Le ranocchie fiorentine del Nilo

Buongiorno, siamo le ranocchie dell’Ema, quest’anno abbiamo studiato gli Egizi e quindi ci chiameremo le ranocchie fiorentine del Nilo.

Adesso siamo in 4°B, i nostri nomi sono:
Matteo, Vieri, Guia, Nora, Viola L., Dafne, Vincenzo, Samuel, Alessio, Emma, Valeria, Maria Lourdes, Mattia, Francesco, Viola S., Neri, Edoardo, Allegra, Marco, Eleonora. A settembre è arrivata una nuova bambina di nome Alessia che viene dal Perù e alla fine di novembre è arrivato un bambino di nome Stefano che viene dalla Sardegna, precisamente da Sorso il paese in cui si è spiaggiata la balenottera.
Così, adesso, la nostra classe è composta da 22 alunni e due maestre.

Ci piace conoscere Firenze, le sue tradizioni le sue usanze come lo Scoppio del Carro, la Bistecca alla Fiorentina, e la Schiacciata alla Fiorentina.
La nostra scuola è situata sulla collina di Poggio alla Noce, comprende bellissimi spazi all’aperto dove noi attuiamo il progetto dell’orto per conoscere la storia dei principali alimenti ed essere pronti a mangiare le verdure a mensa.

Quest’anno ci ha paricolarmente entusiasmato lo studio degli Egizi per cui abbiamo coltivato il frumento che ha reso ricco l’Egitto, i baccelli per fare la ” scorpacciata” ad aprile e in una parte abbiamo piantato le piante officinali o piante odorose che le nostre mamme usano per cucinare: rosmarino, salvia, timo, mandragola.
Tutte queste piante le abbiamo viste all’ Ospedale di Santa Maria Nuova, il primo ospedale di Firenze che curava gli ammalati con le erbe. L’ edificio fu voluto da Monna Tessa e pagato da Folco Portinari.
Tutti noi abbiamo un vero spirito da Egizi infatti a Carnevale ci siamo travestiti da egiziani.
Anche quest’anno continuiamo con gioia a comunicarvi le nostre esperienze particolari stimolati da Stefano, il mago del web.

Ora capite perchè ques’anno ci chiamiamo le ranocchie fiorentine del Nilo.

A cura di Neri e Mattia

AdminCi presentiamo…