Blog classe 4^A Scuola Primaria Giosuè Carducci

All posts tagged Blog classe 4^A Scuola Primaria Giosuè Carducci

Poesia

Le poesie sono divise in strofe  e non sempre hanno la  rima.

Il poeta  paragona e fa delle similitudini  al personaggio o ambiente che vuole descrivere.

Vi daremo delle istruzioni per coltivare la poesia, sperando che vi piaccia..!

Istruzioni:

Chiudi gli occhi.

Apri la mente .

Che  cosa scopri ,se

Guardi attentamente?

Un po’  di tristezza?

Mistero, bellezza,un po’ di follia?

Drizza le orecchie

Stai ben attento.

C’ è una parola

Una frase in fermento?

Seguine il ritmo.

Afferra il rumore

E gustane poi, lentamente il sapore.

E’ divertente?

Impertinente?

Senti che mette radici alla svelta?

Ormai la poesia

Ti sta sbocciando in testa.

 

Abbiamo incominciato a studiare poesie in prima e questa è una inventata da noi e si intitola:

Giornalisti saremo se il mondo scopriremo

Bambini in tutto il mondo

Bambini in tutto il mondo

Chissà come sarà il mondo di là

Grande immenso come quello di qua?

Prima o poi lo scoprirem

Perché giornalisti diventerem

Facciamo un girotondo

E scopriamo gli eventi del mondo

Gli ostacoli del cammino supereremo,

se uniti resteremo.

La 4° noi siamo

e non ci arrendiamo!

Gli articoli scriviamo

e nel mondo noi viaggiamo.

Quando nelle regioni siamo

e le persone incontriamo

la differenza non notiamo!

Sofia

Ridona

Sofia

 

 

Continua
AdminPoesia

Do you ringo champions

Domenica 19 Maggio 2013 nel campo dell’Olimpia c’è stato un grande torneo al quale partecipavano tante squadre che venivano da tutta Italia. C’erano due squadre dell’Olimpia 2004 una si chiamava Falchi Olimpionici e un’altra che si chiamava Api Olimpia .

Stemma A.C. Olimpia

Stemma A.C. Olimpia

Le prime tre partite le abbiamo vinte facilmente: una 10-1, un’altra 7-0 e un’ altra 5-1, poi ci siamo guadagnati la semifinale e l’abbiamo disputata contro il Real Mugnano che veniva da Napoli, abbiamo vinto 4-1 : eravamo in finale, sembrava un sogno! Per essere all’altezza della situazione ci siamo allenati a fondo. Durante la finale il cuore ci batteva a duemila, ci siamo impegnati più che potevamo ma la fortuna non ci ha assistito e abbiamo perso 4-1 . Perciò non siamo andati a Milano a disputare la finalissima. Come premio di consolazione ci hanno regalato una maglietta rossa e bianca e hanno pubblicato la nostra foto su La Nazione….meglio questo che nulla!

Calcio che meraviglia!

Calcio che meraviglia!

Niccolò , Marco e Matteo

Continua
AdminDo you ringo champions

Leggere

A noi piace infinitamente leggere,abbiamo iniziato a leggere libri più corposi in terza .

I libri ci piacciono tutti, ma in particolare:

i libri di avventura(Robinson Crosoe,il corsaro Nero)
libri di scienza(Lo spazio,tutto sulle api)
libri di storia/prestoria(I Dinosauri,Gli Hittiti)
libri di geografia(L’Atlante,Gira l’Italia)
libri di fantascienza(Mostri dallo spazio,I Cani fantasma)
libri di narrativa(Rompibot,JudY Moody).
Alcuni bambini della nostra classe,pensano che leggere sia noioso e stupido.
Invece noi pensiamo che leggere sia bellissimo, infatti leggendo si sogna ad occhi aperti e

s’imparano
anche tantissime cose che non sappiamo.

ORA VI RACCONTIAMO PERSEO E MEDUSA

Medusa: che mostro!

Medusa: che mostro!

