Blog

Latest News and Updates

I Server di Minecraft

mccubecraftOggi, dopo l’istallazione di Minecraft, vi parleremo dei server in Minecraft.
I server sono luoghi pubblici dove puoi scrivere e chattare nel gioco.

Per entrare in un server dovete andare su Multiplayer e cliccare su aggiungi server e scrivere l’ ip; gli ip si trovano su Minecraft Italia.

Per prima cosa andate su internet e scrivete minecraft italia lista server e cliccate sul primo risultato,entrati in minecraft italia e vi apparirà una lista di server;voi vi scegliete il server che volete ma se dovete avere più informazioni sul server cliccate sul suo nome.

Questa è un immagine di Cubecraft e l’indirizzo è questo mccubecraft.net

ENTRATECI È BELLO!

A cura di Simone e Alberto

read more
AdminI Server di Minecraft

L’amicizia

AmiciziaL’amicizia è una sentimento che può darti emozioni belle ma allo stesso tempo tristi.
Quando una tua amica a cui vuoi un bene infinito non ti considera e non ti parla più e rimani sempre sola e speri sempre di trovare una nuova amica che ti possa consolare e non farti più passare quei brutti momenti.

Le vere amicizie stanno con te sempre e non ti abbandonano mai mentre altre volte ti usano come ruota di scorta e così quando ti arrivano dei messaggi con scritto:_ sei la mia migliore amica ti voglio un mare di bene!!!! Te ti senti meglio e pensi che ti sei tolta un peso enorme. E ti usano solo quando litigano con le altre. Così quando fanno pace non ti guardano più e te per loro sei acqua passata. Amicizia

Ma finalmente quando troverai una amica sincera e che un po’ di tempo fa credevi che con lei non avresti mai avuto un forte legame, puoi finalmente dire che lei è la persona giusta!!!!
Con lei potrai sfogarti e raccontarle tutti i tuoi sentimenti, i tuoi segreti e le tue paure.

A cura di Costanza, MartinaE e MartinaT

read more
AdminL’amicizia

Tutti in… BARCA A VELA

Barca a vela“Che sport fai?” è sempre la solita domanda invece la risposta può variare: calcio, pallavolo, tennis, nuoto, basket…ecc, ma di sicuro poca gente risponde barca a vela!
Questo sport anche se a parlarne non sembra è complicato perchè si devono sempre
fare almeno due cose insieme e ricordarsi tutti i nodi. Ed inoltre sviluppi manualità e la capacità di gestire da soli un eventuale problema o situazione di pericolo.
Le barche con cui si impara le basi sono o delle specie di frecce piatte leggermente incave.

Per guidarla si gira il timone e si tira una corda chiamata “scotta” e non si dice “tira
la scotta” ma “cazza la scotta” e strano ma vero queste barche sono contro vento vanno in retromarcia. Il nome scotta deriva dal problema che nell’eventualità la cima scappasse di mano provoca il dolore dell’abrasione che scotta.
Queste barchette si chiamano “Bic” perchè sono prodotte dalla nota fabbrica di penne
Bic.

A cura di Leonardo

read more
AdminTutti in… BARCA A VELA

Laboratorio di Poesia

Laboratorio di PoesieCercate bene le parole, sceglietele, che la bellezza è incominciata quando qualcuno ha cominciato a scegliere… fatevi obbedire dalle parole…
(Roberto Benigni, “La tigre e La neve”)

Il nostro laboratorio di poesia dura ormai da due anni e ci ha permesso di esplorare le poesie dei grandi autori per “saccheggiarne” le parole, semplici figure retoriche, ma soprattutto le emozioni. Ci servivano per capire, per imparare a cercarne anche noi. Le nostre parole.

Molti i temi fin qui esplorati: il fiume Arno, le stagioni, il terremoto, la felicità, gli affetti. Ultimo: “Il silenzio”, la sua voce e la nostra. Le poesie di Neruda, di Alda Merini, di Edgard Lee Masters.
Le parole dei grandi autori sono evocative di per sé, in gruppo le leggiamo, le ascoltiamo, le scegliamo, le scriviamo su grandi fogli. Poi proviamo ad usarle per costruire le nostre poesie come fossero tessere di un puzzle.
A leggercele tra di noi ad alta voce si impara a sentire se il verso “suona”, se il ritmo è giusto, dove mettere le pause, il respiro. Si capisce dove si deve, dopo aver messo insieme tante parole, cominciare a levare, a sottrarre perché il leggere diventi più fluido.

