Blog

Latest News and Updates

Premiati a Monte San Savino

La premiazioneLe classi di Aria e Acqua, cioè le classi quarte della scuola di Padule, hanno vinto quest’anno il primo premio di poesia giovanile, sezione di poesia collettiva, presso Monte San Savino con le videopoesie “Silenzi” che abbiamo pubblicato anche sul nostro blog.

Ecco che ritiriamo la coppa al teatro Verdi fieri di questo riconoscimento.

Per saperne di più vi segnaliamo il link:
http://www.letruria.it/A-Monte-San-Savino-premiazione-di-poeti-giovanili

La premiazione

read more
AdminPremiati a Monte San Savino

Premiati a Monte San Savino

La premiazioneLe classi di Aria e Acqua, cioè le classi quarte della scuola di Padule, hanno vinto quest’anno il primo premio di poesia giovanile, sezione di poesia collettiva, presso Monte San Savino con le videopoesie “Silenzi” che abbiamo pubblicato anche sul nostro blog.

Ecco che ritiriamo la coppa al teatro Verdi fieri di questo riconoscimento.

Per saperne di più vi segnaliamo il link:
http://www.letruria.it/A-Monte-San-Savino-premiazione-di-poeti-giovanili

La premiazione

read more
AdminPremiati a Monte San Savino

LA PRIMA FOTOGRAFIA

La prima fotografiaLa prima fotografia della storia fu scattata nel 1826 dal francese Joseph Nicèphore Nièpce (1765-1833), nella località di Le Gras, in Borgogna (Francia centrale).
Fino a quell’epoca per riprodurre immagini si utilizzavano metodi indiretti, coma la litografia, in cui la fedeltà all’originale era legata all’abilità degli artisti, che ne facevano un ritratto per poi riprodurlo in serie. Nièpce cercava invece il modo di “catturare” direttamente le immagini e, per farlo, perfezionò la tecnica della camera oscura, nota già da molto tempo, che consentiva di proiettare all’interno di una scatola un’immagine capovolta del soggetto grazie a un foro frontale, che funzionava come obiettivo. Per fissare l’immagine in modo permanente, Nièpce introdusse nella camera oscura una lastra spalmata con una sostanza sensibile alla luce, su cui rimase impressa la prima fotografia della storia.

LITOGRAFIA: tecnica di riproduzione delle immagini in cui lo stampo è una pietra disegnata con una particolare matita a base di sostanze grasse. Grazie a un tratto chimico, le parti disegnate trattengono l’inchiostro, mentre le zone vuote lo respingono. Imprimendo la pietra inchiostrata su un foglio di carta, si ottiene la riproduzione a stampa del disegno originale.

Nièpce scattò la sua storica fotografia dalla finestra di casa, ritraendo i tetti del vicinato. Servirono ben 8 ore di esposizione e, nel frattempo, la direzione della luce solare variò diverse volte creando un effetto bizzarro sulle luci e le ombre dell’immagine finale.

A cura di Sofia

La Polaroid

read more
AdminLA PRIMA FOTOGRAFIA

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA in TOSCANA

Nella nostra regione la raccolta differenziata raggiunge circa il 40% del totale dei rifiuti prodotti. Questi sono così suddivisi:

– 32,1% carta e cartone;
– 10 % vetro;
– 0,4 % lattine;
– 4,8 % plastiche;
– 35,9 % organico;
– 3 % metalli.

Gran parte di questo materiale può ancora servire, ma se resta tutto insieme è impossibile riutilizzarlo. I colori dei contenitori e le modalità di raccolta possono variare a seconda dei Comuni. In alcuni viene attuata la raccolta “porta a porta,” che dà risultati maggiori; in altri sono utilizzati i contenitori che vengono distinti per forma e colore. I contenitori che abbiamo in Toscana sono quelli più comuni:

ORGANICO (cassonetto marrone) – Resti di alimenti, bucce, piccole ossa, piante, arbusti, paglia, cenere

Cassonetto rifiuti organici

INDIFFERENZIATO (cassonetto grigio e blu) – Tutto quello che non si può differenziare

Cassonetto rifiuti indifferenziati

CARTA e CARTONE(cassonetto giallo) – Imballaggi di carta, cartone, giornali, riviste, libri, quaderni, piatti carta.
Cassonetto rifiuti carta

MULTIMATERIALE (campana azzurra) – Imballaggi in vetro, plastiche, alluminio, acciaio e tetrapak.

