Blog classe 2^B Scuola Sec. 1°gr Pio X Artigianelli

All posts tagged Blog classe 2^B Scuola Sec. 1°gr Pio X Artigianelli

Il Duomo, parte II

La cupola del Duomo di Firenze illuminata di notteAd arte recentemente abbiamo parlato di un argomento che mi ha molto interessato e aiutato a comprendere la fondazione della mia città Firenze, ma principalmente del Duomo. Ho scelto di trattare questo argomento perché secondo me è uno dei più interessanti trattati finora.
Nel periodo che va dal 1100 al 1250 la popolazione delle varie città italiane ebbe un impulso per costruire la propria cattedrale, tutte le persone parteciparono alla costruzione chi con i soldi e chi invece con il proprio lavoro manuale. I lavori per la costruzione del Duomo di Firenze iniziarono l’8 Settembre 1296 e finirono il 23 Aprile 1461 e in tutto durarono 165 anni. Gli uomini che lavoravano per la costruzione della cattedrale erano varie maestranze: i manovali, coloro che trasportavano le pietre per la fondazione; i carpentieri, coloro che costruivano le macchine per collocare le opere finite; l’architetto, colui che progettava la costruzione senza però avere nessuna pianta dell’edificio. La maggior parte della cattedrale fu fatta da Brunelleschi che però non riuscì a vederla finita perché morì nel 1446. Dopo la sua morte continuò il lavoro il suo amico Manetti, pio fu chiamato Verrocchio il quale fece la palla bronzea che è presente tutt’oggi sopra al Duomo. La palla fu l’elemento che concluse la costruzione del Duomo e lo fece diventare la terza cattedrale più grande al mondo.

A cura di Francesco E.

Continua
AdminIl Duomo, parte II

JUDO

Vignetta JudoIl judo è uno sport di combattimento che si pratica anche alle olimpiadi. È uno sport fisico, un’arte marziale, un metodo di difesa personale giapponese formalmente nato in Giappone da parte del Prof. Jigoro Kano, nel 1882. È la via più efficace per utilizzare la forza fisica e mentale. Non si tirano né calci, né pugni. Si fanno sgambetti, sollevamenti, strangolamenti. Il judo si può praticare solo in due.
Questo sport insegna a cascare, e a portare rispetto all’avversario. Infatti prima di un combattimento si fa il saluto sotto forma di un inchino.
La persona che pratica il judo di chiama judoka ed il kimono si chiama judogi.
Ogni judoka ha una cintura il cui colore indica il suo livello di esperienza e bravura.
I colori sono: bianco, giallo, arancione, verde, blu, marrone, nero (che a sua volta si divide in DAN dal primo al quinto), bianco-rosso alternato (dal sesto all’ottavo DAN) rosso (dal nono all’undicesimo DAN), bianco doppio (ovvero più fine larga – dodicesimo DAN). Esistono due tipi di combattimento: in piedi ed a terra.

Due judoka in azione

Le persone più pesanti hanno una maggiore stabilità, mentre le più leggere ed alte come me devono essere più veloci e effettuare gli sbilanciamenti in modo più tecnico per rendere efficace la mossa dato che hanno meno forza.
Io sono cintura verde e combatto volentieri sia a terra che in piedi.
Frequento la palestra Atletic Club di Scandicci il martedì, giovedì ed anche il venerdì qualche volta.
Sono sei anni che pratico il judo, ho imparato molto sia in termini tecnici di combattimento che di comportamento, dato che i miei maestri non si scordano mai di ricordare che il judo è anche una disciplina di vita.
Sicuramente devo ancora imparare tantissimo.

A cura di Daniele F.

Continua
AdminJUDO

Le decorazioni natalizie a Firenze

Quest’ anno, a Firenze, i negozianti hanno messo delle decorazioni bellissime, il bello di quest’ anno è che hanno messo delle luci diverse rispetto agli altri anni. In V.Romana hanno messo delle luci bellissime a forma di ombrellini; sì è vero erano carini, ma secondo me hanno fatto un po’ da portasfortuna per la pioggia, la quale è scesa a catinelle su tutta la città. In V.Magenta c’ erano decorazioni molto carine come i “Babbi Natale” che spuntavano dalle finestre.
Poi, sempre in Via Magenta c’ erano delle musichette natalizie davvero simpatiche che mettevano di buon umore i passanti e rallegravano nonostante la pioggia.
Secondo me queste decorazioni hanno migliorato il natale e lo hanno reso reso speciale anche più di quello che è già.

A cura di Carlotta B.

Continua
AdminLe decorazioni natalizie a Firenze

Il laboratorio di ceramica

Il laboratorio di ceramica è una serie di incontri in cui si lavora l’argilla. Spesso si va di lunedì. Dura circa 3/4 ore.
Con noi ci sono un uomo ed una donna che ci psiegano cosa fare. Si trova al ex conventino a Firenze. Nel primo incontro abbiamo fatto dei vasi in argilla. Mi è piaciuto lavorare l’argilla, perchè a me piace molto lavorare queste paste ad esempio pasta salata pongo ecc.

A cura di Bima L.

Continua
AdminIl laboratorio di ceramica

Che avventura il Campo Avventura!

