Noi in Prima! – 1e Scuola Don Minzoni

All posts tagged Noi in Prima! – 1e Scuola Don Minzoni

Il teatrino di Pinocchio Spettacolo (1 D)

Quest’anno gli alunni della Prima “D”, hanno lavorato sulle avventure di Pinocchio insieme al compagno Giulio.In classe è stato letto il libro e poi a piccoli gruppi con l’aiuto dell’insegnante di sostegno Rosetta e L’educatrice Elena, sono stati costruiti  burattini e cartelloni inerenti alla storia. A conclusione di tutto questo lavoro è stato deciso di rappresentare in breve la storia di questo Burattino.

Ringraziamo di cuore l’educatrice Elena per la grande disponibilità e per il suo immenso lavoro svolto per la classe e con la classe.

IMG_1116

 

 

  Ecco i bambini della prima ” D ”  

 

 

 

IMG_1118

 

Inizia il piccolo spettacolo con il capolavoro della nostra Elena.

 

 

 

IMG_1130

 

 

 

                                                          Le due narratrici: Sofia e Giulia  

 

 

IMG_1119

 

 

Ecco a voi la storia di  Pinocchio.

Geppetto costruisce un burattino e lo chiama Pinocchio.

Questo piccolo burattino è un po’ monello.

 

IMG_0080

 

 

 

Pinocchio non ubbidisce alla fata, e neppure ai consigli del grillo parlante.

 

IMG_1121

 

 

 

IL nostro narratore Raed racconta di quando pinocchio vende la giacca di Geppetto per comprare il biglietto e andare a vedere il teatro dei burattini.

 

IMG_1123

 

 

 

 

Pinocchio al teatro dei burattini incontra Mangiafuoco che gli da cinque monete d’oro da portare al babbo geppetto.

 

 

IMG_1124

 

Ecco che Pinocchio incontra il gatto e la volpe  

IMG_1125

 

 

 

 

 

 

 

 

IMG_1126

 

 

      La buona Fata è sempre pronta ad aiutare pinocchio.

 

 

IMG_1128
Pinocchio dimentica le raccomandazioni della fata e con Lucignolo va nel paese dei balocchi e diventa un ciuchino.

 

IMG_1131

 

 

 

Pinocchio finisce nella pancia della Balena.

 

 

IMG_1119

 

 

Finalmente Pinocchio ritrova il suo babbo Geppetto. Da quel   momento si prende cura di lui e diventa molto buono. La fata lo premia facendolo diventare un bambino vero.

 

 

 

IMG_1133

 

 

Ecco i nostri piccoli attori.

 

IMG_1132

 

 

 

 

IMG_1134

 Pinocchio:    Stefano

IMG_0081Geppetto:     francesco C.

Grillo:      Pietro

Mangiafuoco:    Costantin

Burattini:    Cristina, Riccardo, Sebastian

Gatto:    francesco l.

Volpe:   Alessio

Fata:    Matilde

Lucignolo:    Valerio

IMG_0082

Lumaca:    Aurora IMG_0083

Balena:    Giulio

I tre narratori:  Sofia Giulia e Raed

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

read more
AdminIl teatrino di Pinocchio Spettacolo (1 D)

Filastrocca scolastica – 1C

oFilastrocca inventata collettivamente dagli aluni della 1C.

 

A come appello

venire a scuola è molto bello.

B Come come banco

di imparare non sono mai stanco.

C come classe

la maestra vorrebbe che ognuno studiasse.

D come datap

è la prima cosa che va imparata.

E come entrata

si corre se la campanella è suonata.

F come firmare

se a casa devi un avviso devi portare.

G come giardino

dove si gioca a nascondino .

H come halloq

ciao in inglese a tutti dirò.

I come istruzione

e preziosa ogni lezione.

L come lavagna

copia bene e non far la lagna.

M come maestra

con lei la scuola diventa una festa.

N Come notas

spero che quella pagina rimanga vuota.

O come operazioni

più, per, diviso e sottrazioni.

P come penna

per scrivere bene, se ci si impegna.

Q come quaderno

utile sempre d’autunno e d’inverno.

R come ricreazionev

quando smettiamo di far lezione.

 S come scuola

alza la mano e chiedi la parola.

T come teatro

un bello spettacolo abbiam preparato.

U come uscita

quando la lezione è ormai finita.

V come vacanza

ora delle scuola ne ho abbastanza

Z Come zainoz

ci metto le mie cose e me lo traino.

