Blog

Latest News and Updates

Il teatro… A scuola.

palcoscenico ridIl teatro è un momento dove puoi essere chiunque; noi invece di avere battute o parti facciamo un intero spettacolo dedicato all’amicizia e allo star bene.

Noi siamo accompagnati dal sig. Morandi e dalle nostre professoresse.

Abbiamo provato durante le ore di lezione 1 o 2 volte a settimana e poi finiremo il nostro programma il 16 maggio alle ore 11:45.

Ci è piaciuto fare il teatro perchè poi ci esibiremo davanti ad un pubblico adulto…
I nostri genitori…

Ci siamo divertiti soprattutto a fare le camminate sul ghiaccio; cioè che bisogna fare finta di essere sopra un ghiacciaio o una pista di pattinaggio e cadere (per finta) per terra.

A cura di Jacopo B., Gaia M. e Pietro O.

read more
AdminIl teatro… A scuola.

IL KARATE

KarateIl karate serve per la difesa personale e per me è lo sport più bello.

Lo pratico da 4 anni e sono cintura arancione.

Vado in palestra a praticare karate verso la sera dalle sei alle sette.

Di solito faccio allenamenti facili e mi alleno nelle seguenti tecniche: i pugni chudan (quando si colpisce a pancia), i pugni giodan (quando si colpisce al mento), il calcio mae geri al collo ed il calcio mawashi geri al fianco.

A cura di Niccolò

read more
AdminIL KARATE

Me presento…

Uno smile che dice "hola"Mi nombre es Giulia y soy 11 años de edad.

Son altas, tengo el pelo castaño, tengo ojos azules, son magras.

Práctico patinaje de 1 año con mi amiga Alessia.

Me gusta mucho bailar y cantar y a veces también me gusta escuchar música.

Mi cantante favorita es Selena Gómez, me gusta mucho!

Me encanta dibujar y son muy buena en el dibujo.

mi tema favorita es la tecnología porque me gusta mucho!

Ciao,
Giulia

read more
AdminMe presento…

Il Teatro

Mascherine in legnoCiao a tutti! Siamo Gaia e Chiara e oggi vi parleremo di teatro.

Alla scuola media Granacci è venuta una persona molto simpatica e divertente, di nome Gianfranco.

Insieme a lui ci siamo divertiti molto. In tutte le materie stiamo contribuendo per il lavoro di teatro (frasi in spagnolo, inglese, tedesco, francese) e anche a tecnica stiamo facendo un salvadanaio in compensato, molto carino, da usare per la frase da dire.

È molto divertente partecipare: ci si può conoscere meglio, imparare molte cose interessanti. Una cosa che c’ha colpite, è stato vedere i compagni più timidi recitare e parlare ( anche in altre lingue), da soli, davanti a tutti.

Ringraziamo Gianfranco per averci fatto fare questa magnifica esperienza.
A cura di Gaia e Chiara

read more
AdminIl Teatro

IL FUMETTO

il Fumetto RIDIn questo primo anno scolastico delle medie ho conosciuto e approfondito nuove materie; alcune di queste, come educazione Tecnica ed Artistica, oltre che la parte di teoria ti insegnano a fare dei lavori manuali davvero appassionanti che non avrei mai pensato di riuscire a fare.
Ad esempio, uno dei lavori che abbiamo fatto, grazie alla Professoressa di Arte,  è un fumetto… proprio come quelli dei giornalini!  Abbiamo creato ognuno di noi un personaggio che doveva essere un animale e poi ci siamo inventati una storia a fumetti divertente.
All’inizio mi sembrava difficile da fare ma poi,  una volta trovato il personaggio e dopo aver inventato la prima vignetta, mi è venuto quasi naturale continuare la storia con le sue pause disegnate e i dialoghi dentro le nuvolette; le idee continuavano a venirmi e mi sono divertita molto a fare questo particolare lavoro abbastanza lungo da disegnare ma fantasioso da creare!

A cura Melissa B.

read more
AdminIL FUMETTO

Il baseball

Campo da baseballIl baseball è un gioco di squadra e si gioca in una campo a diamante. Si gioca con: guantone e mazza; i ruoli: battitore, lanciatore e poi ci sono le basi: in prima base ci stà una pesona con il guantone e deve cercare di ricuperare la pallina prima che il battitore dell’altra squadra arrivi in prima base, poi c’è la seconda e la terza. Anche noi a scuola pratichiamo baseball e ci divertiamo molto c’è chi è più bravo a prendere la palla con il guantone o chi è più bravo a battere con la mazza. Noi faremo una partita di baseball con le altre scuole del chianti per conterderci il trofeo del chianti; la partita si svolgerà il 21 maggio e sono stati convocati 18 bambini ed i titolari sono cinque maschi e quattro femmine.
E’ uno sport davvero bello che noi non vediamo l’ora di andare a fare la nostra partita… Quindi un grosso in bocca al lupo!

