vulcano_sottomarino.jpg

Vulcano sottomarino

Dopo aver sentito una notizia in TV che parlava di un vulcano sottomarino esploso nell’ Oceano Pacifico il 7 agosto 2019, mi sono incuriosito ed ho trovato alcune informazioni che potrebbero essere interessanti.
L’uomo che navigava in questa zona è stato sorpreso da questo fenomeno ritrovandosi a galleggiare in mezzo ad un mare di sassi anziché d’acqua.
Questo panorama grigio composto da soli sassi si estendeva per circa 150 Km quadrati.
Questa esplosione è veramente particolare perché la roccia fusa, che esce dal vulcano sottomarino, a contatto con l’acqua salata, forma una sostanza galleggiante chiamata pomice.
Guardandolo sembra un panorama disastroso ma in realtà tutto questo potrebbe avere anche degli aspetti positivi.
La massa di pomice sull’acqua è stata vista anche dai satelliti della NASA.
Se raggiungerà l’Australia (potrebbe succedere tra 7-12 mesi) potrebbe avere un effetto positivo sulla Grande Barriera Corallina secondo alcuni esperti: molti animali marini si attaccano alla pomice galleggiante e la usano per farsi trasportare, quindi grazie a essa potrebbero raggiungere le acque attorno alla barriera corallina che negli ultimi anni è stata danneggiata dal cambiamento climatico. L’arrivo di nuovi animali potrebbe favorire il ripristino parziale degli ecosistemi danneggiati o distrutti.Penso che ritrovarsi in quella situazione, senza sapere da cosa derivi, sia scioccante.

A cura di Manuel

AdminVulcano sottomarino
Share this post

Related Posts