 

…e per fine metto la w

W la scuola, dillo anche tu

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

read more
AdminFilastrocca scolastica – 1C

Cipì (parte 3) 1A

 

IL SIGNORE DELLA NOTTE

cipì 8

 

Una fredda notte Cipì vede un buco tutto nero nel muro della casa di  fronte e ad un tratto si accesero due scintille : era la casa del signore della notte.

 

 

 

 

                                                                   Cipì poliziottocipì9

Cipì interroga gli amici del tetto e scopre che alcuni passerotti sono andati a parlare con le stelline e non sono più tornati.

 

 

 

cipì 10

 

Il mistero svelato

Ad un certo punto, sul calar della notte, Cipì vede due stelline scintillanti che dicono agli uccellini di avvicinarsi per portarli nel paese della felicità. Passerì si rende conto che non sono stelline, ma sono gli occhi del signore della notte, ad un tratto due passeri si avvicinano e il signore della notte li afferrò con gli unghioni.

 

cipì11

 

                                                                 Assemblea

Cipì raduna tutti gli uccelli del tetto sul grande albero per fare un’ assemblea e spiegare cosa è successo ai figli di Cippicippi e Chiccolaggiù che sono scomparsi nella notte.

 

 

cipì12

 

 

Il racconto di Cipì

Dopo il racconto di Cipì, sul grande albero si scatena una tremenda confusione. Alcuni credevano a Cipì ed altri pensavano che il signore della notte fosse buono e li proteggesse.

 

cipì13

 

Al castello antico

Cipì va al castello antico per cercare delle prove contro il signore della notte, ma un uccello del castello antico si avventa contro Cipì quando parla di quello che considerano il loro protettore.

 

cipì14

 

 

La promessa del vento

Cipì e Passerì vanno a chiedere aiuto alla luna, al sole e alle nuvole, ma loro non possono aiutarli, quindi si rivolgono al vento che promette di dar loro una mano per trovare le prove.

 

cipì15

 

                                                                                                La prova 

La primavera ritornò e con essa il vento che mantiene la sua promessa. Cipì radunò tutti i passeri davanti al buco del signore della notte il vento entrò come una furia nel buco e uscì trascinando con sé avanzi di ossa e piume lacerate .

cipi16

 

Gli uccellini fanno un patto per non far avvicinare nessuno al signore della notte e lasciano della sentinelle a controllare che nessuno si avvicini. Il signore della notte la dodicesima notte preso dalla fame, se ne andò per sempre.

 

 

3cipì 17

 

                                                                                                               La libertà

In quei giorni ci fu una grande festa. La mamma di Cipì andò dal figlio per abbracciarlo e dirgli che ere stato coraggioso e che era fiera di lui perchè era stato buono e generoso con tutti. passarono i giorni, le staioni, gli anni e Cipì e Passerì conobbero la felicità ed ebbero tanti figli.

 

 

 

read more
AdminCipì (parte 3) 1A

Alfabeto per la mamma

DSCN1909

I fiori creati da noi per la Festa della mamma

A come allegra

B come bella

C come curiosa

D come dolce

E come elegante

F come fantastica

G come gentile

H come happy

I come istruita

L come laboriosa

M come materna

N come naturale

O come originale

P come puntigliosa

Q come quieta

R come romantica

Le rose di carta per la Festa della mamma

Le rose di carta per la Festa della mamma

S come sportiva

T come tenera

U come unica

V come vanitosa

Z come zelante.

“Alle nostre care mamme con tanto affetto”

classe 1B

12 Maggio 2013

read more
AdminAlfabeto per la mamma

Il Berretto della saggezza (2 parte) 1B

[….]

Il giovane, sempre più saggio,

riprese il suo viaggio.

borgo con dame che litiganoQuando arrivò in un’altra città

sentì delle grida un poco più in là.

 

C ‘ eran le dame a bisticciare

perchè un principe volevan sposare .

 

Barnaba allora prese il cappello prodigioso

e lo gettò su quel gruppo litigioso.

 

Tutte le dame si misero a pensare :

– Ma che facciamo , a una di noi e sol per il suo cuore.

 

Il re a Barnaba volle donare

molti terreni da governare.

 

Ancora una volta il giovane riprese il cammino

pulzella nella torree arrivò presso un paesino.

Da una torre sentì il pianto di una fanciulla.

Si avvicinò

e il suo cuore di quella voce si innamorò:

 

“la mia matrigna mi ha imprigionata

perché bella son diventata

e lei che bella certo non è

molto invidiosa per questo è”.   

 

Barnaba presto si mise a cercare

e la matrigna riuscì a trovare

Prese il cappello, glielo gettò

e lei subito buona diventò.casa della matrigna

La pulzella fu liberata

e a Barnaba fu tanto grata.

