Scuola Sec. di 1°grado Granacci. Classe 3B

All posts tagged Scuola Sec. di 1°grado Granacci. Classe 3B

I MONDIALI DI CALCIO

untitledIl campionato mondiale di calcio, è il massimo torneo calcistico per squadre nazionali maschili. Nato nel 1930 da un’idea del dirigente sportivo francese Jules Rimet, si disputa ogni 4 anni sotto l’organizzazione della FIFA ed è l’evento sportivo più seguito al mondo. La squadra vincente è proclamata “campione del mondo”.
La vincitrice dell’ultima edizione è la Spagna.
Dal 1930 al 1970 i vincitori venivano premiati con la Coppa Rimet. Inizialmente, questo trofeo era conosciuto come Coppa della Vittoria o semplicemente Vittoria, ma nel 1946 fu rinominata con il nome del presidente della FIFA Jules Rimet.
Nel 1983 la coppa fu rubata e non più ritrovata. Non fu l’unico furto, ne avvenne un altro prima dell’inizio dei mondiali del 1996 in Inghilterra ma in quel caso fu ritrovata dopo pochi giorni.
Dopo il 1970 fu usato un nuovo trofeo in sostituzione della Coppa Rimet, la Coppa del mondo FIFA.
Fino al 2006 i vincitori della coppa ne restavano in possesso fino all’edizione successiva: al momento del ritiro il trofeo veniva sostituito con una copia laminata in oro. Dal 2006 la FIFA ha deciso di cambiare regolamento: a causa di numerose ammaccature che l’hanno costretta ad una costosa opera di restauro, la federazione ha deciso di concedere l’originale solo per la premiazione e per le due ore successive sotto stretta sorveglianza. Subito dopo l’originale viene ritirata e sostituita da una copia laminata in oro.
La nazionale che ha vinto il trofeo per il maggior numero di volte è il Brasile con 5 titoli, segue l’Italia con 4, la Germania con 3, l’Argentina e l’Uruguay con 2, Francia, Inghilterra e Spagna con un solo titolo.
Dalla seconda edizione (1934), prima della fase finale si tengono le qualificazioni per restringere il campo delle nazionali che si giocheranno la coppa.
Dal 1938, il paese ospitante riceve la partecipazione automatica alla fase finale. Questo diritto era garantito anche ai campioni in carica, ma dal 2002 la qualificazione automatica è stata ritirata e anche i vincitori dell’ultima edizione dovranno ottenere il pass attraverso i turni preliminari.
Al campionato mondiale partecipano 32 squadre che si affrontano in un torneo della durata di circa un mese in un paese ospitante. Ci sono due parti: una fase a gironi seguita da una griglia ad eliminazione diretta.
In ogni raggruppamento ogni squadra gioca tre partite. Il turno successivo prevede la creazione di un tabellone, a cui accedono le prime due di ogni girone, basato sul piazzamento nel gruppo.
La fase ad eliminazione diretta prevede match di sola andata con la possibilità, in caso di pareggio dopo i tempi regolamentari, di tempi supplementari ed, eventualmente, calci di rigore. Le partite iniziano dagli ottavi di finale dove la vincitrice di ogni gruppo incontra la seconda classificata di un altro girone. Successivamente seguono i quarti, le semifinali, la finale per il terzo posto (nella quale si affrontano le perdenti delle due semifinali) e la finale.
In questi giorni si sta svolgendo un campionato del mondo, in Brasile.
Dario Maccarrone

Continua
AdminI MONDIALI DI CALCIO

L’ultimo giorno di scuola

feste-compleanno-gavettoniEra l’ultima ora e tutti non vedevano  l’ora di sentire il suono della campanella. Alle ore 14:15 tutti uscirono dalle proprie classi dirigendosi di corsa verso l’uscita. Era una bella giornata di sole e faceva molto caldo quindi cosa c ‘era di meglio di una bella battaglia d’acqua? Ma prima di tutto ciò un pezzo di pizza ci aspettava al forno. Dopo un’ ora eravamo tutte bagnate, ma il pomeriggio non finì qui infatti andammo a fare shopping. Verso sera siamo tornate a casa con il bus, dove abbiamo passato la serata. Più tardi abbiamo preparato i pop corn (con qualche problemino tecnico) per uno scopo preciso vedere un film. Finito il film iniziò la guerra dei cuscini. Durante la notte mangiammo patatine, caramelle, fragole con panna ecc.. cosi finì questo magnifico indimenticabile giorno di 2 media.