Il re Polidette odiava Perseo.
Così un giorno gli chiese la testa di Medusa, un orrendo mostro dallo sguardo paralizzante
e capelli di serpenti.
Mentre Perseo era alla ricerca di Medusa gli apparve Mercurio,il messaggero degli dei che gli
diede una spada, un elmo che rendeva invisibile, dei calzari alati, uno scudo brillante e gli
disse che Medusa si trovava nella Terra della notte.
Perseo partì verso il luogo che gli era stato indicato.
Per ucciderla dovette guardare la sua immagine riflessa nello scudo e poi tagliarle la testa.
Alla fine riuscì a farlo.
Così si mise in volo verso il palazzo di Polidette.
Arrivato a palazzo, il re non gli crede, ma Perseo gli mostrò la testa di Medusa e
Polidette diventò di pietra.

Continua
AdminLeggere

Gita a Maiano

Vista mozzafiato

Vista mozzafiato

La scorsa primavera siamo andati a fare una gita alla fattoria di Maiano insieme ad un’altra classe.
Quando siamo arrivati una signora ci ha guidati per tutta la fattoria.
All’inizio ci ha portati a vedere alcuni animali: i cavalli, i maschi avevano il pelo più scuro delle femmine;
poi abbiamo visto gli struzzi che erano un maschio e una femmina, gli struzzi corrono velocissimo,hanno tanti strati di piume
con tonalità grigio marrone e un pò di bianco, il maschio aveva invece le piume molto più scure.

Abbiamo visto anche le oche che erano bianche e con piume lucide e morbide, il becco era grande,lungo e arancione. C’erano anche le galline,poi abbiamo visto il germano maschio e femmina,sono bellissimi e sopratutto con il manto lucido.

L'allegra brigata dei germani

L’allegra brigata dei germani

I maschi hanno il collo verde e nuotano nel fiumiciattolo della fattoria; hanno le zampe palmate e le femmine sono grige. Abbiamo visto dei simpatici maialini che stanno nel
fango per levarsi le pulci, davvero curioso! Gli asini stavano dentro una baracca di legno e sembravano gradire molto la loro sistemazione. La guida ci ha fatto poi entrare fatto entrare dentro il recinto e abbiamo potuto dare da mangiare agli animali.
Ed infine ci hanno fatto vedere le capre.Dopo ci siamo seduti a tavola e ci hanno dato da mangiare.Dopo pranzo abbiamo visto un video sull’olio.

Oro della natura

Oro della natura

Dopo con il babbo del nostro amico Francesco, che è esperto della natura, abbiamo fatto una lunga passeggiata in mezzo al bosco.

Alessandro
Filippo
Andrea

Continua
AdminGita a Maiano

Noi della 4A

Noi  alunni  della  4° A  siamo   accoglienti, buoni, non siamo confusionari, ma siamo chiacchieroni  ; le maestre dicono che siamo pigroni, ma alcune volte siamo interessati, naturalmente quando vogliamo.

L’inglese  è una delle nostre passioni e lo sappiamo abbastanza bene, siamo bravi nei  problemi, ma certe volte  siamo distratti in Italiano facciamo ancora degli  “orrori” come li chiama la maestra Gloria!

In grammatica siamo veloci ad analizzare le frasi e  ci piace la musica.

Il lunedì  mattina siamo molto addormentati ma di pomeriggio  ci svegliamo.

Siamo amanti  della natura e abbastanza ordinati.

 

Queste sono le nostre regole:

andiamo  in bagno  due alla volta prima della ricreazione;

dobbiamo alzare la mano per intervenire;

cerchiamo di aiutarci sempre  e se un amico è in difficoltà  siamo disponibili.

La nostra aula ha una  visuale bellissima  ed è vicina allo stadio Franchi.

Abbiamo due maestre stupende,che si chiamano Tiziana e Gloria poi c’è Fabio e due Marie che a noi piace chiamare una “Maria bionda” perchè ha i capelli biondi e l’altra “Maria mora” perchè ha i capelli
castani.
La nostra aula è più lunga che larga,ha cinque finestre, tanti armadi e molte mappe geografiche
Abbiamo “la porta parlante” perchè ogni volta che tira vento si apre e fa un grande cigolio e subito dopo si richiude,ecco perchè a noi della 4A  piace chiamarla così.
Quando abbiamo vist0 la nostra classe ridipinta siamo rimasti a bocca aperta,purtroppo mancavano le luci,ma che dire:”non si può pretendere troppo “.

Lorenzo, Bryan, Gabriele, Ginny, Caterina e Anna

Continua
AdminNoi della 4A