Blog

Latest News and Updates

IL MUSTANG

cavallo mustang nero

cavallo mustang nero

I primi mustang discendono dai cavalli spagnoli portati in Messico nel 1500. Alcuni dei cavalli sfuggirono o furono catturati dai nativi, e si diffusero rapidamente in tutta l’area dell’America nord-occidentale.

A partire dalla metà del 1800 il patrimonio genetico dei mustang fu arricchito dal contributo dei cavalli dei pionieri (sfuggiti o liberati di proposito).

Molti fattori liberavano i propri cavalli d’inverno, perché pascolassero autonomamente, e ricatturavano loro o altri mustang quando, in primavera, ne avevano nuovamente bisogno. Alcuni proprietari miglioravano i branchi locali sopprimendo gli stalloni dominanti e sostituendoli con soggetti di importazione.

Questi miglioramenti erano particolarmente efficaci nelle aree aride, in cui i branchi erano isolati e consanguinei. Nei periodi di siccità nel 1900 si stima che il numero di cavalli inselvatichiti in Nord America fosse di circa un milione.

I mustang costituivano una risorsa, perché potevano essere catturati e usati o venduti (soprattutto per usi militari) o macellati, per ottenerne cibo utilizzato, più tardi, soprattutto per gli animali domestici. Venivano anche visti come un fastidio, per il fatto che competevano con il bestiame per i pascoli.

Dal 1900 la popolazione dei cavalli selvaggi si è ridotta drasticamente. Oggi, le stime sul numero di mustang liberi sono comprese fra i 40.000 e i 100.000, e la metà è concentrata nel Nevada. Alcune centinaia di mustang liberi sopravvivono nell’Alberta e nella Columbia Britannica.

Attualmente, i mustang sono protetti negli USA nelle aree demaniali. È vietato abbatterli o avvelenarli, e le pene per le violazioni sono severe. Tuttavia, si dà per scontato che molti fattori continuino a farlo nelle zone più remote. Il Bureau of Land Management controlla la popolazione dei mustang attraverso un programma di catture, con lo scopo dichiarato di gestire la competizione con il bestiame bovino. La maggior parte dei cavalli catturati sono offerti in adozione.

Nel gennaio 2005, tuttavia, il Congresso degli Stati Uniti ha modificato questo programma, per consentire la vendita per macellazione dei cavalli “di più di dieci anni” o “proposti inutilmente per l’adozione per almeno tre volte”. Si immagina di inviare la carne di cavallo ottenuta da questo programma in Europa o in Giappone, dove spunta alti prezzi ed è considerata una prelibatezza.
Che spregio!!!

A cura di Silvia e Sabrina

Mustang

Mustang

mustang che corre

mustang che corre

 

Mustang in libertà

Mustang in libertà

read more
IL MUSTANG

Titanic: una nave che sembrava inaffondabile

Il Titanic

Il Titanic

Questa nave fu costruita a Belfast in Irlanda del nord e rappresentava, a quel tempo, la massima espressione della tecnologia navale ed era il transatlantico più grande del mondo.

Sono passati 100 anni dal giorno di quel disastro che l’ha resa famosa. Nel viaggio inaugurale da Southampton a New York sembrava tutto tranquillo: il mare piatto, il cielo
meravigliosamente stellato e iniziava a fare freddo.
Ma tutte queste cose che sembravano essere innocenti si sono dimostrate le  responsabili del naufragio.

Infatti, niente di tutto ciò faceva pensare che la nave potesse scontrarsi con quell’iceberg che ne avrebbe causato l’enorme squarcio e il successivo affondamento.
Le vedette sulla nave avrebbero, teoricamente, dovuto avvistare quell’enorme pezzo di ghiaccio davanti alla loro nave ma così non fu e ancora oggi ci si chiede come mai non sia stato possibile evitare la catastrofe.

Per il centenario dell’affondamento, in televisione hanno dato molti documentari che lo riguardavano. Io mi sono interessata perché’ ho finalmente capito il motivo: la rifrazione; cioè l’effetto che si crea con caldo e freddo. Infatti  non si distingueva il cielo dal mare.

A cura di  Martina

read more
Titanic: una nave che sembrava inaffondabile

Cavallo Frisone

Cavallo Frisone

Cavallo Frisone

Razza a sangue freddo originaria della Frisia, regione dell’Olanda Settentrionale, il Frisone ha origini antiche. Utilizzato dai cavalieri crociati, già anticamente fu migliorato con sangue spagnolo e orientale.

Nell’ottocento furono selezionati cavalli più fini per adattarli alle corse al trotto, ma poi questo suo uso cessò.

Allora il Frisone venne riutilizzato nel lavoro dei campi e per le carrozze, cercando di ricostruire le sue linee originali attraverso l’incrocio con cavalli tedeschi di razza Oldenburg.

Tipico per il suo mantello nero e le sue forme rotonde ed eleganti, il Frisone è un cavallo dal carattere dolcissimo e gentile. Robusto e frugale si usa soprattutto per gli attacchi (tiro pesante) e per il circo.