A cura di Sofia P. e Ginevra T.

read more
AdminIl baseball

Il Teatro

Vignetta. Teatro stilizzato.Quest’anno, a gennaio, ci hanno dato un’occasione per provare una nuova attivita’… IL TEATRO.

I ragazzi che venivano dalla scuola di Padule lo conoscevano bene perchè lo avevano iniziato alle elementari, mentre per quelli di Croce e di altre scuole, era una novita’.

Con Gianfranco, l’insegnante, abbiamo imparato molte cose che stanno alla base per poter sapere recitare. Ci ha insegnato ad usare la voce per qualsiasi movimento che facciamo sul palcoscenico, a pronunciare le nostre battute ad alta voce e senza “mangiarci” le lettere e tante altre cose che bisogna imparare per poter recitare.

Per me questa eperienza è stata una cosa nuova che, all’inizio, non volevo neanche provare perchè non l’avevo mai fatta e pensavo che non mi sarebbe piaciuta, invece dopo la seconda o terza lezione ho capito che mi sbagliavo perchè in fondo mi sono divertita MOLTO !!!!!!

A cura di Alessia

read more
AdminIl Teatro

IL BASEBALL

Mazza, palla e guantone da baseballNoi alunni della 1°B pratichiamo baseball nelle ore di educazione fisica da aprile. Anche se abbiamo fatto poche lezioni abbiamo già provato a fare una partita.

In questo sport bisogna colpire la pallina con la mazza e mandarla fuori dal campo.

Quando colpiamo la pallina dobbiamo correre verso la prima base, ma se la pallina viene presa dal lanciatore prima di aver raggiunto la prima base si è eliminati. Questo non vale se dobbiamo raggiungere la seconda base, la terza base e il posto del battitore. Se questo avviene si torna alla base di partenza.

Il battitore colpisce la pallaPer fare punto bisogna passare della base del battitore.

Il lanciatore deve tirare la palla a sua scelta ma deve essere difficile da prendere in modo da eliminare il battitore. La pallina si può lanciare a effetto, a giro, forte o piano.

Per ogni palla mancata il battitore fa uno “strike”. Al terzo strike il battitore è eliminato. Può essere eliminato anche prendendo la palla al volo. A tre giocatori eliminati sta all’altra squadra battere.

A cura di Ciprian e Samuele

read more
AdminIL BASEBALL

Caro Luciano, ti scriviamo…

VLUU L100, M100  / Samsung L100, M100Caro Luciano, ti scriviamo perché tu possa ricordare tutti i giorni passati con noi dall’inizio della scuola a quando te ne sei andato in un altro paese per ritrovare i tuoi vecchi amici. Ognuno di noi spera che tu legga le nostre lettere eche ci venga a ritrovare.
Tanti saluti.
A cura di Jacopo Z.

Ciao Luciano ti voglio raccontare di come sta andando avanti l’attività  di teatro.
La Michela ha deciso di farci fare la spada nella roccia e ora ti elenco tutti i personaggi che ci sono e chi li rappresenta: Alice=Mary (sorella della regina); Arianna=Elisabet (migliore amica di Ginevra); Sara=Maga Magò (sorella cattiva di Morgana); Bianca=Ginevra; Lorenzo=Merlino; Kevin=Hector (padre di Keu e di Artù chiamato Semola); Leonardo=(fratellastro di Semola cattivo); Carlotta=Maggy (sorella buona di Morgana); Asia=regina;Viola=Morgana; Edoardo=Lancillotto (amico di Semola); Daniele=Parsifal (cavaliere); Marta=Diana (mamma di Ginevra, Rebecca e Anastasia); Claudia=Rebecca (figlia minore di Diana); Francesco=Semola; Artù,Virginia=Anastasia (figlia maggiore di Diana); Jacopo Venturi=Galard (cavaliere); Kaye=Kaye (cavaliera); Jacopo Zecchi=Anacleto.
La Michela dice che siamo tutti molto bravi e a Giugno faremo lo spettacolo.
Tutti si divertono (compresa io) e abbiamo gia ricavato i costumi e stiamo preparando i cartoncini con disegnati dei libri; delle tazzine e delle chiome degli alberi per fare il balletto di “OKETI OKETI” un balletto molto movimentato e confusionario.
I personaggi piu comici sono la Carlotta (che fa la strega) e Jacopo Zecchi (che fa Anacleto cioé il gufo) insomma non è la classica spada nella roccia ma la spada nella roccia comica.
SALUTI
A cura di Sara B.

