Scuola Primaria Mazzarello. Classe 5A

All posts tagged Scuola Primaria Mazzarello. Classe 5A

Elettricità? Risparmiamola!

FOTO ELETTRICTà

L’energia elettrica fu studiata fin dall’antichità, ma solo nel 1752 fu scoperta da Benjamin Franklin con il pericolosissimo esperimento dell’aquilone che fece volare durante un temporale ; a seguito  di questo ed altri inventò il parafulmine. Gli studi di Franklin fecero da basi scientifiche a famosissimi studiosi tra cui :Michael
Faraday , Alessandro Volta , Andrè-Marie Ampère ,
George Simon Ohm , titolari di specifiche unita’ di misura e Luigi Galvani. Gli studi  di questi scienziati ci danno la possibilità di usare tutta la tecnologia che esiste fino ad oggi .Tuttavia l’energia costa sia economicamente sia dal punto di vista ambientale che può causare
inquinamento. Quindi ne va usata poca e quando serve usando energia “pulita “ perchè non  inquina  ma usa fonti naturali. Per esempio sarebbe bene ricordarsi di spegnere la
luce,il computer o la TV.

Edoardo Meloni

Continua
AdminElettricità? Risparmiamola!

Don bosco

Don Bosco è un grande Santo nato a Torino.immagine don bosco vladimir

Da piccolo fece un sogno dove davanti a casa sua c’erano bambini che si picchiavano e dicevano bestemmie,allora don Bosco si buttò

in mezzo a loro e dopo un pò apparve una figura luminosa che disse “non con le percosse ma con la bontà te li farai amici ”
e don Bosco gli disse come faceva da solo ma la figura luminosa gli dette la sua maestra ( MARIA) e ci riuscì , e si svegliò di colpo.

Quando don bosco si fece prete e decise di portare fuori i ragazzi carcerati tutti lo chiamavano digraziato perchè non capivano la bontà di don Bosco che aveva per i ragazzi.

Dopo un pò di tempo fece aprire un oratorio per ragazzi , e molti ragazzi ci andavano, la si divertivano , pregavano , ecc, però la cosa più bella che fece don Bosco e che faceva miracoli, tipo quando il giorno che c ‘ erano le castagne e stavano per finire lui con un gesto le fece diventare infiinite .

Don Bosco si salvò per tante volte e tentavano di ucciderlo ma lui si salvava sempre grazie a Dio .

Purtroppo come tutti morì nel 1815.

Uno dei ragazzi di don Bosco era Domenico Savio e morì presto,

andando sicuramente in paradiso.

 

Vladimir Lotti

Continua
AdminDon bosco

Il Davide

David era un ragazzo debole e indifeso. Suonava sempre con il suo flauto e il re della città quando aveva mal di testa lo chiamava per rilassarlo con le sue melodie. La sua statua chiamata “DAVIDE” raffigura questo ragazzo con una fionda nella mano sinistra, che guarda negli occhi il gigante Golia e, usando la furbizia e non la forza, gli tira nella fronte un sasso pesante. Golia cadde a terra e e David gli tagliò la testa. Le persone non si aspettavano questa vittoria da un ragazzino debole, ma il suo coraggio lo fece diventare un eroe.

Gli occhi del Davide (la statua) sono neri, ma non dipinti, perchè lo scultore Michelangelo ha scolpito internamente la pupilla così che, guardata dal basso, possa sembrare dipinta. Questo vale anche per i capelli e le sopracciglia. La gamba destra del Davide è sorretta con un tronco d’albero scolpito. La statua è stata ricostruita da una parte perchè è stata rotta durante la guerra contro i MEDICI . Un ragazzino si offrì di ricostruirla e compì il suo lavoro eccellentemente!!!!!

Martina L.

Immagine statua del mito del Davide in piazza Signoria

Immagine statua del mito del Davide in piazza Signoria

Continua
AdminIl Davide

Caco ed Ercole

Ercole era mezzo dio e mezzo uomo, proprio per questo era mortale. Suo padre Zeus, poteva e voleva farlo diventare immortale, ma per far questo Ercole avrebbe dovuto compiere le 12 FATICHE.

Una di queste era portare nell’Olimpo una mandria di mucche. Per Ercole era una delle fatiche più facili, infatti trovò subito le mucche. Durante la notte il gigante Caco rapì mezza mandria e la fece camminare indietreggiando, così che Ercole, quando se ne fosse accorto, non avrebbe potuto ritrovare i buoi seguendo le loro impronte. Ercole, però, sentì il rumore delle mucche ed il loro muggito provenire da una montagna; quando arrivò davanti al rilievo spezzò la montagna in due con la sua forza e vide Caco che stava per mangiare le mucche. Ercole infilò la testa del gigante nella terra (i giganti nascono dalla terra e muoiono nella terra) e questo morì. La fatica era compiuta.

Martina. L.untitled

Continua
AdminCaco ed Ercole

IL CANTO DI NATALE

Il 19 Dicembre 2014 c’ è stata la recita di

COPERTINA DEL TESTO DI  DICKENS

COPERTINA DEL TESTO DI DICKENS

Natale della nostra scuola, abbiamo rappresentato “IL CANTO DI NATALE” di Dickens. La commedia racconta di un signore di nome Ebenizer Scrooge, un uomo avaro che non amava il Natale perchè era un uomo solo. Grazie a tre spiriti Scrooge fa un viaggio nel tempo e riscopre l’ importanza del Natale. Scrooge è cambiato davvero!! Ora ama la compagnia della gente e cerca di essere gentile con tutti.

