Budderball

Buddy era il mio cane ma ora non c’è più ma non voglio raccontare questo ma di come ha cambiato la mia vita.
All’età di quattro anni desideravo un amico un amico vero e allora mia mamma ha preso Buddy , quando è arrivato era spaventato a morte ma fin da subito siamo stati molto amici e ora che non c’è quando vado a scuola sento un buco nello stomaco come se mi mancasse una parte di me e non mi sento più io non ho pianto ma non perché non gli voglio bene anzi tutto il contrario e mi manca la sua presenza. Buddy è morto dopo essere scappato perché è stato aggredito alle spalle ma io continuo a chiedermi dove ho sbagliato con lui nonostante tutto le persone continuano a dirmi che non ho sbagliato ma io lo so ma è come se io possa sentire la sua presenza e anche a scuola quando la prof interroga mi passa per la mente il suo pensiero mi mette tristezza sapere che non potrò mai più abbracciarlo e vorrei essere stata lì con lui saltare solo un giorno di scuola che magari gli avrebbe salvato la vita e lo avrei abbracciato un ultima volta .
Sarebbe morto lo stesso perché un nervo del cervello gli sarebbe esploso
ma ne mia mamma ne nessun altro me lo voleva far riabbracciare un’ultima volta
Cassandra.A

Continua
Redazione di ClasseBudderball
IMG_20190211_152751-7.png

Husky Siberiano

ll Siberian Husky è un cane originario della Siberia dove era stato allevato per secoli dal popolo dei ciukci per il traino delle slitte. All’inizio del Novecento degli esemplari vennero importati in Alaska da un mercante di pellicce, William Goosak che  nel 1909 il traino da lui organizzato arrivò terzo, creando impressione anche per la differenza di taglia con i cani solitamente utilizzati, tanto da guadagnare l’appellativo di siberian rats (ratti siberiani).

Continua
Redazione di ClasseHusky Siberiano