito con cuscino compreso.

I mobili sono tutti in compensato e disposti nei punti esatti della camera.

La camera di BrandoA cura di DavidG

Il mio plastico è la rappresentazione precisa della mia camera in scala 1:20.

Il plastico è curato fino ai minimi dettagli e si presenta con in un solo piano munito di letto rimbottito per creare il piumino, cassetti e mensola con sopra libri e scatole. Vi ha tutti i miei giochi elettronicie, la mia scrivania ed i miei poster.

Tutti i mobili sono il legno di balza e la struttura in compensato il tutto colorato con le tempere.

A cura di Brando

Il plastico del mio salotto l’ho costruito prevalentemente con del compensato e della stoffa, ho colorato le pareti con i colori acrilici.

La camera di LorenzoPer costruire gli oggetti (mobilia) ho tagliato con l’archetto, dei piccoli rettangolini e quadratini di compensato e li ho assemblati insieme con la colla a caldo.

Due pareti, le ho dipinte con una tecnica che mi ha insegnato mio babbo: prima ho colorato la parete di bianco, poi con un straccio
con delle grinze, che ho immerso nel colore, ho tamponato la parete.

Questo mi ha dato la possibilità di esprimere tutta la mia creatività, è risultato un lavoro eccezionale, dove si vede il mio impegno.

A cura di Lorenzo

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminLe nostre camerette (DavidG, Brando e Lorenzo)

I nostri plastici (Gaia, SofiaF e Melissa)

Il plastico di SofiaFIl colore che prevale nella mia camera è il rosa, ci sono molti oggetti che ho realizzato a mano.
L’ oggetto per cui ho impiegato più tempo sono le tende per le quali ho usato carta crespa e carta velina.I materiali che ho usato sono: legno,cartone,cortoncini colorati,carta di vari tipi, cotone per fare i cuscini e pellicola trasparente e per incollare il tutto ho usato una colla liquida per carta e cartone e colla a caldo. Le pareti sono state dipinte con le tempre.Per fare gli armadi ho usato un cartoncino grigio e poi sopra ci ho attaccato un cartoncino colorato rosa. Sulla scrivania ho messo solo il computer perchè l’ ho fatta molto piccola ma in realtà ci sono molti altri oggetti. Per realizzare le coperte e i cuscini gonfi ho usato la carta velina imbottita di cotone in modo che rappresentasse il piumone invernale.
A cura di SofiaF

Ho una sorella gemella, ma abbiamo due camere separate, la mia camera è principalmente rosa, ci sono molti oggetti e molti poster dei miei idoli preferiti. L’oggetto per cui ho impiegato più tempo è l’armadio. I materiali che ho usato sono vari: legno, cartone, tessuti, carta e ho abbellito il tutto con adesivi, perline e accessori.
Per fare la struttura del letto ho usato il cartone che poi ho ricoperto con la stoffa. Per fare il tavolo invece ho usato il legno e la carta. Le pareti le ho dipinte con i colori acrilici. Le tende le ho realizzate con il pizzo.
Il plastico di MelissaA cura di Gaia

Per costruire la mia camera ho usato vari materiali : compensato, cartone, e una tovaglietta di legno per la colazione, ho costruito il tutto in collando con la colla a caldo poi per fare il cuscino per il letto ho usato il cotone nellla mia camera ho fatto una finestra tagliando il cartone con un trincetto poi per rifinire gli spazi ho tagliato un pezzo di stecca alla tovaglietta all’ interno ci ho messo una tenda presa da un nastro. La mia camera è bianca e rosa la maggior parte dei vestiti gli ho presi dalle barbie ed infine per decorarla ci ho aggiunto degli adesivi e infine o rifinito il tutto.
A cura di Melissa

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminI nostri plastici (Gaia, SofiaF e Melissa)

I nostri plastici (Francesco, Emanuele e Riccardo)

Il plastico di FrancescoPer realizzare il mio plastico ho utilizzato prevalentemente il compensato,la prima parte è stata tagliare il compensato ed è stato difficile perchè ho dovuto cambiare spesso le lamette perchè si spezzavano molto facilmente. Dopo aver tagliato i pezzi per fare i mobili, oggetti e i particolari per rendere la casa più realistica ho dovuto incollare il tutto con la colla a caldo, poi ho colorato la casa con le tempere, ho realizzato tutti i particolari e ho corretto tutte le imperfezioni

A cura di Francesco

Per creare le pareti ho usato il legno compensato. Poi le ho ricoperte di carta velina viola. Ho aggiunto dei mini poster rappresentanti skateboarding, pallacanestro e Fiorentina, le mie passioni. Per il pavimento ho sempre usato il legno compensato e l’ho ricoperto con un tessuto morbido. Successivamente, ho creato i mobili sempre col compensato, e gli ho incollati con la colla a caldo nei loro medesimi posti. Per abbellire il letto, gli ho messo su una piccola coperta. Il plastico di EmaueleIl plastico è così completato.