Campana multimateriale

DISCARICA

Nelle discariche ci finisce ancora troppa spazzatura che potrebbe essere raccolta separatamente e avviata al riciclo, è necessario che le persone si impegnino sempre più a separare i rifiuti per tutelare l’ambiente.

Schema di una discarica

Ad esempio, se una persona mette la bottiglia del detersivo nel cassonetto dell’ indifferenziato quando arriva alla discarica succede che, se la bottiglia non è stata completamente vuotata, il liquido del detersivo e quello della decomposizione dei rifiuti filtra nel terreno e quindi inquina falde acquifere, prati, fiumi ecc.

A cura di Melissa

ALCUNI DEI SIMBOLI DEL RICICLAGGIO

Alcuni simboli del riciclo

read more
AdminLA RACCOLTA DIFFERENZIATA in TOSCANA

LA DIETA MEDITERRANEA

La dieta mediterraneaLa dieta mediterranea è un modello nutrizionale ispirato ai modelli alimentari tradizionali di tre paesi europei e uno africano del bacino del mediterraneo: Italia, Grecia, Spagna e Marocco. Nel 2008 l’Italia ha presentato richiesta all’UNESCO affinché la dieta mediterranea venga inserita fra i patrimoni culturali immateriali dell’umanità, riconoscimento che riceve nel 2010.
Questo modello nutrizionale è stato abbandonato nel periodo del boom economico degli anni sessanta e settanta perché ritenuto troppo povero e poco attraente rispetto ad altri modelli alimentari provenienti in particolare dalla ricca America, ma ora la dieta mediterranea sta sicuramente riconquistando, tra i modelli nutrizionali, l’interesse dei consumatori e sta conoscendo una grande diffusione, specie dopo gli anni novanta, in alcuni paesi americani fra cui l’Argentina, l’Uruguay e alcune zone degli Stati Uniti d’America. La dieta mediterranea ha un elevato consumo di pane, frutta, verdura, erbe aromatiche, cereali, olio di oliva, pesce e vino (in quantità moderate) ed è basata su un paradosso (almeno per il punto di vista del nutrizionismo tradizionale): i popoli che vivono nelle nazioni del Mediterraneo consumano quantità relativamente elevate di grassi ma, nonostante ciò, hanno minori tassi di malattie cardiovascolari rispetto alla popolazione statunitense, nella cui alimentazione sono presenti livelli simili di grassi animali. La spiegazione è che la gran quantità di olio d’oliva usata nella cucina mediterranea controbilancia almeno in parte i grassi animali. Secondo degli studi la dieta mediterranea ha effetti protettivi sul cervello, contribuendo a prevenire il declino cognitivo; essa è molto importante per i suoi effetti benefici sulla salute. Dopo essersi rivelata protettiva nei confronti di malattie cardiovascolari, tumori e probabilmente di allergie e asma, lo studio ne segnala i potenziali effetti protettivi sul cervello. Il 16 novembre 2010, l’Unesco ha incluso la dieta mediterranea nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità, accogliendo la proposta presentata – nel 2009 – dal Gruppo di lavoro Unesco del Ministero delle Politiche Agricole coordinato dal professor Pier Luigi Petrillo (che in precedenza aveva ottenuto l’iscrizione de “Le Dolomiti” nella prestigiosa Lista dell’UNESCO). Con questo riconoscimento, l’UNESCO ha affermato il valore culturale di questo grande patrimonio dei popoli del Mediterraneo.

A cura di Giulia

read more
AdminLA DIETA MEDITERRANEA

I film che preferisco

007Il sabato sera è il giorno in cui posso stare sveglio più allungo e cosi in genere guardo dei film con tranquillità perché so che il giorno dopo non devo andare a scuola.
A casa mia si guardano film in dvd: di azione di avventura e di fantascienza… tutti questi film che mi piacciono.

007 è il mio idolo, infatti molto spesso mi ritrovo a seguire le sue rocambolesche azioni che lo portano a essere un uomo audace e trasgressivo che ama il rischio e ottiene sempre quello che vuole.
007 possiede tutta la tecnologia più avanzata: auto che possono diventare sottomarini e attrezzate in modo da avere tutti i mezzi necessari per attaccare il nemico.
I gadget (penne, accendini, telefoni,) che anno 1000 funzioni.

