lia_levi.jpg

INTERVISTA A LIA LEVI

ABBIAMO INCONTRATO LIA LEVI IL 19 MAGGIO 2021.
IN CLASSE ABBIAMO LETTO UNO DEI SUOI LIBRI: “IL GIORNO DELLA MEMORIA RACCONTATO AI MIEI NIPOTI”.

LIA OGGI HA 89 ANNI E VIVE A ROMA. DURANTE LA SECONDA GUERRA MONDIALE ERA UNA BAMBINA EBREA DI 11 ANNI.
NELLA PRIMA PARTE DEL LIBRO PARLA DEI RICORDI E DELLA MEMORIA: “MEMORIA È QUANDO I RICORDI SONO DIVENTATI I MATTONCINI DEL NOSTRO OGGI” (PAGINA 10). LA PRIMA PARTE PROSEGUE SPIEGANDO LA NASCITA DEL ‘GIORNO DELLA MEMORIA’.
NELLA SECONDA PARTE LIA RACCONTA LA SUA STORIA. LA STORIA DI UNA BAMBINA COLPITA DALLE LEGGI RAZZIALI. DA UN GIORNO ALL’ALTRO LA SUA VITA CAMBIÒ. PER FORTUNA È RIUSCITA A SALVARSI DALLA FEROCIA NAZIFASCISTA, OSPITATA IN UN CONVENTO, DOVE LE SUORE NASCONDEVANO BAMBINE EBREE.
NEL LIBRO RACCONTA TANTI EPISODI SUCCESSI IN QUEGLI ANNI, ALCUNI TRISTI E ALCUNI DIVERTENTI.
LEGGENDO IL LIBRO E PARLANDO CON LIA LEVI ABBIAMO VISSUTO IL DRAMMA DI QUEI BAMBINI E DI QUELLE BAMBINE E ABBIAMO RIFLETTUTO SULLA GUERRA E ANCHE SUI DRAMMI DI OGGI COME I MIGRANTI CHE MUOIONO IN MARE.
QUESTE SONO ALCUNE DELLE DOMANDE CHE ABBIAMO POSTO A LIA LEVI. LA RINGRAZIAMO TANTISSIMO PER AVER PARLATO CON NOI.

DOMANDA 1:
HAI MAI RINCORTRATO MARINA, LA TUA AMICA DEL CUORE CHE HAI DOVUTO LASCIARE PER NASCONDERTI, DOPO LA GUERRA?
RISPOSTA
HO RINCONTRATO MARINA ANCHE PRIMA DELLA FINE DELLA GUERRA, PERCHÉ CI VENIVA A TROVARE NEL CONVENTO E TANTI ANNI DOPO SI È SPOSATA.

DOMANDA 2:
TI DIVERTIVI NEL CONVENTO?
RISPOSTA
NON È CHE MI DIVERTIVO TANTO. SI STUDIAVA TUTTI INSIEME E FACEVAMO I COMPITI MA QUANDO SI FINIVA NON SI POTEVA DIRE “HO FINITO”, SI DOVEVA ASPETTARE CHE FINISSERO TUTTI. MA QUANDO SI ANDAVA IN GIARDINO MI DIVERTIVO.

DOMANDA 3:
AVVEVI PAURA DI NON RIVEDERE I TUOI PARENTI?
RISPOSTA
SÌ, MI MANCAVANO TUTTI I MIEI PARENTI: QUELLI PICCCOLI E QUELLI GRANDI. AVEVAMO PAURA MA NON SAPEVAMO BENE DI COSA. SAPEVAMO CHE DOVEVAMO STARE NASCOSTI. ABBIAMO CAPITO QUELLO CHE ERA SUCCESSO SOLO DOPO, QUANDO ERAVAMO PIÙ GRANDI.

DOMANDA 4:
TI ERI AMMALATA IN CONVENTO?
RISPOSTA
IN CONVENTO MI SONO AMMALATA PERCHÉ MI AVEVANO DATO IL LATTE E NON SAPEVO DI ESSERE ALLERGICA.

DOMANDA 5:
TI MANCA QUALCHE SUORA DEL CONVENTO?
RISPOSTA
MI MANCA SUOR FERDINANDA E UN PO’ LA PRESIDE.

DOMANDA 6:
PERCHÉ HAI MESSO IN COPERTINA LA TUA PAGELLA?
RISPOSTA
HO MESSO LA MIA PAGELLA IN COPERTINA DEL LIBRO PERCHE C’È SCRITTO
“RAZZA EBRAICA” DOVEVANO SCRIVERLO PER FORZA. VERAMENTE ORRIBILE.

DOMANDA 7:
COME TI SEI SENTITA DOPO LA GUERRA?
RIPOSTA
QUANDO È FINITA LA GUERRA (A ROMA) HO RINCONTRATO TUTTI I MIEI PARENTI, ERO MOLTO FELICE.

DOMANDA 8:
È STATO DEPORTATO QUALCUNO CHE CONOSCEVI?
RISPOSTA
È STATA DEPORTATA UNA MIA AMICA CHE SI CHIAMA GIOVANNA.

DOMANDA 9:
HAI AVUTO AMICI IN CONVENTO?
RISPOSTA
HO AVUTO UNA GRANDE AMICA NEL CONVENTO.

DOMANDA 10:
COME TI SEI SENTITA QUANDO TUA MAMMA TI HA LASCIATO IN CONVENTO?
RISPOSTA
È STATO MOLTO TRISTE, MA IO NON CE L’AVEVO CON LEI, DOPO TUTTO CI HA SALVATO LA VITA.

A CURA DI IRENE & IRENE

Classe 3CINTERVISTA A LIA LEVI
Share this post