Blog

Latest News and Updates

I nostri plastici (Francesco, Emanuele e Riccardo)

Il plastico di FrancescoPer realizzare il mio plastico ho utilizzato prevalentemente il compensato,la prima parte è stata tagliare il compensato ed è stato difficile perchè ho dovuto cambiare spesso le lamette perchè si spezzavano molto facilmente. Dopo aver tagliato i pezzi per fare i mobili, oggetti e i particolari per rendere la casa più realistica ho dovuto incollare il tutto con la colla a caldo, poi ho colorato la casa con le tempere, ho realizzato tutti i particolari e ho corretto tutte le imperfezioni

A cura di Francesco

Per creare le pareti ho usato il legno compensato. Poi le ho ricoperte di carta velina viola. Ho aggiunto dei mini poster rappresentanti skateboarding, pallacanestro e Fiorentina, le mie passioni. Per il pavimento ho sempre usato il legno compensato e l’ho ricoperto con un tessuto morbido. Successivamente, ho creato i mobili sempre col compensato, e gli ho incollati con la colla a caldo nei loro medesimi posti. Per abbellire il letto, gli ho messo su una piccola coperta. Il plastico di EmaueleIl plastico è così completato.

A cura di Emanuele

Per iniziare ho preso le misure delle pareti della mia camera e le ho divise in scala. Poi le ho realizzate con il compensato e le ho attaccate con la colla a caldo e qualche chiodo. Poi ho ricoperto le pareti con della carta velina blu. Dopo, sempre con il compensato, ho fatto i mobili e li ho colorati. Il letto, invece, l’ho fatto con il cartone e un pacchetto di fazzoletti e li ho coperti con della stoffa. Infine ho incollato tutti i mobili con la colla a caldo. E il plastico è così completato.

A cura di Riccardo

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminI nostri plastici (Francesco, Emanuele e Riccardo)

I nostri plastici (Sara, Nicole e Luca)

Il plastico di SaraHo realizzato la mia cameretta con del legno compensato e gli oggetti con materiale riciclato.
L’armadio è stato fatto con una vecchia scatola di dolci, il letto con legno compensato e le coperte con stoffa e cotone, la scrivania con stuzzicadenti e cartoncino colorato mentre la sedia girevole con la scatolina delle uova, la libreria l’ho realizzata con una scatolina in legno morbido del domino.
La porta e la finestra le ho dipinte sul muro della camera con tempere acliniche, in fine ho decorato con oggettini vari.

A cura di Sara

Ho realizzato la mia cameretta con del compensato.
Il plastico di LucaHo dipinto le pareti di rosa e i mobili di celeste e verde acqua.
Alle pareti ho attaccato dei poster di vari cantanti.
Ho realizzato le decorazioni e i particolari con vari oggetti di legno presi da mia sorella.

A cura di Nicole

Per costruire il mio pastico ho preso del compensato e usando l’archetto l’ho tagliato secondo le misure date della stanza,dopo aver tagliato tuttoho attaccato con lo scoc in modo che non cadesse.
Dopo di che ho tagliato dei cartoncini arancioni per poi attaccarli sui muri poi ho realizzato i mobili con del cartoncino e colorandolo e in fine ho preso lo scoc e ho attaccato i mobili.

A cura di Luca

Di seguito vi proponiamo la galleria di tutti i lavori… Buona visione!?!

read more
AdminI nostri plastici (Sara, Nicole e Luca)

La storia della Fiorentina dall’origine a oggi

Logo FiorentinaL’ACF Fiorentina nasce il 26 Agosto 1926 grazie al marchese Luigi da Verrazzano.
La Fiorentina è stata 2 volte campione d’Italia nell’anno 1955-56 e nel 1968-69 ha vinto una Supercoppa Italiana. La Fiorentina è stata la prima squadra italiana a vincere una Coppa UEFA nel 1960-61. Ha partecipato alla finale di Champions League nel 1956-57.
Il colore della prima maglia è viola ma all’inizio la loro maglia era rossa e bianca.
Lo stadio è stato costruito nel 1931 con il nome di Artemio Franchi.
Gli allenatori più importanti furono Fulvio Bernardini, Roberto Mancini, Fatih Terim, Cesare Prandelli e Vincenzo Montella, allenatore in carica.
Il giocatore che ha segnato più goal è stato Luca Toni nel 2005-06
La rivale più forte e sentita dalla tifoseria viola è quella con la Juventus.
Questa è la rosa prima del mercato di fine stagione
1) Emiliano Viviano
2) Gonzalo Rodrìguez
3) Ahmed Hegazy
4) Facundo Roncaglia
5) Marvin Compper
6) Mohamed Sissoko
7) David Pizarro
8) Stefan Jovetic’ (vice capitano)
9) Mounir El Hamdoui
10) Alberto Aquilani
11) Juan Guglielmo Cuadrado
12) Cristiano Lupatelli
14) Matìas Fernàndes
15)Stefan Savic’
18)Marcelo Larrondo
19) Cristian Llama
20) Borja Valero
21) Giulio Migliaccio
22) Adem Ljajic’
23) Manuel Pascual (capitano)
27)Rafael Wolski
30)Luca Toni
40) Nenad Tomovic’
49)Giuseppe Rossi
89)Neto
92)Romulo