Indiana JonesAltro genere genere che solitamente mi piace è quello di avventura con protagonista Indiana Jones.
Questo personaggio è talmente diverso da 007 che è una spia internazionale.
Invece Indiana Jons è un archeologo, alla ricerca di tesori nascosti, il mezzo che dispone e per combattere e liberarsi dai nemici è la frusta e si confronta con le persone più tecnologiche, ma meno furbe e abili di lui.

I film di fantascienza che preferisco sono: Ritorno al futuro e Star Wars

Ritorno al futuroI protagonisti di ritorno al futuro sono un ragazzo un signore anziano e un cane loro tornano i dietro nel tempo per cambiare il mondo negli anni.

Star Wars invece è una guerra interspaziale tra la terra e li mondo nemico, e combattere con armi laser da uomini e robot. La guerra è tra il bene e il male.

007, Indiana Jones, Ritorno al futuro e Star Wars.
Questi film raccontano storie diverse tra loro, ma gli eroi secondo me hanno su di me la stessa influenza: mi aiutano a diventare coraggioso, spericolato, intraprendente e sicuro di me.
Non vi meravigliate se tra i miei desideri c’è quello di diventare una star!?!

Star Wars

read more
AdminI film che preferisco

I nostri plastici (Andrea, SofiaI e Linda)

La camera di LindaLa mia camera in scala 1:20 é stata costruita con il compensato e della stoffa che ho usato per il letto e la tenda, poi per la valigia e il vestito gli ho presi da dei giochi, mentre tutte le altre cose le ho fatte io con bottoni ecc. per le pareti ho usato delle tempere; la stessa cosa ho fatto con l’armadio, il comodino e le mensole, mentre i quadri sono fatti con il compensato.

A cura di Linda

La camera di AndreaHo costruito il mio plastico con il compensato: prima di montare i pezzi sono stato un giorno per prendere tutte le misure in scala 1 a 20; finita la prima fase mi sono messo a costruire i pezzi senza la colla per vedere se tornavano. Dopo ho lisciato tutti i bordi e gli spigoli per eliminare le scheggie.

Ho preso la colla a caldo, ho incollato tutti i pezzi ed ho aspettato fino al giorno dopo per far sì che la colla si seccasse e i pezzi di La camera di Sofialegno fossero ben saldi per iniziare a verniciare il plastico: gli ho dato la prima spennellata di colore bianco poi ci sono passato altre quattro volte perchè il colore si impregni, dopo ho colorato le testate dandogli due passate, ho messo il plastico ad asciugare… e il lavoro è fatto.

A cura di Andrea

La mia camera in scala 1:20 è stata costruita con il compensato, il trincetto, la tintura per legno e la balsa…

Ho usato le tempere rosa per colorare le pareti e la balsa per costruire la scrivania il letto e l’armadio, perchè è più facile lavorarla…

Ho attaccato alle pareti dei mini-poster di justin bieber e ho usato una sciarpa fucsia per le tende e le coperte. Poi ho messo le scarpe delle barbie sul pavimento; ed infine ho creato la televisione con del cartone.

A cura di SofiaI

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminI nostri plastici (Andrea, SofiaI e Linda)

Le nostre camerette (Samuele, Alessio e Sebastian)

La cameretta di SamueleQuesta è la rappresentazione in scala 1:20 di camera mia.
Per il mio plastico ho come componenti : il letto fatto di legno avvolto da stoffa, l’armadio fatto di legno contornato da scotch di carta, il comodino fatto con del legno colorato con dei pennarelli blu.
Come decorazione ci sono dei quadri, che ho disegnato e colorato con dei pennarelli direttamente sul legno, come ho fatto per il tappeto.
Mi è piaciuto e mi sono divertito molto a farlo.
A cura di Samuele

La cameretta di AlessioQuesta è la rappresentazione in scala 1:20 della camera dei miei genitori.
I mobili principali sono: il letto imbottito, di color rosa, due armadi di compensato e molte mensole.
Come decorazioni ci sono: quadri stampati e dei libri sulle mensole, e una valigia.
Il tutto colorato con i colori acrilici.
Mi è piaciuto e mi sono divertito molto a farlo.
A cura di Alessio

Qusta è la rappresentazione in scala 1:20 della mia camera.
I mobili principali sono: i due letti con della stoffa verde, ci sono tre scrivanie, due armadi , molte mensole, due finestre, il comodino e dei quadri colorati con dei pennarelli.
Mi è piaciuto e mi sono divetrito molto a farlo.
A cura di Sebastian

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminLe nostre camerette (Samuele, Alessio e Sebastian)

Le nostre camerette (DavidG, Brando e Lorenzo)

La camera di DavidIl mio modellino è la rappresentazione precisa della camera di mio fratello in scala 1:25.

