Settembre 2014

All posts from Settembre 2014

New York

new york foto tNew York è la città più popolosa degli Stati Uniti, nonché uno dei centri economici e culturali più importanti del continente

americano e del mondo.
Situata sulla cosiddetta baia di New York sorge su un’area di circa 785 km² alla foce del fiume Hudson,è amministrativamente

divisa in cinque distretti: Manhattan, Bronx, Queens, Brooklyn e Staten Island.Uno dei luoghi più famosi è la statua della libertà.
Tra i luoghi più visitati ci sono: Empire State Building che è stato il grattacielo più alto del mondo,  Central park è il

più grande parco nel distretto di Manhattan, Time Sqare è uno dei luoghi più visitati della città, Broadway è la strada dei

teatri,il Ponte di Brooklyn è il primo ponte costruito in acciaio e ha rappresentato per lungo tempo il ponte sospeso più

grande al mondo collega tra di loro l’isola di Manhattan e il quartiere di Brooklyn, Museum of Modern Art (MoMA) è

considerato il principale museo d’arte moderna del mondo. Girare per qesta citta è un esperienza unica perchè ti puoi perdere

tra i grattaceli gli occhi si fanno talmente grandi che non riesci a catturare tutto.E’una città che non dorme mai, a

qualsiasi ora c’è sempre qualcosa da fare, per non parlare dei negozi,vestiti scarpe…aiuto!!

Chiara Visani

Continua
AdminNew York
ice-bucket-challenge.jpg

ICE BUCKET CHALLENGE

L’ICE BUCKET CHALLENGE è un modo per andare contro la malattia di nome sclerosi laterale amiotrofica e in pratica fa irrigidire i muscoli e infatti le persone famose si fanno tirare l’acqua gelata in testa con un secchio. Poi questa cosa di buttarsi un secchio con l’acqua gelata in testa ora anche i ragazzi lo fanno e alla fine di ogni video nominano un loro amico per sfidarlo.

 
Scritto da Kevin Buzmi e Edoardo Occhiuzzi
Continua
AdminICE BUCKET CHALLENGE
DSC_5823.NEF_.jpg

Una settimana in Calabria!!!

Quest’anno ho trascorso una settimana in Calabria con la mia famiglia; è stata una vacanza bellissima e piena di avventureme ma, al contrario di ciò che credevo in passato, questa regione ha anche le sue ombre.
La prima cosa che si nota arrivando in Calabria è che ci sono molti problemi con la raccolta dei rifiuti: i cassonetti sono pochi, in molti posti la raccolta differenziata non viene fatta, ma la cosa peggiore è che attorno ai rari bidoni presenti in strada ci sono enormi cumuli di rifiuti che aumentano ogni giorno.

Continua
AdminUna settimana in Calabria!!!

la mia estate

imagesQuesta estate sono stata a Canazei ( in Trentino ) a fare un corso d’inglese.

Siamo stati li una settimana , ma oltre a fare inglese si andava anche a camminare e a fare giochi.

Noi dormivamo in un hotel a tre stelle.

Il cibo non era assolutamente buono anzi …

Però la sera si andava sempre in discoteca in un altro hotel.

L’Hotel si chiamava “ Caminetto “.

Li si poteva giocare a scacchi e guardare la partita dei mondiali.

Ci svegliavano alle 7 di mattina , mentre la notte si faceva le 2.

Era un vero inferno. Poi siamo andati nella neve , è stato fantastico !

Quando bisognava ritornare a Firenze mi veniva da piangere perché avevo fatto amicizia con un ragazzo di Roma e di Milano e del Lago Di Como.

 

Dopo essere tornata a Firenze sono rimasta una settimana e poi sono andata a Follonica dai miei nonno.images-1

 

Poi sono andata a Vada da una mia amica Bianca Ribelli.

Ci siamo divertite un monte.Unknown-2

La sera suo babbo ci portava a Castiglioncello dove cerano i nostri amici.