L’inno viola è stato arrangiato e reinterpretato da Narciso Parigi nel 1965.
copiate il link su internet per ascoltare l’inno viola
http://www.youtube.com/watch?v=TPrVXVUbEyA

A cura di LorenzoC, FrancescoM

read more
AdminLa storia della Fiorentina dall’origine a oggi

Michael Jordan

Michael JordanMichael Jeffrey Jordan, conosciuto anche con le sue iniziali, MJ è nato a Brooklyn il 17 febbraio 1963, è un ex cestista statunitense.

Il giovane Jordan non eccelle nello studio, che non lo interessa più di tanto, ma comincia a farsi notare nelle attività sportive, brillando soprattutto nel football americano giocando da quarterback e nel baseball come lanciatore. Anche nel basket il ragazzo se la cava e prova, durante il suo secondo anno di liceo, ad entrare nella squadra della scuola, venendo però escluso dopo le selezioni. Invece di perdersi d’animo, Michael si allena per un anno intero per conto proprio e giocando per la Junior varsity del liceo (una sorta di squadra delle riserve, la prima squadra è detta varsity), della quale diventa la stella. Nello stesso anno, nel quale il ragazzo cresce di statura fino ad arrivare al metro ed 80, arriva anche la prima schiacciata durante una partitella tra amici.

L’annata successiva, cresciuto sia fisicamente che come giocatore, supera le selezioni e diventa in breve il miglior giocatore della squadra, viaggiando per tutto il campionato ad una media di 20 punti a gara e portando la Laney high school al titolo nazionale.

Il quarto ed ultimo anno di scuola vede la Laney trionfare di nuovo ed il giovane cestista ancora una volta è tra i migliori giovani talenti dello Stato, tanto da guadagnarsi la convocazione all’All Star Game delle High School. In Estate Jordan viene reclutato dalla prestigiosa University of North Carolina di coach Dean Smith.

Nella finale per il titolo NCAA del 1982, Michael mette a segno il tiro decisivo allo scadere, regalando così alla sua squadra il titolo grazie a quello che nel tempo è diventato famoso come “the shot”, ovvero “il tiro”.

Michael JordanL’estate del 1984 è quella della XXIII Olimpiade a Los Angeles e Michael Jordan viene convocato da coach Bobby Knight nella nazionale statunitense, formazione composta da soli giocatori universitari. A Los Angeles arriva un oro molto agevole per gli americani, aiutati anche dal boicottaggio sovietico che toglie loro l’avversario più temibile.

Il suo esordio in campionato avviene contro i Washington Bullets (guarda caso proprio la squadra che, con il nome di Washington Wizards, è stata l’ultima squadra di Michael Jordan). In quella partita mette a segno ben 16 punti
Il ruolino di marcia di Jordan è assolutamente incredibile: nelle 82 partite della stagione regolare, 77 volte Jordan è il miglior realizzatore della sua squadra, per due volte segna 61 punti, per otto volte supera i 50, per addirittura trentasette volte ne mette 40 o più. Supera la soglia dei tremila punti in una sola stagione (3041), segnando il 35% dei punti totali della squadra.