Laboratorio di PoesieNascono così le nostre poesie, le poesie di ciascuno. Siamo 51 alunni più quattro insegnanti.
I ragazzi frequentano oggi la classe quarta (le sezioni sono due, si chiamano Aria e Acqua, la scuola è una scuola sperimentale che prevede gruppi flessibili formati da entrambe le classi con i medesimi insegnanti).
Nel fascicolo che segue troverete le poesie di tutti, una per ciascun bambino insieme alle loro illustrazioni.
Ma ci piace considerarci un unico gruppo e quindi parteciperemo anche e soprattutto alla II sezione, quella relativa al laboratorio didattico-linguistico. Per questo le poesie che vi proponiamo, “Silenzi” e “La voce del silenzio”, sono poesie collettive, del gruppo Acqua e del gruppo Aria, realizzate armonizzando versi scelti da ciascun componimento per creare un’unica grande poesia di tutti. Montata e smontata tante volte, sottoposta alla valutazione dell’altro gruppo, che esprimeva apprezzamenti e critiche, suggerimenti, modifiche.

Infine un’ultima idea, anche questa sperimentata nei nostri laboratori, per cercare un linguaggio vicino ai ragazzini di questa età, nativi digitali sempre collegati a You Tube e social networks. La realizzazione di videopoesie da pubblicare sul sito della scuola, sul nostro blog. Poesie da “videoascoltare”. Idea che ci ha permesso di analizzare i versi dei poeti per interpretarli con immagini, musica, fino a trasformarli in emozioni. Dopo aver realizzato alcuni video (ad esempio “Sensazione” di Arthur Rimbaud) di autori importanti, abbiamo iniziato a produrre video con i testi scritti da noi, con le nostre immagini, disegni e fotografie, con la musica, con le voci dei ragazzi che leggono.
Alleghiamo al fascicolo un cd con le due videopoesie, “Silenzi” e “La voce del silenzio”, con musiche originali di Ludovico Einaudi e la copia digitale dei nostri testi.

Classi IV A e IV B Scuola primaria Enriquez Agnoletti- Padule
Via delle Arti 1, tel. 055/631403
Istituto Comprensivo Bagno a Ripoli Capoluogo – Firenze
http://www.icbagnoaripolicapoluogo.it
Insegnanti: Silvia Innocenti Becchi, Rita Morisi, Beatrice Cortini, Pietro Andreaggi

read more
AdminLaboratorio di Poesia

Laboratorio di Poesia

Laboratorio di PoesieCercate bene le parole, sceglietele, che la bellezza è incominciata quando qualcuno ha cominciato a scegliere… fatevi obbedire dalle parole…
(Roberto Benigni, “La tigre e La neve”)

Il nostro laboratorio di poesia dura ormai da due anni e ci ha permesso di esplorare le poesie dei grandi autori per “saccheggiarne” le parole, semplici figure retoriche, ma soprattutto le emozioni. Ci servivano per capire, per imparare a cercarne anche noi. Le nostre parole.

Molti i temi fin qui esplorati: il fiume Arno, le stagioni, il terremoto, la felicità, gli affetti. Ultimo: “Il silenzio”, la sua voce e la nostra. Le poesie di Neruda, di Alda Merini, di Edgard Lee Masters.
Le parole dei grandi autori sono evocative di per sé, in gruppo le leggiamo, le ascoltiamo, le scegliamo, le scriviamo su grandi fogli. Poi proviamo ad usarle per costruire le nostre poesie come fossero tessere di un puzzle.
A leggercele tra di noi ad alta voce si impara a sentire se il verso “suona”, se il ritmo è giusto, dove mettere le pause, il respiro. Si capisce dove si deve, dopo aver messo insieme tante parole, cominciare a levare, a sottrarre perché il leggere diventi più fluido.

Laboratorio di PoesieNascono così le nostre poesie, le poesie di ciascuno. Siamo 51 alunni più quattro insegnanti.
I ragazzi frequentano oggi la classe quarta (le sezioni sono due, si chiamano Aria e Acqua, la scuola è una scuola sperimentale che prevede gruppi flessibili formati da entrambe le classi con i medesimi insegnanti).
Nel fascicolo che segue troverete le poesie di tutti, una per ciascun bambino insieme alle loro illustrazioni.
Ma ci piace considerarci un unico gruppo e quindi parteciperemo anche e soprattutto alla II sezione, quella relativa al laboratorio didattico-linguistico. Per questo le poesie che vi proponiamo, “Silenzi” e “La voce del silenzio”, sono poesie collettive, del gruppo Acqua e del gruppo Aria, realizzate armonizzando versi scelti da ciascun componimento per creare un’unica grande poesia di tutti. Montata e smontata tante volte, sottoposta alla valutazione dell’altro gruppo, che esprimeva apprezzamenti e critiche, suggerimenti, modifiche.

