paella-valenciana.jpeg

PAELLA ALLA VALENCIANA

STORIA
La paella non poteva nascere che in Spagna, dove furono i Romani a portare l’olio ed i Mori il riso e lo zafferano.
Paella in lingua originale significa padella, ovvero il basso recipiente di ferro a due manici nel quale viene cucinata e servita.

INGREDIENTI
PER FARE UNA BUONA PAELLA CI VUOLE:
– Riso vialone nano 350 g
– Brodo vegetale 800 g
– Coniglio da pulire 700 g
– Fusi di pollo 550 g
– Pomodori maturi 400 g
– Peperoni verdi 200 g
– Fagiolini 150 g
– Zafferano in pistilli 1 cucchiaino
– Olio extravergine d’oliva 30 g
– Sale q.b.
– Pepe nero q.b.

PREPARAZIONE
Per realizzare la paella alla valenciana, per prima cosa bisogna preparate il brodo di verdure che vi servirà per cuocere il riso. Mettere i pistilli di zafferano in una brocchetta, prelevate un mestolo di acqua calda del brodo e versarlo sopra ai pistilli: lasciare in infusione fino al momento in cui dovranno essere utilizzati. Ora passiamo alla preparazione del resto degli ingredienti. Puliamo il coniglio dalle interiora e tagliarlo a tocchetti di 2-3 cm : in tutto dovremo ottenere 500 g di polpa di coniglio. Dividiamo i fusi di pollo a metà e teniamo da parte. Dividiamo i peperoni, eliminiamo i semi e filamenti interni e tagliamoli prima a falde poi a pezzi grossolani.
Laviamo i pomodori e tagliamoli prima a fette e poi a tocchetti. Infine spuntiamo i fagiolini e dividiamoli a metà.Prendiamo la padella per paella, scaldate l’olio e cominciamo ad aggiungere il coniglio e il pollo. Saliamo, pepiamo e facciamo rosolare per 15 minuti a fiamma medio-alta.Quando la carne sarà rosolata, spostiamola verso i lati della padella e aggiungete al centro i peperoni, i fagiolini e i pomodori. Cuociamo le verdure per 10 minuti, in modo che rimangano croccanti.A questo punto versiamo il riso nella padella distribuendolo a forma di croce e facciamolo tostare per un minuto mescolandolo insieme agli altri ingredienti, poi aggiungete il brodo vegetale tutto in una volta: da questo momento in poi non dovrete più toccare il riso. Unite anche il liquido con i pistilli di zafferano che avevate lasciato in infusione e proseguite la cottura per 30 minuti a fiamma medio-bassa, sempre senza mescolare.Trascorso il tempo di cottura del riso, il liquido dovrebbe essere stato assorbito completamente, quindi spegnete il fuoco, coprite la padella con un foglio di alluminio e lasciate riposare per una decina di minuti.

A cura di Ouisal con con la collaborazione di mio fratello Nabil

Classe 2APAELLA ALLA VALENCIANA
Share this post