urbino.jpg

IN VIAGGIO NELLE CORTI RINASCIMENTALI D’ITALIA (prima tappa)

URBINO E IL SUO MECENATE, FEDERICO DA MONTEFELTRO.
Nelle Signorie italiane del Rinascimento, grazie al fenomeno del mecenatismo, vennero realizzate opere d’arte oggi famose nel mondo intero.

Colui che aveva un naso da fare invidia a Dante Alighieri

In questo articolo noi vi proponiamo la prima tappa di un itinerario di viaggio nelle Corti Rinascimentali, segnalando alcune città e personaggi particolarmente importanti.

In questo quadro è raffigurato Federico III da Montefeltro, condottiero e mecenate.
Il quadro si trova all’interno della Galleria degli Uffizi a Firenze.

Federico è raffigurato di profilo perché in una guerra aveva perso l’occhio e se fosse stato ritratto frontalmente sarebbe venuto mostruoso (già di suo ha quel naso che manco Dante… Pensate se fosse stato raffigurato anche senza un occhio!).

Federico non era solamente un condottiero ma anche un grandissimo signore rinascimentale e famosissimo mecenate ( il Mecenate era colui che forniva protezione in Cambio di servizi di artisti , questo fenomeno è chiamato mecenatismo).

Divenne signore di Urbino nel 1444 all’età di 22 anni e impiegò gli enormi guadagni per edificare il Palazzo Ducale d’Urbino.

In copertina il Palazzo Ducale a Urbino (Architetti: Luciano Laurana e Francesco di Giorgio Martini).

A cura di LapoG, DiegoM, LapoO.

Classe 2GIN VIAGGIO NELLE CORTI RINASCIMENTALI D’ITALIA (prima tappa)
Share this post