Il ragazzo più di un castello ha ereditato

perchè col suo berretto l’amore ha trovato.

 

Questo c’ insegna che la saggezza

è più importante della ricchezza.

Questo cappello è prodigioso,

è veramente un dono prezioso.

 

Il berretto della saggezza tutti noi abbiamo,

non lo vediamo ma è dentro di noi.

Tiriamolo fuori, mettiamolo in testa , nel mondo andiamo

insieme a far festa.

 

Classe 1B

read more
AdminIl Berretto della saggezza (2 parte) 1B

Pinocchio – 1D

                                pin.1-2C’era una volta…

un pezzo di legno che capitò

    nella bottega di mastro Ciliegia

e questi lo regalò al suo amico Geppetto il

     quale lo utilizzò per fabbricare un burattino.

 

pin.2

 

Pinocchio

Geppetto, tornato a casa, comincia subito a fabbricarsi il burattino e gli mette il nome di Pinocchio; questi comincia subito a beffeggiarlo togliendoli la parrucca.. Geppetto una volta terminato gli insegna anche a camminare.

pin.3

 

 

 

Pinocchio schiaccia il grillo parlante

Geppetto viene condotto senza colpa  in prigione. Pinocchio torna a casa e conosce il grillo che lo rimprovera per essersi comportato male, ma lui non vuole ascoltarlo e lo schiaccia con un martello.

 

pino.4

 

 

Pinocchio si brucia i piedi…

 Pinocchio ha fame ma non trova niente da mangiare allora si addormenta con i piedi vicino al camino e se li brucia. Geppetto torna a casa, da al burattino la colazione che il pover’uomo aveva portato per se. Poi ricostruisce i piedi al burattino e vende la sua casacca per comprargli un Abbecedario per andare a scuola.

pin.4

 

 

 

 

Il teatro dei Burattini

Pinocchio vende l’Abbecedario per andare a vedere il teatro dei burattini. Tutti riconoscono il loro fratello Pinocchio e gli fanno festa; ma sul più bello esce fuori il burattinaio Mangiafuoco e Pinocchio corre il pericolo di fare una brutta fine: essere bruciato.

 

 

pin.5

 

 

 Mangiafuoco regala a Pinocchio cinque monete d’oro.

pin.4bis

Mangiafuoco starnutisce e perdona Pinocchio, il quale difende dalla morte il suo amico Arlecchino. Mangiafuoco, infine, regala cinque monete d’oro a Pinocchio perchè le porti al suo babbo Geppetto: Pinocchio invece si lascia abbindolare dalla volpe e dal gatto e sene va con loro.

 

 

 All’osteria del Gambero Rosso

Pinocchio all’osteria del Gambero rosso spende una moneta d’oro per pagare il suo conto e quello del Gatto e la Volpe, perchè  quando viene svegliato dall’oste, loro se ne sono già andati.

pin.6-7

 

 

 Pinocchio incontra gli assassini

 

Pinocchio per non aver dato retta ai buoni consigli del Grillo parlante, si imbatte negli assassini che lo inseguono e poi lo impiccano alla quercia grande.

 

 

 

 

pin.8

La fata Turchina

La bella bambina dai capelli turchini, fa raccogliere il burattino: lo mette a letto e chiama tre medici per sapere se sia vivo o morto.

 

 

Pinocchio non vuole la medicina…

Pinocchio mangia lo zucchero, ma non vuol purgarsi: però quando vede i becchini, che vengono a portarlo via, allora si purga.

 

 

pin.9-2

 

 

 

Pinocchio dice le bugie e gli cresce il naso…

La fatina allora chiama tanti uccelli che cominciano a beccare il naso del burattino per farlo tornare a grandezza naturale.

 

 

 

pin10 e 10 bis-2

 

 

 Il campo dei miracoli…

Il Gatto e la Volpe, fanno seminare a pinocchio i quattro zecchini d’oro nel campo dei miracoli. Pinocchio, poi, scopre che le sue monete nel campo non ci sono più.

pin.11-12-13

 

 

 

Pinocchio torna dalla fata

Pinocchio torna dalla fata, ma deve aspettare i comodi della lumaca…                            La fatina gli promette che se sarà bravo diventerà un bambino vero e per questo il giorno dopo festeggeranno con una gran colazione.

 

pin.14

 

 

 

Al paese dei Balocchi

IL paese dei balocchi aspetta i ragazzi svogliati… Pinocchio invece di andare a scuola incontra il suo amico Lucignolo che lo convince ad andare con lui nel Paese dei Balocchi.

 

pin15

Pinocchio e lucignolo diventano due ciuchini.

