aula_magna-di-via-Laura-Firenze.jpg

Cronaca della visita all’Universitá

Mercoledì pomeriggio stavamo facendo gli autoritratti quando, all’improvviso Chiara ha detto: “Sbrigatevi, mettete via, siamo in ritardo per la laurea di Giovanni!”

Tutti erano incasinati a prendere le giacche.

Poi siamo usciti dalla scuola passando da via Dei Macci.

Dopo un po’ siamo arrivati in via Laura abbiamo aspettato, dopo siamo entrati nell’Università. Era molto silenziosa, e anche la nostra classe ha provato a stare in silenzio.

Siamo andati nel cortile e abbiamo visto tre panchine che formavano la bandiera dell’Italia. Il cortile era molto piccolo e con un vaso in centro.

Poi siamo scesi dalle scale ci siamo seduti e abbiamo aspettato.

Siamo entrati nell’aula magna c’erano gli amici di Giovanni e anche l’amica di Chiara.

I professori parlavano con Giovanni e Giovanni rispondeva e aveva un libro che si chiamava tesi.

Siamo usciti cosí i professori decidevano il voto.

Abbiamo aspettato e siamo rientrati i professori hanno detto a Giovanni aveva preso 107 su 110.

Siamo riusciti e abbiamo festeggiato un po’, poi siamo andati a piazza Santissima annunziata e abbiamo mangiato schiacciate, pizzette e succhi di pesca Giovanni é venuto con la corona di alloro e ora si chiama “dottor Giovanni”.

A Giovanni abbiamo regalato un libro fatto di lettere con i consigli e Vitto D ha portato un timbro per la cera dei genitori e una nonna il caffè.

Hanno dato a Giovanni lo spumante e Giovanni l’ha aperto: stava per andare sulla testa di Bech!

Dopo sono venuti i genitori a prenderci.

 

Articolo scritto da Nadine

RedazioneCronaca della visita all’Universitá
Share this post