Mondiali di Calcio

Logo-Brasile-2014-LiberaIl campionato mondiale di calcio è il massimo torneo calcistico tra quadre nazionali maschili.
Nato nel 1930 da un’idea del dirigente sportivo francese Jules Rimet, si disputa ogni quattro anni.
La sua organizzazione, curata nei dettagli dalla FIFA, ne fa uno degli eventi sportivi più seguiti al mondo.
L’attuale squadra detentrice del titolo di campione del mondo è la Germania che ha vinto l’edizione 2014 in Brasile
Dal 1930 al 1970 i vincitori venivano premiati con la Coppa Rimet.
Tuttavia, la coppa fu rubata nel 1983 e non venne più ritrovata, facendo sospettare che fosse, probabilmente, stata fusa dai ladri.  È da notare che questo non fu l’unico furto della coppa. Prima dell’inizio dei mondiali del 1966 in Inghilterra, la Coppa venne rubata e riapparve solo dopo alcuni giorni, trovata da un cane poliziotto lungo la strada.

Dalla seconda edizione, prima del torneo, si tengono le qualificazioni per limitare la presenza delle nazionali che si giocheranno la coppa.

Questa fase preliminare si tiene nelle sei diverse zone scelte dalla FIFA (Africa, Asia, Centro-Nord America e Caraibi, Sud America, Oceania, Europa), ed è organizzata e supervisionata dalle rispettive confederazioni.

Il lunghissimo torneo di qualificazione inizia tre anni prima della competizione mondiale e dura per più di due anni. Lo svolgimento di questa fase varia a seconda della confederazione.
Di solito uno o due dei posti da assegnare vengono decisi da partite ad eliminazione diretta che coinvolgono nazioni di zone diverse.
Per esempio, la vincitrice della zona dell’Oceania giocò contro la quinta del girone unico del Sud America per potersi qualificare al Campionato mondiale di calcio.
L’attuale formula, adottata dal mondiale, prevede la partecipazione di 32 squadre che si affrontano in un torneo della durata di circa un mese in un paese ospitante.
Ci sono due parti: una fase a gironi seguita da una ad eliminazione diretta.
In ogni raggruppamento ogni squadra gioca tre partite. Il turno successivo prevede la creazione di un tabellone, a cui accedono le prime due di ogni girone, basato sul piazzamento nel gruppo.
Vengono assegnati tre punti alla squadra vincitrice, uno in caso di pareggio e zero per la sconfitta.
La fase ad eliminazione diretta prevede match di sola andata con la possibilità, in caso di pareggio dopo i tempi regolamentari, di tempi supplementari ed, eventualmente, calci di rigore.
Le partite ad eliminazione diretta iniziano dagli ottavi di finale dove la vincitrice di ogni gruppo incontra la seconda classificata di un altro girone. Successivamente seguono i quarti di finale, le semifinali e la finale.
Per il terzo posto si affrontano le perdenti delle due semifinali.

 

Ciprian Paraschiv

AdminMondiali di Calcio
Share this post

Related Posts