Infine un’ultima idea, anche questa sperimentata nei nostri laboratori, per cercare un linguaggio vicino ai ragazzini di questa età, nativi digitali sempre collegati a You Tube e social networks. La realizzazione di videopoesie da pubblicare sul sito della scuola, sul nostro blog. Poesie da “videoascoltare”. Idea che ci ha permesso di analizzare i versi dei poeti per interpretarli con immagini, musica, fino a trasformarli in emozioni. Dopo aver realizzato alcuni video (ad esempio “Sensazione” di Arthur Rimbaud) di autori importanti, abbiamo iniziato a produrre video con i testi scritti da noi, con le nostre immagini, disegni e fotografie, con la musica, con le voci dei ragazzi che leggono.
Alleghiamo al fascicolo un cd con le due videopoesie, “Silenzi” e “La voce del silenzio”, con musiche originali di Ludovico Einaudi e la copia digitale dei nostri testi.

Classi IV A e IV B Scuola primaria Enriquez Agnoletti- Padule
Via delle Arti 1, tel. 055/631403
Istituto Comprensivo Bagno a Ripoli Capoluogo – Firenze
http://www.icbagnoaripolicapoluogo.it
Insegnanti: Silvia Innocenti Becchi, Rita Morisi, Beatrice Cortini, Pietro Andreaggi

read more
AdminLaboratorio di Poesia

Il Silenzio – Poesie (parte 5di5)

GabrieleIl silenzio è un buco nero

Il silenzio è un buco nero
dove non sai che fare.

E vorresti scappare
ma ci sono muri che non finiscono mai,
lunghissimi fili spinati.

Impossibile passare.

Se riesci a uscire
puoi iniziare a parlare.
Tantissimo.

(Gabriele Messina)

Il silenzio è un mistero

Il silenzio è un mistero,
un vagabondo innamorato.
Sfiorando il rumore andrò
e sentirò la freschezza
del rilassamento,
e a sera, l’amore.

(Guido Cosi)

LorenzoTu e il tuo cuore

È un lenzuolo rovente steso al sole.
Una goccia che succhia l’aria.
Un luogo colorato.
Un muro dove i suoni non passano,
dove parlare da solo a me stesso.
Una muraglia di incomunicabilità con gli altri.
Un’onda che passa e cattura tutti i suoni
E resti solo tu, ti lascia solo,
tu e il tuo cuore
che batte.

(Lorenzo Mangani)






MariasoleUna volta…

Una volta ho sentito il mio silenzio…
Era un luogo nascosto, una magia per pensare,
un gomitolo di voci e suoni.
Non era come l’immaginavo.
Aveva il suono dell’erba,
gli spari del fucile,
il battere del mio cuore.
Una barriera trasparente
che tocca me e il mondo.

(Mariasole Brandini)










MatteoCercavo

Cercavo, cercavo qualcosa,
qualcosa di facile,
né troppo duro,
né troppo morbido,
né troppo scuro,
né troppo lucido.
Qualcosa che in realtà
avevo sulla punta del naso,
il silenzio.
Il silenzio non è parola
che si sente tutti i giorni,
ti trasporta lontano,
non fa per me.

(Matteo Di Marco)

read more
AdminIl Silenzio – Poesie (parte 5di5)

Il Silenzio – Poesie (parte 4di5)

MatteoNé bianco né nero

Non era né bianco né nero.
Era senza colori
non c’era nulla.

Era una semplice pallina da golf,
un filo d’erba,
un’impronta sulla terra.

L’ho incontrato ed ero solo.

Mi ha avvolto prima che dicessi qualcosa.

C’ero solo io,
c’era il vuoto,
era infinito,
un luogo dove invecchiare.

Quando mi ha lasciato
non ho ricordato nulla,
solo la sensazione di essere nato di nuovo.

Ho cercato parole che non ricordavo,
non le ho trovate.

(Matteo Mori)

FrancescoParola segreta

Torre fuori d’immaginazione

Muro impenetrabile

Musica silenziosa

Vita infinita

Stormo di rondini

Filo che non si può rompere

Fiore che può resistere a tutto.

