scary-halloween-ghost.jpg

La biblioteca di Zoe e Adele

La casa che parlava di notte

Una famiglia decise di trasferirsi con i suoi due figli Katia e Sasha in una casa molto grande, che
aveva più di 100 anni di vita.La casa era situata in mezzo al bosco e vicino ad un piccolo laghetto; qui, 50 anni fa, una bambina
di 9 anni era scomparsa mentre faceva il bagno. Ma i nuovi proprietari non erano ancora a conoscenza
di questo terribile episodio.
Quando arrivarono nella nuova casa, i due bambini cominciarono a visitarla per scegliere la loro camera da letto; mentre andavano alla scoperta della casa, Katia e Sasha provarono strane sensazioni.
In alcune stanze la temperatura era molto fredda, in altre invece molto calda. Inoltre sentivano di sottofondo un rumore che assomigliava alla voce di una bambina.
Nel frattempo si era fatta sera e i due bambini andarono a dormire nella loro nuova camera: era piena di giocattoli, ma loro non sapevano a chi appartenessero.
Mentre stavano dormendo una vocina stridula cominciò a ripetere: “Volete giocare con me? Volete giocare con me?”. Così i bambini si svegliarono ed andarono in corridoio perché la voce proveniva da lì.
Trovarono una bambina con il vestito tutto bagnato e con un pezzo di legno in mano con il quale colpì Sasha.
Con il cellulare, che avevano usato come torcia, fecero una fotografia alla bambina .
Spaventati,  corsero dai genitori e mostrarono loro la foto che raffigurava una sagoma bianca e un pezzo di legno gocciolante di sangue, quello che aveva colpito Sasha.
Tutta la famiglia in fretta e furia abbandonò  la casa per sempre.
Scoprirono grazie ad internet che in quella casa nel corso dei decenni si erano verificati fatti inspiegabili definiti paranormali.

Queste, cari lettori, sono solo due delle nostre storie! Speriamo che vi piacciano
Se sarà così , ve ne racconteremo altre .

Zoe T.  Adele F.

 

lauracambiLa biblioteca di Zoe e Adele
Share this post