A cura di Emanuele

Per iniziare ho preso le misure delle pareti della mia camera e le ho divise in scala. Poi le ho realizzate con il compensato e le ho attaccate con la colla a caldo e qualche chiodo. Poi ho ricoperto le pareti con della carta velina blu. Dopo, sempre con il compensato, ho fatto i mobili e li ho colorati. Il letto, invece, l’ho fatto con il cartone e un pacchetto di fazzoletti e li ho coperti con della stoffa. Infine ho incollato tutti i mobili con la colla a caldo. E il plastico è così completato.

A cura di Riccardo

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminI nostri plastici (Francesco, Emanuele e Riccardo)

I nostri plastici (Sara, Nicole e Luca)

Il plastico di SaraHo realizzato la mia cameretta con del legno compensato e gli oggetti con materiale riciclato.
L’armadio è stato fatto con una vecchia scatola di dolci, il letto con legno compensato e le coperte con stoffa e cotone, la scrivania con stuzzicadenti e cartoncino colorato mentre la sedia girevole con la scatolina delle uova, la libreria l’ho realizzata con una scatolina in legno morbido del domino.
La porta e la finestra le ho dipinte sul muro della camera con tempere acliniche, in fine ho decorato con oggettini vari.

A cura di Sara

Ho realizzato la mia cameretta con del compensato.
Il plastico di LucaHo dipinto le pareti di rosa e i mobili di celeste e verde acqua.
Alle pareti ho attaccato dei poster di vari cantanti.
Ho realizzato le decorazioni e i particolari con vari oggetti di legno presi da mia sorella.

A cura di Nicole

Per costruire il mio pastico ho preso del compensato e usando l’archetto l’ho tagliato secondo le misure date della stanza,dopo aver tagliato tuttoho attaccato con lo scoc in modo che non cadesse.
Dopo di che ho tagliato dei cartoncini arancioni per poi attaccarli sui muri poi ho realizzato i mobili con del cartoncino e colorandolo e in fine ho preso lo scoc e ho attaccato i mobili.

A cura di Luca

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminI nostri plastici (Sara, Nicole e Luca)

Le nostre camere (Giulia e Dior)

Plastico della mia camera (Giulia)Il lavoro è iniziato prendendo le misure della mia stanza e disegnando la piantina in scala 1:20 su foglio, poi ho iniziato prendendo un pezzo di compensato dove ho riportato la piantina della camera vista dall’alto.

Successivamente ho attaccato le pareti laterali dove avevo prima tagliato la porta utilizzando l’ rchetto con l’ aiuto del mio babbo. Poi ho colorato le pareti di azzuro.

A questo punto sono passata all’arredamento: il materiale che ho uasto principalmente è stato il cartoncino che mi è servito per fare il letto, l’armadio, la libreria, il comodino e la sedia. La scrivania invece l’ho costruita con il compensato e per le gambe ho usato dei bastoncini tipo “da spiedini”. La scrivania l’ho colorata di rosa e sopra ho attaccato due matitine, sulla sedia ho appogiato un orsetto.

Plastico della mia camera (Giulia)

Il tutto è stato incollato con la colla a caldo come anche il tappeto che ho ricavato da dei vecchi jeans.
Per il copriletto, cuscino, scarpette, borsetta sono andata a scavare negli oggetti che avevo da piccola delle barbie.
Così ho realizzato la mia composizione.
A cura di Giulia

Plastico della mia camera (Dior)Il modello in legno che ho realizzato è la fedele riproduzione della mia camera in scala 1:20 ed è composto da:
– porta di ingresso dal corridoio notte;
– porta finestra vetrata che si affaccia sulla terrazza;
– armadio guardaroba;
– letto a castello con due letti;
– scaletta di accesso al letto superiore;
– scaffalatura lungo tutta la parete di fronte al letto con inseriti due tavoli da studio.
Inoltre sulla parete lato porta finestra è installato il termosifone.