Sofia Pratesi, Gaia Giachi, Matilde Manuali  2 B

Continua
AdminL’ultimo giorno di scuola

Il Castello di Bran

Il Castello di BranIl Castello di Bran presso il villaggio di Bran è un monumento nazionale della Romania. La fortezza sorge sull’antico confine tra la Transilvania e la Valacchia.
Il Castello di Bran ha ispirato la descrizione del castello di Dracula nel romanzo di Bram Stoker.

I Teutonici iniziarono a costruire, sulla cima nota come Dietrichstein, un fortino in legno a guardia della valle che da secoli permetteva il transito dei mercanti dalla Valacchia alla Transilvania.

Nel 1242 la primitiva struttura, non si sa fino a che punto rimaneggiata, venne distrutta dall’incursione dei Mongoli. Il 19 novembre del 1377 Luigi I d’Ungheria riconobbe alla popolazione sassone della città di Braşov la libertà di erigere a proprie spese una struttura fortificata in pietra che sarebbe poi divenuta il Castello di Bran; il limitrofo villaggio chiamato Bran sorse in concomitanza con la costruzione del castello.

Sin dal 1378 la nuova rocca servì al Regno d’Ungheria come baluardo contro le incursioni dell’Impero ottomano. L’importanza strategica del castello ne fece uno strumento prezioso anche per i potentati cristiani che regnavano sui Principati danubiani, Bran venne infatti temporaneamente occupato ed utilizzato sia dal Voivoda Mircea il Vecchio che da suo nipote.

Il Castello di Bran

Continua
AdminIl Castello di Bran

Parlo della Festa dello Sport

Festa dello SportLa Festa dello Sport è stata un successone perché mi sono divertita moltissimo.
L’attesa di essere chiamati è un po’ stressante e non vedi l’ora che sia passata , nel mio caso ero un po’ in preoccupata di sbagliare dei passi ma alla fine è andata per il meglio.
Nello svolgimento della festa ho visto molti ragazzi e ragazze che erano davvero bravi in quello che stavano facendo e ho scoperto altri sport divertenti e difficili come la capoeira ecc…
Questa Festa dello Sport è un modo per saper dimostrare cosa sappiamo fare nello sport che pratichiamo.
Il succo è che mi sono divertita moltissimo.

A cura di Matilde Manuali

Continua
AdminParlo della Festa dello Sport

La Granacci alla FESTA DELLO SPORT

La Festa dello SportQuest’anno come sempre, la scuola Granacci di Bagno a Ripoli ha organizzato la festa dello sport.
Io ero molto emozionata.
In breve abbiamo fatto la prima ora (inglese), poi, insieme a tutta la classe e la professoressa, siamo andati nella palestra del Gobetti.
Lì venivano presentati moltissimi sport (calcio, danza, tennis, judo e molti altri).
Dopo un po’ che la festa era iniziata, sono venuti anche dei giocatori di pallanuoto e dopo essersi presentati, è arrivato il turno mio e delle mie amiche:Facevamo un balletto! Mi sono emozionata è stata una bellissima esperienza! Successivamente altri ragazzi della scuola si sono esibiti e poi eccomi che con tutta la mia classe mi preparavo per il nostro ballo di gruppo (mueve la colita).
Ci siamo divertiti moltissimo.
Io spero che il prossimo anno la festa dello sport sia altrettanto bella ed emozionante come questa,perché è uno dei giorni più belli di tutto l’anno.

A cura di Giulia S.

Continua
AdminLa Granacci alla FESTA DELLO SPORT

LO SPORT

Cristiano Ronaldo con il pallone d'oroLo sport per me è un piacere della vita, è divertimento, passione e allo stesso tempo stai con i tuoi amici o compagni. Io pratico il calcio e il tennis che sono i miei sport preferiti, forse preferisco il calcio perché è uno sport di squadra dove ci si aiuta tra compagni.

La mia squadra preferita è la Fiorentina, tifo per lei per il colore della maglia ma anche perché sono nato a Firenze ed è la prima squadra che ho visto. Mentre il mio giocatore preferito è Cristiano Ronaldo mi piace perché è un giocatore completo con grande forza fisica e poi per il suo numero di maglia (il 7).

Il tennis mi piace ma come ho già detto preferisco i giochi di squadra, anche nel tennis ho un giocatore preferito ed è Rafael Nadal.

Lo sport oltre a essere divertimento è anche salute per me fare sport è un privilegio ed è una delle cose più belle della mia vita e non ci rinuncerei.

