Il Monviso re di pietra

La più alta montagna delle Alpi Cozie (3842 m s.l.m. )

Cima del Monviso

Cima del Monviso

Dal 29 maggio 2013 è stato riconosciuto Patrimonio Unesco come riserva di biosfera transfrontaliera, all’interno di un programma internazionale dedicato all’ uomo e la biosfera M.A.B..(man and biosphere). In tutto il mondo ci sono 621 riserve riconosciute tra cui 9 in Italia . Si tratta di zone geografiche marine o montane in cui gli abitanti si impegnano a conservare l’ambiente, a utilizzare le risorse naturali senza danneggiarle.

Viso Colle Gianna

Viso Colle Gianna

Un’altra caratteristica del Monviso è che qui si trova la sorgente del Po (in località Pian Del Re). Sul Monviso si può anche sciare a Crissolo e andare sul bob a Pian Della Regina dove è stato appena inaugurato un tapis roulant.

In estate è possibile camminare sul Monviso fino alla sua cima e attraversare il “Buco di Viso”.

Buco di Viso

Buco di Viso

Il primo traforo  alpino della storia, aperto nel 1480 da Ludovico II , marchese di Saluzzo per favorire il commercio con la Francia.

Il Buco di Viso è lungo 75 m.I primi alpinisti a scalare la vetta furono il deputato di Biella Quintino Sella accompagnato da guide locali e, per le donne, Alessandra Boarelli di Verzuolo nel 1864, alla quale è dedicato il Bivacco Boarelli alla base del versante Sud. Secondo alcuni, nel logo della Paramout Pictures, famosa casa di produzione cinematografica americana, sarebbe rappresentato il Monviso.

Matilde

Logo Paramount

Logo Paramount

AdminIl Monviso re di pietra
Share this post

Related Posts