Redazione

Sono andata a Verona

Sono andata a Verona mi è piacuta molto, sono andata a vedere Romeo e Gulietta. Però non sono salita sul balcone di Gulietta.

La scuola

Le maestre che abbiamo Tutti le amiamo Combattono battaglie Pur rompendosi le maglie Hanno dipinto di giallo La mattina quando ha cantato il gallo La classe che ora è in quinta L’anno prossimo sarà estinta

l’ubriaco

“Mamma posso uscire?” chiesi. “No, È troppo tardi Jerri!” mi rispose mia madre con tono minaccioso “Hai solo sedici anni!”.

La corsa spaventosa nel bosco

Era notte fonda quando Davide sentì delle voci provenire dal bosco. Voci rauche che gli sussurravano di entrare. Un po’ spaventato, entrò a passi felpati, nella boscaglia.

Qualcosa

Dennis un ragazzo di 14 anni, come tutti i giorni tornava con la bici a casa da sua madre, ma quella sera si fermò su un marciapiede e si sedette.

I parenti di Frankestein

In una notte tempestosa Jessie stava guardando il cielo con il suo amico Eugenio. Sono tutti zuppi, ma a loro non importa perché gli piaceva stare al fresco insieme.

Elia e il Tescamonte

Elia sentì un fruscio leggero leggero provenire da una distanza ravvicinata. Vide nella nebbia della sera un Tescamonte: una creatura oscura con un occhio solo tutto nero con una specie di velo strappato sulla testa.

il cowboy senza pecore

C’era una volta un cowboy di nome Bill e suo figlio che si chiamava George Una volta Bill disse “c’è un bandito in libertà tu fai la gurdia alle pecore”. Allora George la mattina seguente andò al recinto e scoprì che le pecore erano scomnparse e avevano lasciato un chilo di cacca. Per fortuna era