Scuola Sec. di 1°grado Granacci classe 3C

All posts tagged Scuola Sec. di 1°grado Granacci classe 3C

Arrivederci_ragazzi_film.png

ARRIVEDERCI RAGAZZI

“Arrivederci Ragazzi” è un film che abbiamo visto l’ anno scorso a scuola durante l’ ora di alternativa, con la professoressa Cappelletti.

Siamo in Francia nel 1944, e Julien, ragazzo dodicenne cresciuto in una ricca famiglia borghese, va a frequentare assieme a suo fratello maggiore François un collegio religioso. Là incontra un ragzzo della sua età, nella sua stessa classe, di carattere cupo e riservato, nonchè misterioso: Jean Bonnet.

Egli però ha un segreto che suciterà sempre più curiosità da parte di Julien; ma sfortunatamente, alla fine del film, Julien ne verrà a conoscenza a causa di un’ inaspettata irruzione tedesca nel collegio…Arrivederci_ragazzi_(film)

Continua
AdminARRIVEDERCI RAGAZZI
albero-caduto.jpg

Un Tornado a Firenze

Quando dico “estate” penserete a molte cose, per esempio al sole, al mare, alle vacanze e ad altre mille parole che vi fanno sorridere e rilassare … di sicuro non vi verrà mai in mente un tornado!
Ma forse è meglio che cominci dall’inizio. primo agosto. Toscana, Firenze. Afa. Sole da deserto fino alle 18.45 circa. Pochi minuti dopo, la parte sud della città ha cambiato aspetto. Niente alberi (almeno, non in piedi), case scoperchiate e circondate da rami e mattoni. Sembrava un film di quelli apocalittici. Purtroppo era la realtà. Il sole che fino a poco prima cuoceva le strade, era scomparso all’improvviso, dietro a grandi nuvole minacciose. Il cielo è diventato nero, come se qualcuno vi avesse steso un enorme mantello.
Ha cominciato a soffiare un vento caldo misto a goccioline di pioggia. Poi, il vento è diventato fortissimo, la pioggia battente e si sono aggiunti tuoni e fulmini assordanti. Si aveva la sensazione che molti pugni battessero all’unisono contro vetri e persiane. Era la grandine. Una grandine che però somigliava a una pioggia di grossi sassi. Sono stati pochi minuti, ma più che sufficienti per scatenare il pandemonio dappertutto. È stato stimato che durante il tornado siano caduti tanti millimetri d’acqua quanti quelli che dovrebbero cadere in un intero mese piovoso. Fenomeni come questo avvengono sempre più spesso, e non c’è modo di fermarli. A Firenze Sud i danni sono stati ingenti. Ceppi di pini sradicati si trovano ovunque ancora oggi, a più di un mese. Molte case sono state evacuate dai vigili del fuoco, perché seriamente danneggiate (tetti scoperchiati, tegole volate via, finestre rotte …).
Va detto che i vigili del fuoco e i volontari hanno fatto miracoli. Si sono impegnati a fondo per limitare i disagi, e i risultati si vedono! Già la domenica (il giorno dopo il tornado) si sono messi d’impegno per rimuovere i tronchi e mettere in sicurezza le persone. Tanto per citare qualche posto devastato, basta dire l’Anconella, un grande parco per bambini e grandi, dove si trovavano attrazioni e aree verdi. Tutto distrutto, e chissà tra quanto rivedremo i giardini come prima … mai, probabilmente, dato che il comune ha preso la decisione di piantare alberi più resistenti e bassi, per evitare di ripetere l’esperienza in futuro.
Ci sono stati però anche aspetti positivi nella vicenda. Infatti, i fiorentini si sono rimboccati le maniche e hanno creato una rete d’aiuto per liberare strade, giardini, asciugare scantinati … inoltre sono stati coinvolti molti immigrati, che si trovano in città in attesa dei documenti, per dare una mano a ristabilire l’ordine. È stato un gesto che dovrebbe essere d’esempio anche in altri ambiti, a mio parere.
Aurora Masciello

Continua
AdminUn Tornado a Firenze
images.jpg

INSURGENT

Questo strano nome è il titolo di un film che ho visto durante le vacanze di Pasqua.
Il film tratta, che dopo che una catastrofe mondiale l’organizzazione sociale viene suddivisa in diverse caste:pacifici,candidi,gli intrepidi, gli eruditi e i DIVERGENTI. Quest’ultima non è una vera e propria casta,anzi le persone cui ne fanno parte sono chiamati: ribelli .

Continua
AdminINSURGENT
Art.-tecno-Samso-pale-eolice.jpg

Isola ecologica di Samso

Samso è una delle 3 isole ecologiche al mondo, insieme a King in Australia e Utsire in Norvegia.
Appartente alla 
Danimarca, situata tra Copenaghen e lo Jutland, conta all’incirca 4500 abitanti e 22 piccole cittadine.
Nel 
1997 l’Agenzia Danese per l’Energia lanciò un concorso nazionale per individuare l’area da destinare ad un progetto di rinnovamento: realizzare un paradiso ecologico in grado di produrre energia solo da fonti ecosostenibili.

Continua
AdminIsola ecologica di Samso
lab_bici_850.jpg

“Pedalo Riciclando”, Riutilizziamo le piccole cose.

Ecco qua sopra il titolo del progetto di tecnologia che abbiamo appena concluso. Si è trattato di un lavoro volto a rendere consapevoli gli studenti dell’importanza del riciclaggio, partendo dalle piccole cose, come una bicicletta. Già, le biciclette. Chi di noi non ne possiede almeno una?

Continua
Admin“Pedalo Riciclando”, Riutilizziamo le piccole cose.