Però sono rimasta solo due giorni.Unknown-3

Poi sono andata con mio babbo per due settimane a Talamone , Orbetello , Albina e Montiano, Unknown-4Castiglione , Grosseto e Marina di Grosseto.

Unknown-1Si, mi sono divertita ma erta un po’ una rottura ..

 

Poi con mia mamma siamo andate all’ Elba con la mamma di una mia amica e la mia amica.

Eravamo in un campeggio ( Camping Reale ).

Praticamente eravamo davanti alla spiaggia , stupenda , acqua pulita e limpida.

La sera si andava a porto azzurro dove cera un po’ di vita , e anche ragazzi dai J

Una settimana ci siamo stati.

Poi abbiamo preso il traghetto e siamo ritornati a casa .

Unknown( non vedevo l’ora )

 

Dovevamo andare con mio nonno e mia mamma a Venezia (mio nonno è veneto ) però non ci sono voluta andare perchè non mi volevo perdere il Palio .

 

Diciamo che si sono un po’ arrabbiati perché dovevo andare a trovare i mie zii e cugini ..

Vabbè via sarà per un’altra volta .

 

Mia mamma deve ancora andare in grecia e crociera con il suo fidanzato .. E me non mi vuole portare !

Viola Hamel

Continua
Adminla mia estate

Estate 2014

baratti-3Quest’ anno al mare ho fatto molte avventure; ma io ne racconterò una : un giorno ero al mare seduto su una sdraio, quando arriva mio fratello maggiore con la solita aria da tontolone che mi chiede di andare con lui. Io non mi faccio tante domande e lo seguo, salgo in macchina con altri suoi amici e arriviamo a un bar dove mio fratello Gregorio mi dice che avremmo passato la notte in una calettina di rocce davanti al mare. All’ inizio non ero tanto felice ma poi mi sono reso conto che era una bella esperienza e allora mi sono dato da fare. Ad un certo punto ci siamo divisi, un gruppo andava in canoa e un altro andava a piedi.Io sono andato a piedi e il sentiero per arrivare bellissimo ma un po pericoloso per colpa del terreno in pendenza.Arrivati abbiamo montato le tende e ci siamo organizzati per la cena. Qualcuno ha provato a pescare ma senza risultato perciò abbiamo acceso un piccolo fuocherello in cui sono state cotte salsicce e costolette a sazietà che avevamo portato negli zaini. La notte è stata tremenda perché i sassi te li ritrovavi ovunque ma per fortuna sono riuscito ad addormentarmi lo stesso. il mattino mi sono svegliato e con gli altri mi sono messo a fare colazione a base di latte e biscotti. Più tardi qualcuno si è organizzato per il ritorno e qualcun altro invece ha preperato il pranzo costituito da carbonara con uovo crudo cotta in acqua salata: da vomitare. dopo un lungo pisolino siamo tornati ma stavolta sono andato in canoa. e una volta a casa una bella coca cola era di obbligo.

Pietro Olivieri

Continua
AdminEstate 2014

Fine estate :(

immagineblog01Purtroppo,l’estate a poco a poco sta finendo,ciò significa che sta arrivando settembre e di conseguenza,l’inizio della scuola. Sinceramente non ho molta voglia di tornarci,di svegliarmi sempre presto,di studiare tutti i pomeriggi,di fare le interrogazioni…L’unico motivo,forse,per cui vorrei che la scuola riniziasse e’ per rivedere tutti i miei amici,per vedere chi è cambiato,chi invece è sempre uguale… Poi per il resto,in vacanza sto proprio bene!