Al termine della stagione 2002-2003, si ritira per la terza ed ultima volta. Jordan conclude la sua carriera NBA con una media punti per partita di 30,12 nella stagione regolare, la più alta in tutta la storia dell’ NBA, superiore di pochi centesimi alla media punti del grande Wilt Chamberlain (30,06); è terzo come numero di punti segnati in carriera.
– 10 volte miglior marcatore della NBA (record assoluto): 1987, 1988, 1989, 1990, 1991, 1992, 1993, 1996, 1997, 1998
– Miglior marcatore della NBA per 7 stagioni consecutive (record assoluto condiviso con Wilt Chamberlain): dal 1987 al 1993
– Punti realizzati: 32.352 (terza posizione assoluta)
– Punti segnati in una partita di regular season: 69 (contro Cleveland Cavaliers il 28/3/1990)
– Più alta media punti nella storia della NBA: 30,12
– Più alta media punti a partita nei play-off: 33,4
– Più alta media punti in una serie di finale: 41, nel 1993 contro i Phoenix Suns
– Partite consecutive a segno in doppia cifra: 842
– Punti totali segnati nei play-off: 5987
– Punti totali segnati all’NBA All-Star Game: 262
– Punti segnati in un tempo di una finale: 35, nel 1992 contro i Portland Trail Blazers
– Punti segnati in una gara di play-off: 63, nel 1986 contro i Boston Celtics
– Giocatore più volte nel quintetto difensivo ideale: 9
– Giocatore più volte miglior marcatore dell’anno: 10
– Giocatore più anziano ad aver realizzato più di 50 punti in una partita: 51 contro gli Charlotte Hornets a 38 anni
– Giocatore ultraquarantenne ad aver segnato più di 40 punti in una partita: 43 contro i New Jersey Nets (stagione 2002-03)
– Primo giocatore a realizzare una “tripla doppia” all’NBA All-Star Game (nel 1997)
– Tiri liberi realizzati (20) e tentati (23) in un tempo di una partita (contro i Miami Heat il 30/12/1992)
– Tiri liberi realizzati (14) e tentati (16) in un quarto di una partita
– Tiri tentati in un tempo di gara di play-off: 25
– Tiri da 3 segnati in un tempo di gara di play-off: 6 (Record battuto nelle NBA Finals 2010 da Ray Allen con 7 triple)
– Tiri decisivi in carriera: 29
– Tiri tentati, tiri liberi realizzati, percentuale al tiro e recuperi nei play-off
– Canestri fatti in un tempo di gara di play-off: 24

read more
AdminMichael Jordan

Attrezzi per lo studio

Compiti delle vacanzeCiao ragazzi, mettiamo nel nostro spazio le schede riassuntive del nostro lavoro di grammatica e matematica, così, durante le vacanze, se avete dei dubbi le potete consultare. Oppure scaricatele sul vostro computer… non si sa mai.

Buone vacanze A TUTTI !!!!
Per aprire e salvare gli schemi di italiano:
CLICCA QUI.
Per aprire e salvare gli schemi di matematica
CLICCA QUI.
read more
AdminAttrezzi per lo studio

Attrezzi per lo studio

Compiti delle vacanzeCiao ragazzi, mettiamo nel nostro spazio le schede riassuntive del nostro lavoro di grammatica e matematica, così, durante le vacanze, se avete dei dubbi le potete consultare. Oppure scaricatele sul vostro computer… non si sa mai.

Buone vacanze A TUTTI !!!!
Per aprire e salvare gli schemi di italiano:
CLICCA QUI.
Per aprire e salvare gli schemi di matematica
CLICCA QUI.
read more
AdminAttrezzi per lo studio

Il teatrino di Pinocchio Spettacolo (1 D)

Quest’anno gli alunni della Prima “D”, hanno lavorato sulle avventure di Pinocchio insieme al compagno Giulio.In classe è stato letto il libro e poi a piccoli gruppi con l’aiuto dell’insegnante di sostegno Rosetta e L’educatrice Elena, sono stati costruiti  burattini e cartelloni inerenti alla storia. A conclusione di tutto questo lavoro è stato deciso di rappresentare in breve la storia di questo Burattino.

Ringraziamo di cuore l’educatrice Elena per la grande disponibilità e per il suo immenso lavoro svolto per la classe e con la classe.

IMG_1116

 

 

  Ecco i bambini della prima ” D ”  

 

 

 

IMG_1118

 

Inizia il piccolo spettacolo con il capolavoro della nostra Elena.

 

 

 

IMG_1130

 

 

 

                                                          Le due narratrici: Sofia e Giulia  

 

 

IMG_1119

 

 

Ecco a voi la storia di  Pinocchio.

Geppetto costruisce un burattino e lo chiama Pinocchio.

Questo piccolo burattino è un po’ monello.

 

IMG_0080

 

 

 

Pinocchio non ubbidisce alla fata, e neppure ai consigli del grillo parlante.

 

IMG_1121

 

 

 

IL nostro narratore Raed racconta di quando pinocchio vende la giacca di Geppetto per comprare il biglietto e andare a vedere il teatro dei burattini.

 

IMG_1123

 

 

 

 

Pinocchio al teatro dei burattini incontra Mangiafuoco che gli da cinque monete d’oro da portare al babbo geppetto.

 

 

IMG_1124

 

Ecco che Pinocchio incontra il gatto e la volpe  

IMG_1125

 

 

 

 

 

 

 

 

IMG_1126

 

 

      La buona Fata è sempre pronta ad aiutare pinocchio.

 

 

IMG_1128
Pinocchio dimentica le raccomandazioni della fata e con Lucignolo va nel paese dei balocchi e diventa un ciuchino.

 

IMG_1131

 

 

 

Pinocchio finisce nella pancia della Balena.

 

 

IMG_1119

 

 

Finalmente Pinocchio ritrova il suo babbo Geppetto. Da quel   momento si prende cura di lui e diventa molto buono. La fata lo premia facendolo diventare un bambino vero.

