Tora_Elisa1.png

Una uscita particolare

Siamo andati in gita alla moschea e alla sinagoga di Firenze.
Abbiamo preso l’autobus e siamo andati alla moschea. Quando siamo entrati c’era un grande puzzo di piedi perché tutti si toglievano le scarpe per entrare dentro la stanza dove si prega.C’ era una signora con un velo in testa e ci ha spiegato delle cose sulla religione musulmana ma non ci si capiva niente perché parlava molto velocemente. Poi quando ha finito ci siamo rimessi le scarpe e siamo usciti.
In seguito abbiamo mangiato la merenda che ci aveva dato la mensa. A Corso i piccioni gli hanno fatto la cacca sullo zaino.
Più tardi abbiamo camminato molto fino ad arrivare alla sinagoga.
Arrivati ci hanno fatto mettere gli zaini dentro un cassetto e poi siamo entrati.
Abbiamo incontrato la nostra guida che ci ha  spiegato molte cose; siamo partiti dal primo piano, anche se a noi non ci sembrava molto il primo piano, perché abbiamo fatto un  monte di scale.
Ci ha spiegato cosa mangiano gli ebrei e ci ha fatto vedere l’interno della sinagoga, era bellissima!!!!
Poi siamo andati al secondo piano e ci ha spiegato la storia della shoa.
Ma la parte più bella è stata entrare nel posto dove pregavano.
Ai maschi hanno fatto mettere la kippà, che all’inizio cascava sempre.
Eitan, un nostro compagno di classe che è ebreo, ci ha fatto vedere il suo cassetto dove custodiva due libri che erano scritti al contrario.
All’intero c’era anche un velo blu che significava il contatto fra dio e l’ uomo.
Abbiamo visto anche la torà, il libro sacro degli ebrei con cui fanno le preghiere che è fatta come un rotolo.
Che bella giornata!!!

A cura di Corso, Niccolò e Sara

Redazione Classe 5^AUna uscita particolare
Share this post