Luciano ti facciamo tanti saluti dal’ Italia  spero che tu possa tornare a salutarci.
A cura di Jacopo V.

Ciao Luciano come va? Noi tutto bene.
Ti sei fatto nuovi amici?
Come va la scuola ti diverti?
Ma che domande, certo che ti diverti!!!!
Hai visto i nostri lavori sul Blog (http://scuole.portaleragazzi.it/granacci-1c/).
Stiamo facendo un gioco per la scuola dell’infanzia.
buona fine della scuola.
A cura di Sara B. e Bianca B.

Caro Luciano….
Da quando sei andato via ci sei mancato molto a tutta la classe comprese le ragazze… Ci sono mancate le tue risate, i tuoi abbracci, i tuoi sorrisi ma soprattutto te!!
In questi ultimi mesi abbiamo finito tutti i lavori e iniziati altri…
Quelli finiti sono teatro e musica, e quello, iniziato è il laghetto per i bambini della scuola materna Padule.
Pensa che ci saresti servito e aiutato per il laboratorio di musica… Eri davvero bravissimo!!!
Per Giugno si farà anche un saggio musicale e anche di canto…
Ci piacerebbe se ci venissi a vedere… Ti divertiresti un sacco!!
Faremo anche lo spettacolo della ”spada nella roccia” se puoi vieni anche a questo è molto comico.
Ma l’unica cosa che vorremmo di più è che tu tornassi!!!
Ci manchi davvero un sacco!!
Oppure in questi giorni vieni a trovarci… Anche se farai un faticoso viaggio… Almeno potremo festeggiare e divertirci per il tuo ritorno!!!
Ma noi nel nostro cuore pensiamo e penseremo sempre…
TI VOGLIAMO TANTO TANTO BENE!!!!!!!!
ALLORA CI CONTIAMO CHE TORNI!!
un caloroso abbraccio dalle tue amiche
A cura di AsiaD e ViolaH

Dear Luciano,
HAHAHA! It’s awkward… but I need to FOCUS.
Hi! How are you? Do you have a new friends there? What about your school? Are  you enjoying it? So, do you have a “Lover” there? Eh? Are you happy there? I think you’re happy there. I’m going to tell you a short story about us.. about what are we doing. First, you knew that I’m not eating at school. But now I’m eating at school because we changed our house. After eating we play Hide ‘n’ Seek… I think you knew it and sometimes we catch some lizard or snail, are you afraid at lizard or snail because Francesco is afraid of lizards. After school we go at “Orso Ghiotto”to buy Ice Cream because the Summer is starting, we play while eating the Ice Cream. Then we’re going home when it’s finish.
Were happy to you and that’s all is it, and the whole class missed you and still missing. And I’m sorry if I have some wrong Grammar.
I wish you’ll respond to all the letter and have always a Good Day!
Your Friend,
KayeV

Ciao Luciano,
siamo Francesco e Arianna, vogliamo dedicarti una poesia-barzelletta per la tua grande amicizia che ci hai dato…
“Senza di te ora Mickey Mouse no esiste più,
Se non ci sei non attacchiamo il cervello a pazzie,
Senza di te lo studio si fa più serio e noioso,
Se non ci sei gli manchi anche alla Kaye,
Senza di te non possiamo copiare le verifiche in inglese,
Se non ci sei nessuno di noi cerca una lei,
Senza di te non impariamo ad essere i meglio,
Se non ci sei il divertimento scappa con te,
Senza di te la 1° C non ha più un re simpatico come te!!!
Senza di te…”
A cura di Francesco S. Arianna B.