 

 

 

IMG_1133

 

 

Ecco i nostri piccoli attori.

 

IMG_1132

 

 

 

 

IMG_1134

 Pinocchio:    Stefano

IMG_0081Geppetto:     francesco C.

Grillo:      Pietro

Mangiafuoco:    Costantin

Burattini:    Cristina, Riccardo, Sebastian

Gatto:    francesco l.

Volpe:   Alessio

Fata:    Matilde

Lucignolo:    Valerio

IMG_0082

Lumaca:    Aurora IMG_0083

Balena:    Giulio

I tre narratori:  Sofia Giulia e Raed

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

read more
AdminIl teatrino di Pinocchio Spettacolo (1 D)

ESTATE LOADING…

Estate LoadingOggi lunedì 20 maggio 2013 siamo ad aspettare i 19 giorni dalla fine della scuola.
Aspettiamo con gran furia l’estate perchè vogliamo: mare, sole, acqua, caldo, giochi, divertimento, sabbia, feste, relax, e… VACANZA!
Nel mese di luglio noi (Eleonora, Camilla e Camilla) compiamo gli anni, quindi oltre alle vacanze dobbiamo organizzare un super compleanno: festa, pizza, merenda, coca, fanta, acqua, panini, succo, nutella, mortadella, prosciutto, salame, wurstel, salsiccie, patatine, pop corn, birra, brindisi, bicchieri, piatti, tovaglioli, forchette, coltelli, cucchiai, vestiti, regali, palloncini, sorprese, crostata, dolce, estathè, ciliegie, albicocche, pesche, susine, fragole, cocomeri, uva, panna montata, candeline, desideri, piscina, giochi, aperitivi, cannucce, bitter, occhiali, sole, e tanto altro ancora… Invitati!
In questo racconto abbiamo già organizzato il nostro compleanno!
Questa estate in realtà la passeremo in Inghilterra, in un college a Poungbourne con la professoressa di inglese Bettello.
Estate LoadingFaremo tante cose interessanti, andremo a visitare un po’ di monumenti famosi di Londra.
Faremo 2-3 ore di lezioni di inglese al giorno e il primo giorno faremo un test per decidere in quale livello andare.
Andremo sulla ruota panoramica e a vedere il big ben.
Non vediamo l’ora che arrivi questa estate per divertirci al massimo!!!!!

A cura di Eleonora, Camilla e Camilla

read more
AdminESTATE LOADING…

IL MONDO SENZA MASCHI

Vietato l'accesso ai maschiPensate a quanto sarebbe bello il mondo senza maschi però prima o poi finirebbe.
Ma senza considerare quest’ultima frase possiamo accennare gli aspetti positivi:
1 – ci sarebbero negozi solo per noi pieni zeppi di vestiti e di scarpe fashion.
2 – le mogli non dovrebbero sopportare più il marito che guarda tutto il giorno la partita
3 – non dovremo più sentir urlare:”No ho perso…” quando i nostri figli giocheranno alla playstation
p.s ce ne sarebbero ancora un’ infinità di altre frasi per farvi capire quanto sarebbe bello….. ma la finiamo qua
ah… Dimenticavamo… I numerini rosa sarebbero molto carini e adatti al tema scelto anche se non c’è stata la possibilità di metterli nel blog.
Se PROPRIO, PROPRIO volete avere un mondo con anche i maschi ecco come sarebbe (per noi!!!!<3):
1 – i maschi sarebbero i nostri “schiavi” per essere carine…
2 – laverebbero, stirerebbero e andrebbero a fare la spesa ma non solo, cucinerebbero e pulirebbero in generale; questo è il sogno di molte donne…
3 – ci porterebbero una succulenta colazione a letto…

SE ANCORA NON SI FOSSE CAPITO QUESTO ARTICOLO E’ STATO SCRITTO DA DELLE FEMMINE…
MARTINA T. MARTINA E. ELEONORA G. COSTANZA C

read more
AdminIL MONDO SENZA MASCHI

Simoncelli

Marco SimoncelliSimoncelli era un motociclista morto nel gran premio di Malesia durante l’ultima gara della stagione.

Il suo numero era il 58 un numero che ancora oggi è ricordato nei cuori dei motociclisti, era italiano e per Valentino R. era come un fratello minore.
Era un corridore fantastico e con quella capigliatura sembrava uno anni ottanta.

Il 23 ottobre 2011 è stata l’ultima corsa nel gran premio di Malesia, rimanendo vittima di un incidente mortale.
Nel corso del secondo giro Simoncelli ha perso il controllo della sua Honda e nel tentativo di rimanere in sella è cascato e poi è stato investito.
Per ricordarlo è stato scritto un libro su di lui.

A cura di Vinicio

read more
AdminSimoncelli