La Robotica

La gioia di creare

Vi parleremo della nostra esperienza con un laboratorio di robotica che abbiamo svolto a scuola con un progetto delle Chiavi della Città e che si è concluso di recente: Robot@school.Per cominciare bisogna sapere che la programmazione di un robot prevede due entità: l’hardware ed il software. L’hardware è diviso in centralina, motori e sensori. Il software, il cosiddetto programma, è un insieme di azioni che il robot deve eseguire. Le azioni sono catalogabili in azioni che riguardano l’hardware o il software.
Il robot che creiamo può essere umanoide, animaloide o non avere nessuna di queste sembianze come gli elettrodomestici che usiamo tutti i giorni.

I nostri robot sono stati costruiti con mattoncini di un set Lego creato apposta per il coding chiamato Lego WE.do. 2.0; per montarli abbiamo seguito da un tablet le istruzioni sulla app relativa a questo programma.
Abbiamo poi collegato il “cervello” del nostro robot (CPU) al programma che lo pilota tramite bluetooth e abbiamo programmato delle impostazioni per farlo muovere, variando la potenza e la durata dell’azione.

Abbiamo scoperto che alcuni robot possono svolgere determinati lavori al posto dell’uomo, dalle fabbriche alle sale operatorie. In medicina, addirittura, possono sostituire in caso di incidente, alcune parti del corpo umano.
E’ stato un laboratorio divertente ed interessante perché quasi nessuno di noi aveva mai avuto a che fare con la robotica. Per qualcuno è stata davvero una sorpresa, altri preferiscono attività più tradizionali.

Pietro A., Victor B.Z.,Rocco D.A.

antonialulurgasLa Robotica
Share this post