L’estate è troppo bella! Fa caldo,si va al mare,si esce spesso! C’è chi parte e c’è chi resta,poi ci si fanno delle idee sull’anno scolastico che inizierà! Inoltre,si studia quel che ci va,solo quando ne abbiamo voglia! Solo l’estate è il vero Paradiso. Però la scuola deve ricominciare! Sarà difficile riprendere il solito ritmo! Da quest’anno scolastico mi aspetto molto lavoro,molte decisioni,molti cambiamenti; Inoltre avremo da scegliere dove andare dopo le medie e dovremo fare l’esame. Spero che il mio ultimo anno alla scuola Granacci, sia perfetto, indimenticabile,che la classe sia unita e soprattutto che ci si diverta.Voglio uscire da questa scuola soddisfatta. Spero di finire queste vacanze al meglio e di essere pronta a settembre per un nuovo anno scolastico!

Angela Ballerini

Continua
AdminFine estate :(

La mia giornata all’acqua park

acqua parkUn giorno, mentre ero a Cecina per le vacanze, sono andata all’acqua park con una mia amica.
Appena arrivate abbiamo preso il biglietto e siamo entrate di corsa perché non vedevamo l’ora di fare tante cose divertenti!
C’erano molte cose da poter fare, l’ INTRIGO, l’ ANACONDA, il SURFING HILL, il TWISTER e il KAMIKAZE.
Noi abbiamo sistemato gli asciugamani e siamo subito andate a fare l’ INTRIGO.
L’ INTRIGO è uno scivolo piuttosto lungo che puoi fare da solo, a due o a 3/4 pesone. Lo devi fare con un gommone sotto e vai abbastanza veloce (all’inizio avevo un po’ paura ma poi mi è piaciuto)…
Dopo abbiamo fatto il bagno nella piscina con le onde dove c’era della gente che ballava seguendo i passi dei ballerini sul palco. A un certo punto partivano le onde e ci si divertiva un sacco!
Poi siamo andate sull’ ANACONDA , anche questo uno scivolo da fare però senza gommone sotto.
E’ più lento dell’ INTRIGO, io a un certo punto mi sono fermata ma poi dopo essermi data delle spinte sono ripartita.
Successivamente abbiamo fatto il SURFING HILL, un’altro scivolo da fare senza gommone, molto divertente anche questo.
Poi ci era presa fame, allora abbiamo preso due waffel con la nutella (deliziosi), dopo gli waffel siamo andate di nuovo sull’ INTRIGO e lo abbiamo rifatto per tipo 5/6 volte, una in quello a quattro perché è voluto venire anche il babbo di questa mia amica, ed io, no so perché, me lo sono dovuta fare tutto all’indietro!
Quando eravamo piuttosto stanche siamo andate in un’altra piscina per rilassarci un po’.
Alla fine verso le 19 siamo dovute tornare a casa, e, sia io sia la mia amica, eravamo molto stanche…
Per concludere posso dire che mi sono divertita da morire e spero di tornarci l’anno prossimo!

