immagine-vortice-acqua.jpg

Visita all’acquedotto dell’Anconella

logo publiacqua Il 22 febbraio 2016 con la mia classe 1C siamo andati a visitare l’acquedotto dell’Anconella.
Alle ore 9 presso il capolinea del numero 8 siamo partiti, con noi alunni c’erano 3 accompagnatori: il prof. Femia, la prof.ssa Fantini e il prof. Chiarella. I professori ci hanno ricordato di stare molto attenti e di non fare confusione e il nostro compito era quello di rispettare tali regole.

Arrivati allo stabilimento ci ha accolti una guida che ci ha condotti in una stanza per fare una lezione sull’acqua.
Come prima cosa ci ha introdotto la molecola dell’acqua, cioè la più piccola parte in cui si può dividere l’acqua conservando le sue caratteristiche, che è composta da 2 atomi di idrogeno e un atomo di ossigeno H2O.

goccia d acquaPoi ci ha parlato che la superficie terrestre è ricoperta più del 70% d’acqua e che l’uomo ha sempre usato e cercato di prelevare acqua per vari usi; agricoltura, igiene, industria ecc….
Poi la guida ha spiegato il sistema di depurazione dello stabilimento San Colombano e quello di potabilizzazione dell’impianto dell’Anconella.

IMPIANTO DI DEPURAZIONE SAN COLOMBANO
Tutti gli scarichi fognari di Firenze arrivano allo stabilimento San Colombano attraverso una lunga rete fognaria e nello stabilimento l’acqua viene depurata, cioè le acque sporche vengono ripulite.
L’acqua depurata viene restituita all’Arno.
Vasche depurazione impianto San Colombo

IMPIANTO DI POTABILIZZAZIONE ANCONELLA
La guida per farci capire come funziona la potabilizzazione dell’impianto dell’Anconella, ha fatto un esperimento.
In un recipiente ha messo dell’acqua mescolata a terra più un colorante, il miscuglio si presentava di colore blu.
E’ stato inserito il CARBONE ATTIVO che ha fatto “scomparire” una parte dell’inquinamento e il miscuglio è diventato di colore grigio, cioè una parte più grossolana è stato assorbito dal carbone attivo.
Poi è stato inserito del disinfettante che ha tolto virus, batteri, muffe e funghi.
Per togliere i colloidi invece, viene inserito un acido il POLICLORURO DI ALLUMINIO, che lentamente rende limpida l’acqua e fa precipitare alla base del recipiente le sostanze rimaste.
Infine l’acqua viene filtrata con sabbia di quarzo per eliminare le sostanze che si erano depositate alla base.
Nella vera potabilizzazione che avviene nell’impianto dell’Anconella, alla fine di questo processo viene messo nell’acqua il CLORO affinché l’acqua arrivi nelle case senza virus e batteri che lungo la rete potrebbe contrarre.
Finito l’esperimento abbiamo fatto una piccola pausa e poi abbiamo iniziato il percorso guidato all’interno dello stabilimento.

La visita è iniziata dalla riva dell’Arno dove, attraverso delle bocche, viene presa l’acqua, poi abbiamo proseguito per le varie vasche dove avviene tutto il processo che avevamo visto durante l’esperimento.
Foto numero 1 ANCONELLA
Siamo rientrati a scuola con l’autobus numero 8 alle ore 13.

Conclusione
La visita è stata interessante, l’esperimento mi ha fatto capire in modo molto chiaro come avviene il processo di potabilizzazione, anche se ho trovato difficoltà per alcuni termini che la guida usava e che ancora non conosco bene il significato.
La parte che ho preferito è stata quando abbiamo fatto il tour dello stabilimento.

A cura di Federico Giorgelli (1C)

AdminVisita all’acquedotto dell’Anconella
Share this post

Related Posts