La cagnolina Sila

Per le vacanze di Pasqua siamo partiti per la montagna. Il proprietario della casa ci aveva detto che c’ era la neve. Quando siamo arrivati lì, a un certo punto abbiamo trovato almeno quaranta centimetri di neve e mio babbo pero’ non credeva che ci fosse così tanta neve. La macchina aveva un po’ di difficolta’, ma alla fine ce l’abbiamo fatta e siamo arrivati. Appena presi i bagagli siamo andati a mangiare una minestra, patate, insalata e carne.

Il giorno dopo mia mamma, mio babbo e due loro amici sono andati a Vermosh e sono ritornati alle due. Io ho chiesto a Luigi, il proprietario della casa, se potevo portare in giro la cagnolina Sila e lui mi ha detto di sì. Allora l’ho sciolta e abbiamo fatto un giro. Poi quando mi sono un po’ stancata ho legato il cane e ho chiesto se potevo lasciarla libera per trenta minuti e mi hanno detto di sì. Dopo un po’, lei si e’ trovata un‘amica e hanno giocato insieme. Un giorno Lume, la padrona, mi ha chiesto di portare il cibo alla cagnolina, ma Sila era ancora libera e saltava per mangiare.

LUNA LUBONJA

AdminLa cagnolina Sila
Share this post

Related Posts