Dopo cinque mesi di cuccagna, Pinocchio, con sua grande meraviglia, sente spuntarsi un bel paio di orecchie asinine e diventa un ciuchino con la coda e comincia a ragliare. Pinocchio viene venduto al Direttore di una compagnia di Pagliacci per ballare e saltare nei cerchi. Alla fine il ciuchino Pinocchio viene gettato in mare perchè azzoppato.

pin 15-16

 

 

 

 In mare

 I pesci mangiano il corpo del ciuchino Pinocchio, che torna nuovamente burattino.

 

 

 

pin.17

 

 

Il pesce-cane

Il Pesce-cane mangia Pinocchio, e dentro la pancia del pesce incontra Geppetto.

 

 

pin.18-19

 

Nella pancia del pesce-cane Pinocchio prende sulle spalle Geppetto e scappa dalla bocca del pescecane; poi vengono aiutati da un tonno a raggiungere la riva.

 

 

 

pino 20
  La casa

Pinocchio e Geppetto trovano una capanna per viverci… e Pinocchio decide di trovare un lavoro.

 

 

 

pin.21

 

 

 

 

 PINOCCHIO INCONTRA LA LUMACA.. che gli racconta che la fatina sta male; lui allora, invece di utilizzare i suoi soldi per comprarsi un vestito nuovo, regala i suoi soldi alla lumaca per curare la fatina.

 

 

pin.22

 

 

 

Pinocchio diventa un bambino vero.

La mattina dopo al suo risveglio, Pinocchio è diventato un bambino vero, perchè ha imparato ad essere buono e a prendersi cura del proprio genitore.

read more
AdminPinocchio – 1D

Cipì (parte 2) 1A

NEL CESPUGLIOim11

Cipì va a prendere da bere al fiume per la compagna ferita.

 

 

im17

 

 

Cipì promette a Passerì che non l’abbandonerà mai e le chiede se, quando sarà guarita, vorrà costruire un nido insieme a lui. Passerì risponde felice che non vede l’ora di guarire.

 

 

im13

 

                                                               GUARIGIONE

Cipì racconta a Passerì che i frutti stanno già maturando sugli alberi.

 

 

 

im18

 

 

UN POSTO PER IL NIDO

Quando Passerì guarisce i due passerotti iniziano le corse pazze presi dalla voglia di volare, di giocare, di essere liberi e felici.

 

cipì 1

 

 

 

Alla fine Cipì e Passerì decidono di costruire il loro nido proprio sul tetto su cui era nato Cipì.

 

cipì 13

 

LA GUERRA

Quella notte il cielo era un campo di battaglia: tuoni, fulmini, grandine fecero spaventare gli uccellini.

 

cipì 2

 

Quando tornò Palla di fuoco, le nuvole si dispersero e giunse l’arcobaleno con i suoi meravigliosi colori che abbracciava la terra in segno di pace.

 

 

 

cipì 3

TRE

Quando il nido fu pronto Passerì depose tre uova e, mentre le covava, Cipì andava e tornava dal tetto ai campi in cerca di cibo per sè e per la sua compagna.

 

 

 

cipì12

I figli di Cipì ruppero le uova, un giorno di settembre e Cipì pieno di felicità, fece il giro del paese per annunciare a tutti la loro nascita. Quando giunse da Margherì la trovò morente perchè la falce aveva reciso tutti gli steli del prato.

 

cipì 9PALLA DI FUOCO

Con l’arrivo dell’autunno le rondini saltarono in groppa del vento e sparirono nell’infinita vastità del cielo.

 

cipì 10

Palla di fuoco si fa sempre più pallido e le forze gli vennero a mancare e sparì in mezzo alle nebbie.

Il bel cielo azzurro dove Cipì e Passerì avevano vagato diventò grigio. La vita dei passerotti diventò molto difficile.

cipì 6

 

LE FARFALLE BIANCHE

Un mattino dalle nuvole cominciarono a staccarsi tante farfalline bianche e i figli di Cipì si divertivano a rincorrerle e a giocare con loro.

 

cipì 8

 

 

 

 

Le farfalle bianche ricoprirono tutta la terra e i passerotti non trovavano più niente da mangiare.

 

 

cipì 5

 

LA FAME

Beccodolce aveva trovato tanti chicchi di grano sotto un porticato vicino alla tana dell’uomo. Molti passeri rimasero intrappolati nelle gabbie.