(Francesco Menichetti)










SaraCircondata dal silenzio

Nessuno lo poteva vedere,

era fresco e misterioso,

lo volevo toccare,

ma potevo solo pensarlo.

Andò via lasciandomi sola,

senza pensieri.

(Sara Massai)











SerenaCamminando lungo i pensieri profondi,

sfiorando l’erba nuova,

fiori di tutti i colori.

Volevo stare sola,

sdraiata sull’erba profumata,

il cuore bucato

dal silenzio sottile.

Le nuvole volano silenziose

senza sapere dove andranno.

(Serena Clarelli)










SofiaSolo solitudine

Solo io.

Il mio viso è così sottile

per colpa del silenzio.

Non mi piace, non ho più un amico,

né genitori, né pesci nell’acqua.

Il silenzio è così insistente

che brucia dentro di me.

(Sofia Pratesi)

read more
AdminIl Silenzio – Poesie (parte 4di5)

Il Silenzio – Poesie (parte 3di5)

FilippoIl silenzio

Ero su un treno diretto non so dove,
incontrai il silenzio
perché era così rovente e insistente
che mi fischiavano le orecchie.

Era un silenzio muto,
poi sentii la sua voce,
una barriera liquida tra me
e il mondo circostante,
l’anima che mi immergeva
nel nero più completo.

(Filippo Benigni)








GregorioÈ silenzio

Mi piace il silenzio!
Il silenzio mi fa cantare,
ma non proprio,
forse volo.
Mi fa trovare gli amori,
mi fa aprire il cuore,
mi fa uscire di sera a guardare le stelle,
con un vento vagabondo sull’erba pungente.
Il cielo alpino all’alba è uno spettacolo muto.
Una fragranza indescrivibile,
un riflesso del mio volto
mi fa capire: è silenzio.
Il tuo soffio leggero è come una piccola carezza d’avventura,
la bandiera che ci rappresenta, amore, io e te.
È la tua folta criniera affusolata.
Quando ti vedo i miei occhi diventano opachi.
È amore?

(Gregorio Minischetti)

NiccolòUn mondo di parole

Il vuoto totale dove non trovi niente, nulla, nessuno,
entrato dalla voce di qualcuno con cui stai bene.
Il re della tua mente, un mare di pensieri,
fantasie, sogni e speranze.
Un blocco pieno di blu dove non puoi sbagliare,
tutto e sempre, un’oasi di bellezza.
Melodia incantata che ti fa volare,
girasole dell’allegria,
uccello che vola al tramonto,
aquila con le piume a soqquadro,
quadrifoglio della fantasia,
anima, pensiero.
È la città più grande che ti possa capitare,
la torre più alta che ci sia,
che ritorna ai tuoi occhi
onda di bellezza e mistero.
Frequenza dentro di te che lanci e ritorna,
spazio dove non c’è nemmeno una voce,
le cose si ricompongono e si distruggono.
Senti il vento correre con il tuo cuore in silenzio.
Con il corpo.

(Niccolò Cirri)

Niccolò

FrancescaCamminavo

Camminavo,
camminavo,
nel giardino di casa mia,
dove i soliti rumori mi fanno compagnia,
foglie, animali, vento.
Quel giorno,
quel giorno, proprio quello,
non sentivo niente,
niente di niente,
zero via zero.
Capivo che era arrivato; il silenzio!
Il silenzio era arrivato dentro di me,
non mi piaceva: liquido, vuoto,
impalpabile e rovente come il fuoco.
Poi ho sentito il mio cuore che batteva,
che continuava a battere!
E di nuovo le rondini, il vento,
e il mio cuore, instancabile, che batteva.

(Francesca Lunghi)

LapoNO

A me il silenzio non piace.
È vuoto, una goccia che non ti cade mai addosso,
una città gigantesca, una bocca cucita,
muri giganti intorno a me,
il silenzio è nero,
una luce che non la puoi raggiungere.

(Lapo Burli)

read more
AdminIl Silenzio – Poesie (parte 3di5)

Il Silenzio – Poesie (parte 2di5)

SofiaIl silenzio che sta dentro di me

Quella volta che camminavo,
quella passeggiata immersa nel silenzio.
Era una caverna buia e accogliente:
assorta ero in un profondo sollievo, come di pace.
Si sentiva il frusciare del vento soltanto sulle foglie.
E io andavo indietro nel tempo e non mi fermavo,
l’anima mia si stringeva nel nulla.
Così sono tornata al passato e mi sono accorta
di vivere di più di prima, come solo io, come tutti.
La luna piovosa scopriva il suo cuore silenzioso.
Il cuore di una nullità può essere il cuore di un artista.

