5c43c798a19a9367e9f7c501.jpg

Scaffale basso 3. Il cavaliere inesistente

Un libro piuttosto breve ma molto intenso e dal significato non troppo semplice è Il cavaliere inesistente di Italo CalvinoTrama in breve: Parla di Agilulfo un cavaliere inesistente , perché all’interno della sua armatura non c’è nessuno, ma solo una voce. Questo cavaliere comanda un esercito e per ordine di Carlo Magno  deve condurlo in Scozia. Nell’esercito c’è un giovane di nome Rambaldo che vuole vendicare suo padre un marchese ucciso in battaglia. Durante una battaglia viene ammazzato il cavallo di Rambaldo e lui viene aiutato da un cavaliere che in realtà è una donna di nome Bradamante. Dopo tante avventure il romanzo finisce con Bradamante che si innamora di Rambaldo.

I personaggi principali: Agilulfo, Rambaldo e Bradamante.

I personaggi secondari: Tarismando, è un cadetto dell’esercito.

Il personaggio più simpatico (perché): Agilulfo, cioè l’armatura del cavaliere inesistente, perchè anche se è puntiglioso  mi è simpatico perché non esiste e non può mangiare e ne’ dormire e la notte sistema ogni cosa al suo posto.

Il personaggio più antipatico ( perché): Bradamante , perché prima si innamora di Agilulfo e dopo la sua morte scappa in convento e diventa suora ma alla fine, secondo me, si innamora di Rambaldo perché ha l’armatura di Agilulfo.

La parte più interessante (perché): quando Agilulfo regala la sua armatura a Rambaldo perché lo ammira.

Consiglieresti la lettura ai tuoi amici? Perché? : Sì,  perché è avventuroso e accadono tante cose durante il viaggio del cavaliere inesistente.

Sveva C.

Scaffale basso

lauracambiScaffale basso 3. Il cavaliere inesistente
Share this post