A settembre con la scuola sono andato in gita al campo avventura,è stata un’esperienza formativa e divertente.
Le cose che mi sono piaciute di questo viaggio sono state molte.
Quella che mi ha colpito di piu’ e’ stata accendere un falo’ e mangiare il cibo che mi ero preparato con le mie stesse mani insieme ai miei amici.
Il calore del fuoco ci ha scaldati.
Un’altra cosa che mi ricordero’ e’ stata la calata dal ponte. Mi sono messo l’imbracatura e mi sono calato di sotto con un po’ di paura.

A cura di Lorenzo P.

Continua
AdminChe avventura il Campo Avventura!

Il teatro a scuola

I professori ci hanno proposto un corso di teatro,secondo me molto istruttivo.
Il primo giorno abbiamo fatto una cosa buffa, cioè presentarci ma non come ci presentiamo di solito ma facendo dei movimenti buffi con il corpo; alcuni di noi si vergognavano ma altri invece erano molto disinvolti.
Nella seconda lezzione invece abbiamo provato qualche scena di Peter Pan, cioè lo spettacolo che dovremmo mettere in scena a Natale del anno prossimo.
Nella mia classe ai miei compagni è piaciuta molto l’idea perchè si sono iscritti quasi tutti al corso, ma non recitiamo e basta, impariamo pure come creare dei costumi, perchè dovremmo farceli da soli per lo spettacol. Gli insegnanti di teatro sono molto simpatici mi diverto molto quando devo rimanere a scuola per il corso.

A cura di Daniela R.

Continua
AdminIl teatro a scuola

La IIB

La 2B che dire, siamo una classe di chiaccheroni, e poco studiosi, almeno per quanto mi riguarda.
In giro si sente dire che i prof per la disperazione stanno rischiando l’esaurimento.
Sappiamo anche essere silenziosi naturalmente solo sotto minaccia,non possiamo farci nulla, si dice
che questa è la maledizione delle B, a quanto pare è una leggenda vera.
Non ci sono parole per descrivere la nostra classe quindi ho finito…

A cura di Daniela R.

Continua
AdminLa IIB

I canottieri di Firenze

La Società Canottieri Firenze è nata nel 1886 e da quel momento non ha mai smesso di praticare e insegnare canottaggio.
La Canottieri in questi anni è stata campione mondiale: molti ragazzi,tra cui il nosto allenatore e la nostra allenatrice, hanno conquistato primati mondiali. La società si trova esattamente sotto gli Uffizi, al livello dell’Arno. Il canottaggio mi piace perchè lavorano quasi tutti i muscoli del corpo e quindi si sviluppano uniformemente. E’ uno sport molto appassionante, permette di sfogare la tua forza nella vogata. Io ho due allenatori, Alberto e Gioia, entrambi molto bravi. L’allenatore che mi ha stupito di più è Alberto che, a 62 anni, continua a fare canottaggio e a fare sollevamento pesi. Questo sport lo consiglio a tutti quelli che amano divertirsi ma soprattutto faticare! Inoltre ciò che mi diverte è il fatto che i turisti su Ponte Vecchio non smettono neanche un attimo di fotografarci e salutarci!

A cura di Tommaso T.

Continua
AdminI canottieri di Firenze

La moda delle teen agers

Le ragazze oggi per essere vestite alla moda devono avere dottor Martines, pantacollant con le galassie, felpe corte fin sopra la pancia o magliette larghe, oppure jeans stretti corti con sotto calze nere. Ora di moda vanno anche le Vans alte. Questo look viene usato principalmente dalle ragazzine di età tra i 12 e i 16 anni, però le scarpe (Dottor Martines, Vans) vengono usate anche dai ragazzi. Questa moda è in voga in Europa ma anche in America.  E’ un abbigliamento adatto in inverno,  ma  possiamo usarlo anche le sere d’estate per uscire. Ora ci si veste così perché questi vestiti si vedono nei negozi in cui andiamo noi ragazzi (Brandy, Subdued, HeM).

Per maggiori informazioni (http://www.stylefile.it/vans-authentic-scarpe-verde-fid-31857.html )

A cura di Cecilia S.

Continua
AdminLa moda delle teen agers

Il tennis

Il tennis è uno sport che vede opposti due giocatori o quattro.
I giocatori utilizzano una racchetta, come se fosse il prolungamento del braccio, al fine di colpire la palla.
Lo scopo del gioco è colpire la palla per far sì che l’avversario, posto nell’altra metà del campo da gioco, non possa ribatterla dopo il primo rimbalzo o battendola finisca con mandarla fuori il campo.
Non solo forza fisica e precisione bastano per poter giocare a tennis, ma fondamentale, soprattutto se lo sport è praticato a livello agonistico, è il fattore mentale. Non per niente la maggior parte dei giocatori e delle giocatrici che sono nella “top ten” mondiale sono seguiti da uno psicologo oltre che da un allenatore che si occupa dei colpi in campo e da un preparatore atletico. Viene per questo considerato uno degli sport più difficili non che faticoso del mondo. A livello amatoriale è divertente e crea sempre un po’ di competizione.
Il tennis è faticoso ma anche molto divertente pur se qualche volta ti dà i nervi. Un tennista deve usare tutte e due le braccia per giocare perché altrimenti un braccio diventerà muscoloso e l’altro resterà uguale . Appena una persona inizia a giocare a tennis gli allenatori le faranno fare solo e sempre allenamenti finché non è diventata abbastanza brava da fare una partita oppure papera o americana .Col tennis si imparano diverse cose fra cui il controllo della potenza del braccio , l’equilibro, l’abilità di muoversi velocemente da un punto all’altro del campo.

A cura di Daniel F.

Continua
AdminIl tennis