Il plastico è curato fino ai minimi dettagli e si presenta con 2 piani muniti di scale a chiocciola e un tetto removibile e ben fatto. Il tutto è stato colorato con le tempere.

Ha una scrivania, una mensola e un letto imbottito con cuscino compreso.

I mobili sono tutti in compensato e disposti nei punti esatti della camera.

La camera di BrandoA cura di DavidG

Il mio plastico è la rappresentazione precisa della mia camera in scala 1:20.

Il plastico è curato fino ai minimi dettagli e si presenta con in un solo piano munito di letto rimbottito per creare il piumino, cassetti e mensola con sopra libri e scatole. Vi ha tutti i miei giochi elettronicie, la mia scrivania ed i miei poster.

Tutti i mobili sono il legno di balza e la struttura in compensato il tutto colorato con le tempere.

A cura di Brando

Il plastico del mio salotto l’ho costruito prevalentemente con del compensato e della stoffa, ho colorato le pareti con i colori acrilici.

La camera di LorenzoPer costruire gli oggetti (mobilia) ho tagliato con l’archetto, dei piccoli rettangolini e quadratini di compensato e li ho assemblati insieme con la colla a caldo.

Due pareti, le ho dipinte con una tecnica che mi ha insegnato mio babbo: prima ho colorato la parete di bianco, poi con un straccio
con delle grinze, che ho immerso nel colore, ho tamponato la parete.

Questo mi ha dato la possibilità di esprimere tutta la mia creatività, è risultato un lavoro eccezionale, dove si vede il mio impegno.

A cura di Lorenzo

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminLe nostre camerette (DavidG, Brando e Lorenzo)

I nostri plastici (Gaia, SofiaF e Melissa)

Il plastico di SofiaFIl colore che prevale nella mia camera è il rosa, ci sono molti oggetti che ho realizzato a mano.
L’ oggetto per cui ho impiegato più tempo sono le tende per le quali ho usato carta crespa e carta velina.I materiali che ho usato sono: legno,cartone,cortoncini colorati,carta di vari tipi, cotone per fare i cuscini e pellicola trasparente e per incollare il tutto ho usato una colla liquida per carta e cartone e colla a caldo. Le pareti sono state dipinte con le tempre.Per fare gli armadi ho usato un cartoncino grigio e poi sopra ci ho attaccato un cartoncino colorato rosa. Sulla scrivania ho messo solo il computer perchè l’ ho fatta molto piccola ma in realtà ci sono molti altri oggetti. Per realizzare le coperte e i cuscini gonfi ho usato la carta velina imbottita di cotone in modo che rappresentasse il piumone invernale.
A cura di SofiaF

Ho una sorella gemella, ma abbiamo due camere separate, la mia camera è principalmente rosa, ci sono molti oggetti e molti poster dei miei idoli preferiti. L’oggetto per cui ho impiegato più tempo è l’armadio. I materiali che ho usato sono vari: legno, cartone, tessuti, carta e ho abbellito il tutto con adesivi, perline e accessori.
Per fare la struttura del letto ho usato il cartone che poi ho ricoperto con la stoffa. Per fare il tavolo invece ho usato il legno e la carta. Le pareti le ho dipinte con i colori acrilici. Le tende le ho realizzate con il pizzo.
Il plastico di MelissaA cura di Gaia

Per costruire la mia camera ho usato vari materiali : compensato, cartone, e una tovaglietta di legno per la colazione, ho costruito il tutto in collando con la colla a caldo poi per fare il cuscino per il letto ho usato il cotone nellla mia camera ho fatto una finestra tagliando il cartone con un trincetto poi per rifinire gli spazi ho tagliato un pezzo di stecca alla tovaglietta all’ interno ci ho messo una tenda presa da un nastro. La mia camera è bianca e rosa la maggior parte dei vestiti gli ho presi dalle barbie ed infine per decorarla ci ho aggiunto degli adesivi e infine o rifinito il tutto.
A cura di Melissa

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminI nostri plastici (Gaia, SofiaF e Melissa)