 

 

cipì 4

 

 

 

NEL POLLAIO

In un altro cortile c’era un pollaio socchiuso. I passeri, guidati da Cipì, entrarono a due a due e tutti riuscirono a mangiare.


cipì 7

 

BOCCONI GIALLI

Chiccolaggiù aveva visto un bel boccone giallo in mezzo ad un cortile, ma Cipì capì subito che si trattava di una trappola, infatti, un passero che non resisteva più dalla fame, si lanciò sul boccone e, nell’istante in cui lo beccò scattò una molla che lo strozzò.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

read more
AdminCipì (parte 2) 1A

Cipì – 1A

                                                                    Nascita di Cipì

IM1

C’era una volta un piccolo paese disteso nel verde e nel sole: nel paese c’era un palazzo e sul tetto del palazzo, nascosta sotto una tegola, una passera covava tre uova.

 

 

im2

 

 

 

Un bel giorno di primavera le uova si schiusero. Uno dei tre passerotti lo chiamarono Cipì  perchè non smetteva mai di dire: – Cipì, Cipì, voglio uscire di qui!

 

 

im3

 

 

Il mondo

Cipì salta fuori dal nido e va a sbattere il becco contro il camino.

 

im6

 

                                                                                                

Cipì si rannicchia sotto l’ala della mamma e sente il suo cuore che batte

e fa: – tum, tum!

 

 

im4

                                                                                                                                                      Il buco fondo e nero

Cipì salta da una parta all’ altra del camino

finchè ci cade dentro

 

                                                                            

im5
Cipì cade nella cenere del focolare e dei bambini cercano di afferrarlo.

                 

 

 

 

im10

 

                          Prigioniero

I bambini legano un filo alla zampa di Cipì.

 

im9

 

 

 

 

Cipì riesce a fuggire dalle mani dei bambini e torna dalla sua mamma volando.

 

im7

 

 

           Alla scoperta del mondo   

Cipì con la mamma e i fratelli vola sul susino e ascoltano il canto  degli insetti.

im8

 

 

 

Cipì vola e guarda incantato il mondo, poi si butta in picchiata verso Nastro d’ Argento vedendo la sua immagine riflessa e ciaff!

 

 

im12

 

Margherì

Cipì  fa amicizia con un fiore che si chiama Margherì e vive in riva a Nastro D’Argento.

 

im19

 

 

La mamma dice ai tre fratellini che sono diventati grandi che si devono arrangiare da soli e devono stare attenti ai pericoli.

 

im15

 

 

 

Gli artigli

Cipì vuole scoprire se è vero ciò che gli ha detto la mamma sugli artigli invisibili del gatto e si avvicina sempre di più.

im14

 

 

                Gli artigli del gatto strappano la coda di Cipì che però,

                   per fortuna, riesce a fuggire.

 

 

cipì 11

                   

 

             La fucilata                                              

Cipì va in campagna insieme ai suoi compagni e beccano i semini   gialli, ma ad un certo punto tutti scappano perchè arriva l’uomo con il tubo luccicante.

 

im16

 

 

 

 

Dopo un formidabile tuono una passerotta rimane ferita ad un’ala e Cipì la mette in salvo portandola dietro un cespuglio.

 

read more
AdminCipì – 1A

IL Berretto della saggezza (1 parte) 1B

FIABA IN RIMA TRATTA DA UN COPIONE TEATRALE

(Progetto CRED Tuttinsieme)

 

 

paese re buonoC’ era una volta in un paese

un signore buono e cortese.

 

 

 

 

Al figlio più grande, quando morì,

lasciò un castello grande così.

castello del figlio più grande

castello del figlio più grande

Il povero Barnaba , secondo fratello,

ebbe in dono solo un cappello.

Ma quel cappello era un dono prezioso

perché era molto prodigioso:

era il cappello della saggezza

che porta in dono amore e saggezza.

 

 

 

Barnaba disse al fratello:

– Col mio cappello voglio andare

e tutto il mondo voglio esplorare.

Allora se ne andò via

fino a sostare in una osteria.

osteria con cavalieri

osteria con cavalieri

 

Qui dei cavalieri venuti a mangiare

incominciarono a litigare.

Barnaba allora in quel duello

gettò subito il suo cappello.

Quei signori all’ improvviso

fecero pace e torno’ il sorriso.

 

 

Il ragazzo si rimise in cammino con decisione

ma in città trovò confusione.

Un re cattivo voleva far guerra

al principe di Firenze e rubargli la terra.

castello re cattivo

 

 

Barnaba cercò il re del castello

per gettargli in testa il cappello.

Appena il re ebbe in testa il cappello

diventò più saggio e più bello.

 

Continua […]

Classe 1B

 

 

 

 

read more
AdminIL Berretto della saggezza (1 parte) 1B