A cura di Dario Maccarone

Rafel Nadal in azione al Torneo di Montecarlo

Continua
AdminLO SPORT

Domanda e risposta

Fotografia dell'esterno della scuola GranacciALTHEA: come sono le maestre?
Si chiamamano professoresse e sono abbastanza severe. Alcune sono più comprensive nei nostri confronti. Altre sono più dure. Devi dare del “LEI”.

ALTHEA: quali sono le materie?
Geografia, scienze, storia, antologia, grammatica, tecnologia, arte, spagnolo/francese, inglese, matematica, motoria, religione, approfondimento, biblioteca, letteratura e musica.

ALTHEA: quali sono le materie più divertenti?
Sono: motoria, alternativa, biblioteca.

ALTHEA: quali sono gli orari?
Ci sono 3 orari diversi: delle classi fanno sei ore senza sabato, altre 5 ore con il sabato e le ultime fanno 5 ore con il sabato, ma il martedì e il giovedì con i rientri.

ALTHEA: quanti compiti vi danno?
Dipende dalle materie; ci sono molte materie in cui dobbiamo studiare, altre in cui dobbiamo fare gli esercizi come matematica e grammatica, e alcune materie come arte e tecnica in cui dobbiamo disegnare.

ALTHEA: quante gite fate?
Il primo anno ne abbiamo fatta solamente una, dove siamo andate all’ cquedotto.
Quest’anno ne abbiamo fatte 4, tutte nei musei!!!!

ALTHEA: cosa fate quando entra la maestra?
Quando entra la prof ci alziamo in piedi e diciamo buongiorno, poi ci risediamo e iniziamo la lezione.

ALTHEA: quanto dura lintervallo dopo pranzo?
Noi non pranziamo,l’intervallo dura 15 minuti e si fa solo dopo le prime due ore,e qulli che non fanno il sabato ma fanno 6 ore ne fanno un altro alle 12:15.

ALTHEA: che materiale usate il primo giorno di scuola?
Dobbiamo portarci da casa la merenda, il quadernino delle comunicazioni e l’astuccio. I bambini di prima media il primo giorno vengono accolti nell’ auditorum e vi parlano delle medie .

ALTHEA: quanto studiate il pomeriggio?
Dipende da quali giorni sono. Spesso abbiamo poche materie e altri giorni ne abbiamo di più. A seconda della quantità di compiti aumentano le ore di studio. Soprattutto quando ci sono le verifiche. A quel punto si può arrivare anche a 4 ore abbondanti di studio. Ma spesso è meglio avvantaggiarsi per non trovarsi troppi compiti ogni giorno, per il giorno successivo.

ALTHEA: ho un po’ paura della scuola media cosa potete dirmi per stare più tranquilla?
I professori “non mangiano nessuno” e non sono così cattivi come dicono e, a volte, si possono rivelare gentili, però ci sono delle eccezioni, ma non c’è da preoccuparsi e prima o poi ti abitui.

Domande fatte da ALTHEA e risposte di ANGELA GAIA e GAIA.
Speriamo di aver chiarito le idee ad ALTHEA e messo un po’ di luce nei suoi dubbi.

Continua
AdminDomanda e risposta

DOMANDE SULLA SCUOLA MEDIA GRANACCI

Studentessa addormentata sul bancoChi sono i vostri professori?
Professoressa di italiano BOSCAGLI, Prof. Di matematica MIRODDI, Prof di tecnica INNOCENTI, prof arte CAVICCHIOLI, ecc.

Quante sono le materie?
Geografia, antologia, storia, letteratura, arte, matematica, geometria, scienze, religione, ecc.

Quante pause ci sono?
Chi fa il sabato ha una pausa, chi non fa il sabato ha due pause.

Quante ore si studia dopo la scuola?
Si studia all’incirca tre ore il giorno.

Quante volte si può andare in bagno?
Si può andare in bagno alla seconda ora e alla quarta ora, e tutte le volte che si verifica una emergenza.

Quante classi ci sono?
Ci sono circa 15 classi.

Pensare di andare l’anno prossimo alla scuola media mi fa un po’ paura, cosa potete dirmi per farmi stare più tranquillo?
Noi ti consigliamo di stare tranquillo e di non avere paura perchè alla fine, la scuola media è una scuola dove ti senti più grande e dove puoi fare nuove esperienze.

