La bambina che salvò Armonia

Tanto tempo fa nel paese di Armonia i bambini vivevano felici giocando fra di loro, leggendo, scrivendo, colorando i loro disegni e ascoltando la musica finché un giorno la Strega Grigia, che odiava la fantasia dei bambini, decise di fare un terribile incantesimo: in una sola notte fece scomparire i libri, i colori e tutti i giochi dei bambini di Armonia e al loro posto fece trovare video-giochi di ogni genere.

Quando la mattina i bambini si svegliarono videro le loro camerette piene di video-giochi, ma non sapevano che cosa fossero. La strega, però, aveva lasciato loro le istruzioni e quindi, grazie a quelle, cominciarono ad usarli. Da quel momento tutti i bambini di Armonia non si staccarono più dai loro video-giochi e stavano chiusi tutto il giorno nelle loro camerette.

Solo una bambina di nome Bianca si disperava e piangeva perché non poteva leggere, scrivere, colorare, giocare con gli amici e ascoltare la musica e non voleva assolutamente giocare con i video-giochi. Pregava ogni giorno la fatina della sua fiaba preferita perché rompesse quell’incantesimo. Una notte la fatina riuscì a scappare dal libro tenuto nascosto dalla Strega Grigia e comparve nella stanza di Bianca che dormiva. La svegliò, le svelò che era stata la Strega Grigia a fare un incantesimo e fece apparire una sfera nella quale le fece vedere cosa sarebbe successo al paese di Armonia se tutti i bambini non si fossero ribellati ai video-giochi e non si fossero aiutati per recuperare i loro libri e tutto il resto. Bianca vide nella sfera il suo paese tutto grigio, senza sole, con gli alberi spogli, senza fiori e senza musica e vide pure i bambini – grigi come tutto il resto – che non si accorgevano di niente perché erano sempre rinchiusi nelle loro camerette davanti ai video-giochi e capì che volevano più bene ai video-giochi che a tutto il resto.

Appena alzata, Bianca corse a bussare alle porte dei bambini dicendo loro che dovevano aiutarla a salvare il paese che stava morendo per colpa dell’incantesimo della Strega Grigia. Era stata lei a scambiare i video-giochi con tutti i giochi che avevano prima perché odiava la loro fantasia e i loro colori. La fatina aveva detto a Bianca che tutti insieme dovevano andare dal mago Colorino a farsi dire la formula magica per sconfiggere la Strega Grigia. I bambini riuscirono a trovare il mago Colorino nel Bosco delle Aghifoglie e gli chiesero la formula. Il mago gliela disse subito e disse che dovevano pronunciarla tutti insieme a voce alta. La formula era questa: “Colora il tuo mondo! Che diventi magico e rotondo e, se per caso cala la sera, leggi una fiaba e sognala vera!”

Allora i bambini tutti insieme andarono dalla Strega Grigia, gridarono la formula magica e la strega si trasformò in una fata bella e colorata. I bambini andarono subito a riprendersi i loro libri, i loro colori, i giochi e la musica. Una volta tornati alle loro case iniziarono a giocare tutti insieme e a dipingere tutte le pareti delle case perché erano contenti di avere ritrovato i propri colori.

I video-giochi furono dimenticati nelle stanzette.

AdminLa bambina che salvò Armonia
Share this post

Related Posts