scheletro.jpg

APPARATO SCHELETRICO

Ciao a tutti, sono Margherita e oggi vi parlerò dell’APPARATO SCHELETRICO.
Lo SCHELETRO è l’insieme di tutte le ossa, che sono in tutto 206, costituisce l’impalcatura strutturale del corpo.

Inizio dicendovi che lo scheletro svolge cinque funzioni fondamentali:

Sostegno, è la funzione principale, infatti senza le ossa non staremmo in piedi.
Protezione, protegge gli organi interni ed è anch’essa una funzione molto evidente e importante: pensiamo al cranio, che racchiude il cervello o alla gabbia toracica che fa da scudo al cuore e ai polmoni.
Locomozione, è lo spostamento del corpo che è possibile grazie alle ossa, che si muovono per l’azione dei muscoli definiti scheletrici (per esempio quelli delle gambe).

Oltre a queste tre funzioni evidenti, ce ne sono due così dette “nascoste”:

Emopoiesi, è la produzione delle cellule del sangue.
Riserva dei sali marini, è la funzione di riserva in particolare di calcio: tra le ossa e il sangue, infatti, c’è un continuo scambio di calcio (elemento chimico che serve per muovere i muscoli e per mantenere sane le ossa).

Lo scheletro si divide in due tessuti:

  • IL TESSUTO OSSEO è formato da un piccolo numero di cellule vive, gli OSTEOCITI, immerse in del Collagene (proteina elastica) e Sali minerali.
    Ci sono anche alte cellule, gli OSTEOCLASTI, cellule distruttrici che dove necessario assorbono il tessuto osseo vecchio e poi ci sono gli OSTEOBLASTI, cellule che costituiscono un nuovo osso.
    Grazie a queste cellule ci crea un lento ma continuo rimodellamento osseo, che tiene in forma e adatta lo scheletro alle esigenze.
    Il tessuto osseo si ridivide in due tipi:
    TESSUTO OSSEO COMPATTO organizzato in sottili “lamelle” disposte in modo concentrico intorno a un canale longitudinale, il canale di Havers, percorso dai vasi sanguigni destinati a nutrire l’osso. Ognuno di questi sistemi di “lamelle” si chiama OSTEONE
    TESSUTO OSSEO SPUGNOSO che è formato da “trabecole ossee”, una sorta di impalcatura di minerali e collagene intrecciata che lascia piccole cavità comunicanti fra loro, che lo fanno assomigliare a una spugna. Queste cavità sono piene di midollo osseo rosso, in cui avviene la produzione delle cellule del sangue. All’interno delle ossa lunghe c’è il canale midollare, pieno di midollo osseo giallo, ricco di riserve di grasso.
  • IL TESSUTO CARTILAGINEO è l’altro componente dello scheletro.
    La cartilagine è composta per circa il 60% di acqua e contiene cellule chiamate CONDROCITI immersi in una matrice elastica.
    Quando nasce un bambino inizialmente è costituito prevalentemente da tessuto cartilagineo, ma già prima della nascita inizia il processo di OSSIFICAZIONE, cioè di trasformazione da tessuto cartilagineo a tessuto osseo che permette anche l’accrescimento delle ossa.
    L’ossificazione si conclude definitivamente intorno ai 25 anni, anche se qualche parte dello scheletro rimane cartilagine tutta la vita: come i padiglioni delle orecchie, le estremità delle costole, la punta del naso…
    Il tessuto cartilagineo si trova anche in altre parti dello scheletro come nelle articolazioni.

Spero questo argomento vi sia utile.
Ciao e alla prossima…

A cutra di Margherita M.

admin_seAPPARATO SCHELETRICO
Share this post