Teatro

La recita scolastica

Il 19 Dicembre noi della 4 a abbiamo fatto una recita, intitolata “ Tutti i grandi sono stati bambini, ma pochi di essi se ne ricordano”. Era divisa in tre parti, la prima era quella del Piccolo Principe che come diceva la canzone a viaggiato per altri mondi. I personaggi erano : il Piccolo Principe, i Re, gli Ubriaconi, i Vanitosi, i Viaggiatori, i Robin Hood e le famiglie.

Le scene principali

Le scene principali

Ognuno dei personaggi aveva delle battute e le scenette erano davvero simpatiche, abbiamo recitato dei brani del libro di Malala, una bambina pakistana che nel suo paese non poteva andare a scuola. Le femmine indossavano dei fazzoletti in testa e ballavano una vecchia canzone pakistana. Ed infine abbiamo concluso con alcune poesie e brani ispirati alla vita di Nelson Mandela . I maschi suonavano i tamburi mentre le ragazze cantavano (o meglio ‘’stonavano’)

Eleonora M, Matteo, Filippo.

Continua
AdminLa recita scolastica

Il teatro a scuola

I professori ci hanno proposto un corso di teatro,secondo me molto istruttivo.
Il primo giorno abbiamo fatto una cosa buffa, cioè presentarci ma non come ci presentiamo di solito ma facendo dei movimenti buffi con il corpo; alcuni di noi si vergognavano ma altri invece erano molto disinvolti.
Nella seconda lezzione invece abbiamo provato qualche scena di Peter Pan, cioè lo spettacolo che dovremmo mettere in scena a Natale del anno prossimo.
Nella mia classe ai miei compagni è piaciuta molto l’idea perchè si sono iscritti quasi tutti al corso, ma non recitiamo e basta, impariamo pure come creare dei costumi, perchè dovremmo farceli da soli per lo spettacol. Gli insegnanti di teatro sono molto simpatici mi diverto molto quando devo rimanere a scuola per il corso.

A cura di Daniela R.

Continua
AdminIl teatro a scuola

Migriamo insieme!!!

Martedì 4 Febbraio in teatro,abbiamo assistito allo spettacolo ”Paesi al di là del mare”.

Il nostro ingresso in teatro è stato un vero e proprio imbarco,infatti uno alla volta siamo

passati sopra una specie di passerella di legno prima di poter prendere posto.

Lo spettacolo narrava l’ imbarco di due migranti,che lasciavano il loro paese povero con

I loro ricordi e tanta speranza.

Le due attrici avevano portato con loro una vecchia valigia;da cui hanno tirato fuori degli

strumenti ed  hanno ricreato il mare e il vento.

Infine ci hanno raccontato una storia con questi personaggi:

Gjieli=Gallo

Plaku=uomo

Dhelpra=volpe

Ujku=lupo

Lumi=fiume

Zjarrin=fuoco

Malit=montagna

Magjk=magico

Plaka=donna

Mbreti=re

Barkun=pancia

Vajzen=figlia

Tesarit=tesoro.

Al termine hanno preso del pane che era avanzato dal loro ultimo pasto nel loro paese e lo hanno distribuito a  tutti cantando questa filastrocca:wp-1395130425127

C’E’  UNA CASA IN OGNI COSA

C’è una casa in ogni cosa

Dietro al velo di una sposa

nel richiamo di una voce

dentro il guscio di una noce

nella mamma che ti porta

nel profumo di una torta

c’è una casa dappertutto

nido,fiore, tana,frutto…

ti accompagna sotto i piedi

casa è dove tu ti siedi…

 

Lorenzo,Sofia,Caterina

Continua
AdminMigriamo insieme!!!