Ciao Luciano com’è laggiù in Sud Africa? Noi ci stiamo divertendo spero anche tu. A calcio sabato 11/05/2013 giochiamo contro la Fiorentina e contro il Milan e si va in tv sul canale Milan Channel. Il teatro a scuola è molto divertente, poi approposito di calcio, ai tornei si sta vincendo tutte le partite.
A cura di EdoardoO e KevinB

Ciao Luciano,
sono Daniele, come va in Sud Africa? A me non va molto bene senza di te… Perchè eri molto divertente ed eri più o meno un leader della classe.
Abbiamo fatto molte cose senza di te, e mi sei mancato quando non c’eri, abbiamo montato scene di teatro, fatto esperimenti di scienze, molte altre cose di lettere… ecc…
Lo sai che avvolte rammentiamo Micky Mouse??? Ha ha ha!!! Continueremo a rammentarcelo per ricordaci di te…
Ci manchi Luciano.
Un grande saluto da me e da tutta la classe.
P.S.
Ho sentito da qualcuno che verrai qui da noi in 3° o sbaglio? Bhè lo spero…
Goodbye!!!
A cura di DanieleP

CARO LUCIANO
Ti scrivono i tuoi amici alla massima potenza Lorenzo e Leonardo :
ci manchi ma quando torni? E se torni ti daremo un abbraccio grandissimo!!
Noi tutti speriamo che tu ti trovi bene in “the south Africa”.
Buzmi e Occhiuzzi stanno impazzendo senza di te e anche noi.
Ci sei su We:p? la prof Innocenti ti vuole bene e tu tornerai in seconda o in terza media da noi?
Noi tutti ti aspettiamo ciaoo!
A cura di Leonardo e Lorenzo

LUCIANO CIAO
da Cecco e da Lorenzo: noi stiamo facendo teatro però ora stiamo facendo “LA SPADA NELLA ROCCIA” ed è molto bello. Lorenzo è mago merlino, La Viola è Morgana, Cecco è keu,Venturi è Galaad, Daniele è Parsifal, Virginia è Anastasia, Marta fa Diana, Bianca è Ginevra, Alice è mary, Sara è maga magò, l’Asia è la regina, Occhiuzzi è Lancillotto, Buzmi è Ector, Claudia è Rebecca, la Kaye fa Kaye, JacopoZ fa Anacleto, Scopino è re artù, Arianna è Elisabeth, Carlotta è Maggy… Ma manchi solo te Luciano!!!
A cura di Cecco e Lorenzo

Di seguito una bella galleria di foto per te… Ciao Luciano!?!

read more
AdminCaro Luciano, ti scriviamo…

Film “Sbirri”

Il film “Sbirri”, risalente al 2009, diretto da Roberto Burchielli, vede come protagonista Raul Bova nei panni di Matteo Gatti, un giornalista.
Il genere del film è drammatico/film-documentario ed è ambientato principalmente a Milana con qualche scena a Roma.
Matteo Gatti, a causa del suo lavoro, si vede costretto a trascurare la sua famiglia composta da sua moglie Sveva e dai suoi figli, uno che deve ancora nascere e uno, Marco, di sedici anni.
Un giorno, Matteo, per cercare di avvicinarsi a Marco, gli dà il permesso di fare un viaggio a Milano per incontrare delle ragazze appena conosciute senza prima confrontarsi con Sveva.
Un notte, mentre i coniugi dormono, ricevono una telefonata dove vengono a sapere che Marco è morto in seguito all’assunzione di droga. Quindi hanno una crisi familiare e Matteo da Roma si precipita a Milano per scoprire qualcosa di più sulla morte di suo figlio.
A questo punto Matteo, in veste di giornalista, intraprende con la Squadra Speciale della Polizia Antidroga. Viene così a conoscenza di quanto rapida e drammatica sia l’espansione di un fenomeno che colpisce tutte le classi sociali coimvolgendo migliaia di ragazzi sempre più giovani.
Mentre si trova a Milano, Matteo inizia a ricevere dei video del figlio dal giorno del suo sedicesimo compleanno fino a quello della sua morte e comprende che non conosceva veramente suo figlio e si rende conto di quanto quest’ultimo lo stiasse nonostante la sua lontananza.
Infine Matteo e Sveva si riuniscono e il giornalista torna a Roma da sua moglie e dal figlio ormai nato, per iniziare una nuova vita.
Le tematiche del film sono molte ma le principali sono due; naturalmente al primo posto troviamo il problema della droga e della sua espansione veloce e pericolosa. Un’altra tematica è la lontananza tra il figlio e il padre e la mancanza di affetti e attenzioni che Marco avrebbe desiderato da Matteo. Si trovano infatti delle riflessioni sui rapporti tra i due genitori e tra i genitori e i figli.
“Sbirri” è un film-documentario che appunto serve a far riflettere sulla droga, i comportamenti giovanili e le disattenzioni dei genitori.
La droga si potrebbe paragonare a un’enorme pianta parassita che bisogna estrpare radicalmente; i giovani dovrebbero cercare di non cadere i questo inferno, ma la società deve anche cercare di combattere questo commercio che porta ricchezza e guadagni illegali e criminali.

read more
AdminFilm “Sbirri”