(Sofia Tozzi)

AmirAmico

Il silenzio è una barriera,
impedisce di gridare e urlare.

Il silenzio è una rete,
impedisce ai rumori di passare.

Un luogo in cui non ti orienti,
ti perdi lungo un tragitto di grotta buia.

Bocca cucita, corpo in silenzio.

Ma poi diventa melodia incantevole,
come tramonto,
diventa il tuo miglior amico.

(Amir El Hadaoui)






TommasoSilenzio assurdo

Lo cerchi lo trovi.
Trovi il silenzio
che si sposta
attira le persone
invita a seguirlo,
ma non io
io non lo seguo
perché è stare nel nulla,
solo,
paesaggio deserto.
Forse puoi trovare la parte della mente
che ti riposa,
che ti innamora.
Concentrazione, rilassamento del cuore.

(Tommaso Masi)






AlessiaL’anima del silenzio

Camminavo avvolta dal silenzio,
un’anima io, l’anima del silenzio,
mi sussurrava insistente nell’orecchio
e intanto, avvolta dal vuoto,
tutto taceva…
Capii che il silenzio
era rilassamento costante,
protettore del mio cervello,
dalla troppa fatica del mio cuore.
Quell’anima che mi sussurra,
anche se mi blocca, mi rapisce,
con la sua assenza rovente che brucia e rimbomba.

(Alessia Bertini)






GeorgelIl silenzio cos’è

Il silenzio è una piuma
che se cade non si sente,
che se vola non si vede.
Il silenzio è una bolla
che se parli ti chiude la bocca
e ti ordina di stare in silenzio.

(Georgel Bounegru)

read more
AdminIl Silenzio – Poesie (parte 2di5)

Il Silenzio – Poesie (parte 1di5)

CosimoLuogo di colori

Mi serve un luogo
pieno di colori
dove ci sono solo io
dove pensare
dove sentire tenerezza.
Lì quando sei da solo
pensi cose belle,
una stanza piena di colori.
Quando c’è il silenzio io,
io mi sento vagabondo,
con la testa scoperta
sento la freschezza
del vento blu
che trasporta il
mare.

(Cosimo Bianchi)

TommasoLontano

Luogo che non puoi cambiare.
Cosa che non puoi fare.
Posto lontano che puoi raggiungere.
Sensazione che solo tu puoi distruggere.

Quanto ti ritrovi nel silenzio più profondo,
se non hai ancora trovato una sensazione che ti immerga,
come in un buco rotondo senti la mia voce stanca e circolare che si dissolve liquida dentro il mare,
io, voi, io, lentamente non vi voglio ascoltare.

Silenzio, silenzio… voglio solo silenzio.

(Tommaso Chiarusi)

TancrediOdio il silenzio

Io odio il silenzio!

I miei amici prima chiacchierano,
poi il silenzio li tramuta in statue di sale.
Il silenzio ricopre il mondo d’oscurità e
resto soltanto io, nessuno può conoscermi
ma il mio cuore mi dice che il silenzio
non è impenetrabile.

Allora mi risveglio dal mio sogno profondo,
cerco di scappare.

Mentre corro tra l’erba, inseguito dal fruscio,
il silenzio mi rapisce.

(Tancredi Nociforo)

Giulio Compagno di viaggio

Il silenzio è un’anima colma insuperabile.
Come essere rinchiuso nella giara del silenzio.

Da dove non puoi uscire se non con cuore leggero
e l’astratto bisogno di felicità.

Me ne vado lontano con il mistero di pensieri infiniti,
me ne vado lontano fra campi di olivi,
vago come un sonnambulo senza meta
seguito dal silenzio compagno di viaggio.

Forse sparirò dall’universo lasciando solo il mio silenzio.

(Giulio Bellatti)

TommasoCadere nel paradiso del silenzio

Un giorno si sentivano rumori
fastidiosi da mal di testa,
all’improvviso il silenzio felice, scuro,
come ci si sentisse in paradiso.
Sembrava che sognavo
invece era tutto vero:
mi rilassavo e vedevo il silenzio
che si spargeva dentro il mio cuore
che diceva questo sì che è un riposo bello
sfrecciava nella mia testa chiamandosi
silenzio, silenzio.
Lo sentivo da tutte le parti
nel mondo nell’universo
bellissimo.

(Tommaso Bianchi)

read more
AdminIl Silenzio – Poesie (parte 1di5)