Ogni classe ha cantato una canzone. La storia che abbiamo rappresentato serve a capire che nella vita si può sempre cambiare e che non è mai troppo tardi proprio come per Mister Scrooge. Secondo me le maestre hanno scelto il Canto di Natale perchè non c’ è molta solidarietà nella nostra classe e quindi per farci riflettere e per capire l’ importanza della solidarietà. La parola solidarietà vuol dire “donare agli altri”. La nostra maestra di inglese ha scelto una canzone di nome “THE MAN WITH THE MAC”. Questa canzone è stata scritta come segno di beneficenza per il terremoto che ha distrutto l’ isola di Haiti nel 2010. Abbiamo fatto questa recita per augurare a tutte le famiglie un felice Natale 2014 e per sottolineare il valore dell’ altruismo e dell’ amore per gli altri.

Continua
AdminIL CANTO DI NATALE

I MITI DELLE FANTASTICHE STATUE DI…PIAZZA DELLA SIGNORIA

La classe quinta della scuola Mazzarello in gita in Piazza della Signoria

 

Un viaggio per approfondire le nostre conoscenze di storiafoto palazzo vecchio di Rebecca Palumbo.

Lunedì 9 marzo;io, i mie compagni, la nostra maestra Emanuela, siamo andati in Piazza della Signoria. Ci aspettava una guida molto simpatica che ci ha parlato della storia di questa Piazza ,conosciuta in tutto il mondo. All’ inizio ha fatto una piccola introduzione sulla nascita della città di Firenze; fondata nella seconda metà del 1° secolo a.C. dai romani su un territorio paludoso. Come nelle altre colonie romane il territorio circostante fu bonificato ed assegnato ai legionari veterani. I romani che costruirono Firenze erano soldati, uomini militari che avevano ricevuto in premio queste terre. Poi ci ha detto che nel Medioevo, il nome originario di Palazzo Vecchio era Palazzo dei Priori e che Piazza della Signoria era il centro della vita politica della cittàdove venivano svolte feste, cerimonie, giochi ma anche condanne a morte. Ad esempio per la festa di San Giovanni, (24 Giugno,patrono della città), venivano fatti tantissimi fuochi che illuminavano tutta la Piazza; pere quanto riguarda i giochi, il calcio in costume era un gioco a squadre che veniva fatto con un pallone;le cerimonie riguardavano le nozze dei regnanti;così come le condanne a morte,ricordiamo Girolamo Savonarola che fu inpiccato e bruciato.Per quanto riguardava le statue di Piazza della Signoria abbiamo visto le sculture del Marzocco,della Giuditta e Oloferne.Il Marzocco è un leone che poggia una zampa sull’emblemacon il giglio fiorentino(costruito nel 1400 a.C.).Poi Perseo con la testa di Medusa,Ercole e Caco che rappresenta la vitoria con la forza e l’astuzia contro i malvagi,poi c’è il ratto delle sabine,Nabucodonos il re di Babilonia;il david di Michelangelo,Ercoles(metà cavallo e metà uomo),Ermes.Nella Piazza ci sono anche la via della Ninna dove Maria cullava Gesù e la fontana del Nettuno di Bartolomeo Ammannati.Il grande Nettuno in marmo bianco è chiamato Biancone.Finita la lezione siamo rientrati a scuola;mi è così piaciuta questa uscita scolastica che la settimana scorsa ho chiesto ai miei genitori di ritornare nella Piazza spiegando questa volta io a loro tutto quello che avevo imparato.

Rebecca Palumbo

Continua
AdminI MITI DELLE FANTASTICHE STATUE DI…PIAZZA DELLA SIGNORIA

Primavera

jessica e chiaraConosco una città
dove la primavera
arriva e se ne va
senza trovare un albero
da rinverdire,
un ramo da far fiorire
di rosa o di lillà:
Per quelle strade murate
come prigioni
la poveretta s’aggira
con le migliori intenzioni:
appende un po’ di verde
ai fili dei tram,ai lampioni,
sparge dei fiori
davanti ai portoni
(e dopo un momentino
se li riprende il netturbuno).
Altro dafare
non le rimane,
per settimane e settimane,
che dirigere il traffico
delle rondini,in alto,
dove la gente
non le vede e non le sente.
Di verde in quella città
(e dirvi il suo nome non posso)
ci sono soltanto i semafori
quando non segnano rosso .
(poesia trovata da internet che ci piace molto )
Jessica e Chiara

Continua
AdminPrimavera

I benefici dello sport

Lo sport è importante: sia i bambini  che gli adulti dovrebbero praticare sport perchè fa bene alla salute. Quali sono i vantaggi?

Famiglia che corre

Famiglia che corre

La protezione del cuore e della circolazione , il mantenimento del peso corporeo, il rinforzo delle articolazioni e dei muscoli, il ritardo dell’ invecchiamento e liberare la mente.
Cari genitori, vi consiglio di fare sport così si ritarda l’ invecchiamento. Anche la nostra scuola invita a praticare sport mini basket e ginnastica artistica.

Henock V.

Continua
AdminI benefici dello sport

La recita di natale

Il 19 Dicembre 2014 al teatro dei Salesiani, la classe 5° ha recitato “Il canto di Natale”.

Io ero Scrooge e all’ inizio avevo molta paurama poi ce l’ ho fatta.immagine di Andrea

Mi sono impegnato molto anche durante le prove.

All’ inizio sbagliavo sempre, poi mi sono impegnato e ho ripetuto molte volte fino a diventare sicuro di me.

Appena si è aperto il sipario, tutta la scuola ha cantato una bellissima canzone ed avevo gli occhi lucidi per l’ emozione.

Mi sono inceppato sulla prima frase, ma ho ripreso subito.

Alla fine mi hanno detto che sono stato bravissimo.

Andrea Magini

 

Continua
AdminLa recita di natale