Giulia Fabbri

Continua
AdminLa mia giornata all’acqua park

Fallas

vergine di fioriLe Fallas sono una festa tradizionale valenciana, che si svolge dal 1 al 19 di marzo. Durante questa festa vengono costruite nelle piazze dei carri allegorici con delle statue altissime in legno chiamate Fallas, per poi farle bruciare il 19 di marzo, di recente è nato un concorso che decreta un vincitore, ovvero la fallas più bella. Quest’anno la fallas vincitrice è stata quella della piazza del Pilar, alta quasi 30 metri! Nelle Fallas generalmente viene rappresentata una persona che “è una metafora”: ad esempio potrebbe essere una protesta contro qualcuno o qualcosa oppure addirittura una nazione, come ad esempio nella fallas del Pilar dove era rappresentato un gruppo di persone, che avevano in effetti le caratteristiche con cui descriviamo abitualmente il popolo di un certo stato, un esempio molto comune sono gli scozzesi con il kilt e gli austriaci biondi e con il calice di birra sempre in mano. Legate alle Fallas ci sono però anche le mascletas che sono come delle “reti di pescatori” (molto meno fitte s’intende) cosparse di petardi potentissimi e di razzi, tutti legati da questa rete, quindi quando danno fuoco alla miccia sembra la fine del mondo, molto simili sono i castillios che vengono fatti di notte, in modo che si vedano meglio tutte le esplosioni, anche se quando sei lì ti viene istintivo di girarti e tapparti le orecchie, in oltre la gente è tutta accalcata che ti spinge da una parte all’altra per vedere meglio, poi aggiungete tutti gli urli, gli altri petardi e le voci ti viene come risultato la fine del mondo. Inoltre le Fallas sono due per ogni piazza/incrocio una è quella che loro chiamano “Major” ovvero degli adulti, l’ altra i valenciani la chiamano infantìl che è quella dei bambini e ragazzi, sempre di recente è nato un concorso per il ninot ovvero una piccola statua della fallas che viene esposta ad un museo per poi andarla a riprendere il giorno prima del ‘’grande falò’’ di tutte le fallas. Ognuna di queste ha il suo rappresentante che prima del ‘’grande falò’’ può scegliere una statuetta da non bruciare ma da portarsi a casa. Anche il comune fa’ una fallas anche se non partecipa al concorso e come tutte alla fine viene bruciata insieme alle altre. C’è anche un giorno in cui tutti i membri di ogni fallas vanno a portare dei fiori alla vergine, in modo che alcuni organizzatori potranno creare una fallas di fiori che rappresenta la vergine, anche questa sarà alta una decina di metri.

Ettore Verdiani

 

La Falla vincitrice del premio per le migliori luci

 

La Falla del Comune di Valencia

 

Una tipica mascleta

 

f Fumo ed esplosioni di una Mascleta

 

una ipica falla in fiamme

 

petardi che stanno per scoppiare

 

Continua
AdminFallas

Strade di coraggio, Canzone Scout

Unknown-1

Sento nel profondo un desiderio nascere
è la voglia di partire che continua a crescere,
verso l’orizzonte possiam camminare
ricorda che solo chi sogna può volare!
Cammino con la saggezza del viaggiatore
vivo con gli occhi di un sognatore,
la felicità non è un semplice traguardo
ma la direzione del nostro sguardo!
Rit: E’ giunta l’ora, è giunto il momento, di essere protagonisti
del nostro tempo,
la strada è la stessa anche se siamo lontani
servire è la sfida, il futuro è domani
affrontiamo con coraggio ogni salita, diritti al futuro sulle strade
della nostra vita!
Un cielo stellato, un fuoco e il suo calore
ogni momento ha un suo dolce sapore,
vediamo in lontananza una stella brillare
certezza di qualcuno a cui potersi affidare!
Insieme, la bellezza della condivisone,
le semplici emozioni di una canzone,
insieme costruiamo un mondo migliore
liberiamo il futuro col coraggio nel cuore!
Rit: E’ giunta l’ora, è giunto il momento, di essere protagonisti
del nostro tempo, 
la strada è la stessa anche se siamo lontani
servire è la sfida, il futuro è domani
affrontiamo con coraggio ogni salita, diritti al futuro sulle strade
della nostra vita!
Viviamo per l’oggi, il futuro è sullo sfondo
sporchiamo le nostre mani in questo mondo,
non si può più stare fermi ad aspettare
il nostro sorriso ha ancora molto da dare!
Sentiamo che l’amore non è mai abbastanza
a tutti vogliam gridare che c’è ancora speranza,
a chiunque incontriamo vogliam far capire
che il nostro stile è sempre “pronti a servire”!
La promessa che orgogliosi portiamo nel cuore
ci ricorda che a ogni istante dobbiam dar colore,
l’idea di un cambiamento possiam realizzare
se siamo uniti nulla ci può fermare
e io non sono ancora stanco di pensare
che noi questo mondo lo possiam cambiare!

Canzone Scout della Route nazionale
Scritta da:
Clan del Falco Modena 4
Clan la Sorgente Modena 7

Continua
AdminStrade di coraggio, Canzone Scout