Per costruire il modello ho lavorato nel seguente modo:

– ho acquistato una tavoletta di compensato dello spessore di 4 mm e vari listelli e tondini di legno di balsa nonché due tavolette di balsa dello spessore di 2 mm;
– sulla tavola di compensato ho disegnato la pianta della camera e le pareti con l’incavo della porta di ingresso e della porta finestra e con il seghetto da traforo ho ritagliato le 4 pareti e la tavola di base;
Plastico della mia camera (Dior)– successivamente con la carta smeriglio ho lisciato tutti i bordi per eliminare alcune gobbe che mi erano venute nell’effettuare il taglio con il seghetto;
– usando colla liquida ho incollato le pareti sulla pianta disegnata sulla tavoletta e ho passato la colla anche sulle quattro giunture delle pareti; per essere sicura che le pareti non si muovessero le ho fermate con chiodi a spillo che ho poi tolto dopo l’essiccazione della colla;
– utilizzando pezzetti di compensato ho predisposto la base e il tetto dell’armadio, le pareti dell’armadio le ho realizzate tagliando, con un coltellino affilato, la tavoletta di balsa;
– con il medesimo sistema ho costruito la scaletta di accesso al letto superiore;
– per costruire il letto ho usato i tondini di balsa e delle tavolette di legno per formare il piano di appoggio dei materassi;
– la scaffalatura è stata costruita ritagliando i vari listelli dalla tavoletta di balsa, sempre con il coltellino affilato ho realizzato gli incastri fra la parte verticale ed i piani orizzontali;
– per i tavolini ho realizzato il piano in compensato e le gambe con tondini di balsa;
– per gli infissi ho utilizzato i listelli e la tavoletta di balsa, per fare il vetro della finestra ho utilizzato un pezzetto di una busta di plastica;
– infine le coperte e i lenzuoli li ho ricavati da pezzetti di stoffa che ho trovato in casa.

Nota: la balsa è il legno dell’albero Ochroma pyramidalis, che cresce nell’America centro meridionale.
A cura di Dior

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminLe nostre camere (Giulia e Dior)

LA MIA CAMERA (Silvia)

Plastico - la mia cameraHo realizzato un plastico in scala della mia camera. Per realizzarla ho usato compensato, cartone spesso, stuzzicadenti, spiedini, ritagli di stoffe varie, cartone fine, vernice acrilica, sughero, colla a caldo, gommapiuma, cartoncino. Per gli accessori ho usato piccoli oggetti vari in legno e plastica ed anche dei brillantini.

SVOLGIMENTO: a casa ho disegnato la pianta della mia camera in scala 1:10 e poi l’ho colorata. Successivamente a scuola ho riportato la pianta su un pezzo di compensato, poi a casa l’ho tagliato con l’archetto e poi limato con la carta vetrata. Ho preso del cartone spesso e mio padre mi ha aiutato a tagliare con le misure giuste per formare le 3 pareti , su una parete ho tagliato il buco con la finestra colorandole con la vernice acrilica arancione. Dopo le ho incollate con la colla a caldo e le ho fissate bene con dello scotch di carta, solo nell’esterno. Ho cominciato realizzare i mobili.

Plastico - la mia cameraLA GABBIA DEL CRICETO: ho cominciato con tagliare due pezzi di cartone spesso della misura voluta, dopo di che ho fatto 4 buchi ai 4 angoli e ci ho fatto passare dentro due spiedini, nella distanza tra un pezzo di cartone ed un altro ho incollato gli stuzzicadenti a distanza di poco più di mezzo centimetro appena asciutta la colla ho colorato il cartone con il blu, infine ho attaccato il criceto fatto con il cotone e la sua ciotola con il cibo.

IL LETTO: Il letto è stato il mobile più complicato da realizzare perchè è un letto a castello. Ho fatto la struttura verticale con gli spiedini e la struttura orizzontale con del cartone, la rete del letto l’ho realizzata con la decorazione della mimosa per fare le coperte ho utilizzato degli scarti di stoffa e per il cuscino gommapiuma rivestita di stoffa ed ho incollato il tutto alla struttura.
Le scale: per le scale ho usato gli spiedini e delle striscioline di cartone incollate al letto.

LE SEDIE: dalla confezione dello spruzzino per pulire i vetri e dalla bottiglia della candeggina sono nate due bellissime sedie con seduta in gommapiuma e struttura in legno (spiedini) e sughero.
L’orologio è fermo alle tre e l’ora è stata scelta dopo un lungo dibattito.

LA CASSETTIERA: la cassettiera è stata realizzata con del cartone fine. Ho incollato dei pezzi di cartone e dentro i cassetti apribili ho messo dei vestiti fatti con scarti di stoffa colorata.

LA SCRIVANIA: è stata realizzata con cartone spesso e vernice acrilica verde acqua.

Di seguito una galleria di fotografie dei dettagli del mio plastico… Buona visione!?!

read more
AdminLA MIA CAMERA (Silvia)