Al di là del muro

La nostra classe, insieme al professore di italiano, ha realizzato un cortometraggio. Il nostro filmato è basato su un brano intitolato “Al di là del muro”. Parla di due ragazzi che vivono a Berlino poco dopo la caduta del muro. Riportiamo in seguito la storia:

SDC11640

Karl era un ragazzino che viveva dalla parte più povera della città, però andava a scuola nella parte più ricca. Un giorno il professore diede loro da fare delle ricerche di storia a coppie e estrasse a sorte i bigliettini. Karl capitò con Ludwig, un ragazzino viziato che lo considerava uno straccione. Ludwig subito iniziò subito a protestare, facendo arrabbiare il professore che, tuttavia, confermò le coppie. Il giorno dopo il professore ebbe una lunga discussione con i genitori di Ludwig, durante la quale si capisce il perché del carattere di Ludwig. Mentre i due ragazzi lavorano al progetto il preside entrò in classe dicendo a Karl di andare a casa perché sua madre aveva fatto un incidente. Così andò a casa dal padre che gli disse di chiamare il preside e chiedere di cercare donatori e raggiungerlo in ospedale. Karl obbedì. Ludwig venne informato dal preside del problema e portò tutta la sua famiglia a donare il sangue poiché tutti erano del gruppo 0 negativo. Alla fine la madre di Karl guarì e i ragazzi (diventati amici) festeggiarono la caduta del muro fatto di pregiudizi che prima si erigeva tra loro due.”

Prima delle riprese il professore ci ha spiegato un po’ di storia del cinema. La prima proiezione si svolse a Parigi il 28 dicembre 1895 grazie ai fratelli Lumière. Il primo filmato era muto, in bianco e nero e durò pochi minuti. La cinepresa fu posizionata in una stazione e la gente la osservava incuriosita, ignara di essere immortalata. Mano a mano si evolse arrivando ad essere a colori, con i suoni e diventò una vera e propria attività economica.

Per la registrazione del nostro video abbiamo utilizzato le ore di italiano, girandolo all’interno della scuola. Nonostante il cortometraggio sia relativamente corto per realizzarlo ci sono voluti due mesi: febbraio e marzo. Ci siamo divertiti molto (tra battute che non venivano, piccoli “problemi tecnici” e chi scoppiava a ridere). Vi consigliamo di proporlo anche nella vostra scuola, successivamente pubblicheremo il link.

SDC11619

AdminAl di là del muro
Share this post

Related Posts