Domande fatte da Gabriele G. (5^C)
Risposte di Bajrami, Bianchi, Becchi (2^B)

Continua
AdminDOMANDE SULLA SCUOLA MEDIA GRANACCI

ACF FIORENTINA

15 ottobre 2013 - Tifosi Viola Curva Fiesole coreografia contro la Juve vittoria 4-2

La mia squadra preferita e la Fiorentina è la principale società calcistica di Firenze, fondata il 29 agosto 1926 dal marchese Luigi Ridolfi Vay da Verrazzano.
Dal 2002, il club è di proprietà di Diego e Andrea Della Valle. Nel corso della sua storia, è stata per due volte campione d’Italia, nel 1955-1956 e nel 1968-1969.

Ha vinto inoltre sei Coppe Italia e una Supercoppa italiana. In ambito internazionale, la Fiorentina è stata la prima squadra italiana a vincere una competizione UEFA, la Coppa delle Coppe nel 1960-1961, e una delle tredici squadre europee che hanno disputato le finali di tutte le tre principali competizioni continentali: la Coppa dei Campioni (nel 1956-1957, prima squadra italiana a raggiungere la finale nella massima competizione continentale), la Coppa delle Coppe (nel 1960-1961 e nel 1961-1962) e la Coppa UEFA (nel 1989-1990).

Il colore sociale è il viola, scelta cromatica voluta espressamente dallo stesso Ridolfi nel 1929; altri segni distintivi della società sono la Canzone viola, inno ufficiale composto da Marcello Manni e reinterpretato ed arrangiato nel 1965 da Narciso Parigi, e lo stemma, caratterizzato da un giglio rosso su sfondo bianco, simbolo della città toscana. Inizialmente, la sede delle partite casalighe era lo Stadio Velodromo Libertas, mentre dal 1931 la squadra disputa i propri incontri casalinghi nello Stadio Artemio Franchi.

15 ottobre 2013 - Tifosi Viola Curva Fiesole coreografia contro la Juve vittoria 4-2

15 ottobre 2013 – Tifosi Viola Curva Fiesole coreografia contro la Juve vittoria 4-2

La fiorentina per adesso sta giocando un ottimo campionato ed è in europa league.una delle partite più belle di questa stagione e stata contro la Juventus in cui quasi tutta firenze era allo stadio.la partita è passata dal 2-0 della Juventus al 4-2 per la fiorentina, 3 gol di Giuseppe Rossi (pepito) e un gol di joaquin.

FORZA VIOLA!!!!!!!!!!!!

di Daniele Ognibene

Continua
AdminACF FIORENTINA

I MIEI VIAGGI

LegolandCiao sono chiara, e ora vorrei raccontarvi dei miei viaggi che ho avuto la fortuna di fare in questi anni. Ogni agosto, nella settimana di Ferragosto, andiamo all’ aeroporto di Pisa per una destinazione sempre nuova!
Sono andata in paesi dell’ Europa settentrionale come: Danimarca, Londra, Parigi, Amsterdam, Scozia, Svezia ma il mio primo viaggio è stato nel Mar Rosso a Sharm el Sheikh.

A me sono piaciuti tutti i viaggi ma se ne devo scegliere uno, il mio preferito è … la DANIMARCA!!

Quando sono partita da Pisa ero emozionatissima perchè era uno dei miei primi viaggi. Arrivati all’ aeroporto di Copenaghen siamo andati all’ albergo che in realtà era … un Hauseboat un peschereccio rompi ghiaccio, da fuori sembrava molto piccola ma dentro era grande con 4 stanze e 2 piani. La città è molto grande e a misura di famiglia perché tutti i biglietti sono scontati per le famiglie, muoversi in città è molto semplice. La città è piena di divertimenti e luoghi di svago come il parco giochi Tivoli. Tivoli è un parco divertimento il più grande che abbia mai visto è uno dei più vecchi d’ Europa, con giardini curatissimi pieno di giochi di tutti i tipi dalle montagne russe a le giostre per bambini.
Dopo aver girato la città in lungo e in largo siamo andati a Billund in una casetta lontano dal centro ma mio padre ha noleggiato una macchina e quindi potevamo arrivare in città in poco tempo.

A Billund c’ è il parco divertimenti tutto interamente fatto di lego LEGOLAND era pieno di giochi e al centro c’era una riproduzione delle città più importanti fatte i interamente di lego. I giochi erano quasi tutti acquatici e poi c’erano montagne russe immerse nella natura.
Questo è stato il viaggio più bello che abbia mai fatto sia perché è una città bellissima ma anche perché è molto divertente.

di Chiara Visani

Continua
AdminI MIEI VIAGGI