A cura di Sabrina e Silvia

Cavalli Frisone che corrono

Cavalli Frisone che corrono

Cavallo Frisone che corre

Cavallo Frisone che corre

read more
Cavallo Frisone

Falsa o vera obesità

immagine apparecchi per test obesità

Apparecchi per test obesità

Per stabilire se una persona é in sovrappeso o no, esistono delle tabelle non sempre affidabili o meglio con un vero valore di un peso ideale.
Ecco una tabella in base al peso e alla costituzione di un corpo.

La tabella mostra gli intervalli di peso ritenuti ideali in funzione dell’altezza.

Altezza Peso ideale ( minimo [medio] massimo )

Per ogni altezza viene riportato il peso forma ritenuto ideale secondo formula di Broca.
Peso = altezza corporea – 100 ± 10% – 20 %

Altezza Peso ideale( -10% [ideale] +10%)

145 38.9 [45.6] 52.4
146 39.4 [46.3] 53.1
147 40.0 [46.9] 53.8
148 40.5 [47.5] 54.5
149 41.1 [48.2] 55.3
150 41.6 [48.8] 56.0
151 42.2 [49.5] 56.8
152 42.7 [50.1] 57.5
153 43.3 [50.8] 58.3
154 43.9 [51.5] 59.1
155 44.4 [52.1] 59.8
156 45.0 [52.8] 60.6
157 45.6 [53.5] 61.4
158 46.2 [54.2] 62.2
159 46.8 [54.9] 62.9
160 47.4 [55.6] 63.7
161 48.0 [56.2] 64.5
162 48.6 [56.9] 65.3
163 49.2 [57.7] 66.2
164 49.8 [58.4] 67.0
165 50.4 [59.1] 67.8
e via.. DA CONSIDERARE L’ETA’ E IL SESSO (F-M)
Formula di Broca.
Questi rapporti peso-altezza non sono del tutto giusti perché se prendiamo un atleta (che fa box, bodybuilding o simili..) non può seguire questa tabella. “PERCHÉ’?”, ti chiederai; il ragionamento e’ molto semplice!
La loro massa muscolare é superiore della gente comune quindi il loro peso sarà maggiore senza però essere obesi. Allora hanno inventato una macchina chiamata ANALIZZATORE DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA.

Poi ci sono delle persone convinte di essere obese grasse o soprappeso ma é solo una convinzione se volete dimagrire NON FATE DIGIUNI o VARIE DIETE SIMILI PERCHE’ VI ROVINATE LA SALUTE e rischiate di avere una vita infelice come le top-models che spesso sono anoressiche rovinandosi non solo la vita (infelice e rischio di morte) ma anche la carriera perché non sempre essere magri é bello =) beh una buona dieta può essere. A pranzo carboidrati tipo la pasta (in piccole porzioni) proteine di sera (carne possibilmente carne bianca per la salute) e il tutto accompagnato da frutta, verdura e movimento;sport! BUONA DIETA! =) =D

A cura di Matilda

read more
Falsa o vera obesità

Gita autobus turistico

Autobus turistico firenze

Autobus turistico firenze

Il giorno giovedì 26 aprile siamo andati in gita.
La gita è stata fatta sull’autobus turistico rosso linea A e abbiamo fatto un giro per Firenze; la gita è stata organizzata dalla prof.ssa Bensi e siamo stati accompagnati da un altro professore di sostegno e dalla professoressa Bettello.

La gita è stata programmata così:

– Siamo andati all’auditorium della scuola dove ci siamo raggruppati con la 1^A con cui abbiamo passato tutta la gita.

–  Successivamente siamo andati all’uscita dietro della scuola per andare all’autobus puntuali alle 8.30 che ci ha portati fino alla fermata dell’autobus turistico rosso.

– Siamo saliti dopo un po’ di attesa sull’autobus turistico dove ci sono state consegnate delle cuffie rosse.

– Poi siamo saliti tutti sul piano di sopra allo scoperto perché l’autobus era a due piani,  siamo partiti, ma purtroppo abbiamo avuto  un po’ di problemi con le cuffie perché non si sentiva la guida.

– Fortunatamente i problemi si sono risolti velocemente, e abbiamo percorso diverse tappe per Firenze che erano con la guida in inglese.

– Alla fine della gita sull’autobus a due piani, abbiamo preso  l’ataf e siamo tornati a scuola.

Questa esperienza per noi è stata molto divertente e per fortuna si potevano fare foto con il cellulare con cui ci siamo diverti molto.

Niccolò, Francesco e Alessandro

La mappa! Il nostro perrcorso è stato la linea A

La mappa! Il nostro perrcorso è stato la linea A

read more
Gita autobus turistico

Horatio Nelson

Da notare in questo dipinto Horatio Nelson senza un braccio

Da notare in questo dipinto Horatio Nelson senza un braccio

Horatio Nelson entrò in marina a 12 anni grazie alle conoscenze di suo zio,il capitano Maurice Suckling. Fu promosso tenente di vascello nel Aprile del 1777, capitano di vascello nel 1778. Nel 1783 rientrò in patria dopo la guerra contro le colonie americane. Nel 1793 fu affidato alla guida della vascello HMS Agamemnon durante la guerra contro la Francia. Fu inviato nel mediterraneo dove partecipò all’assedio di Tolone. L’esito positivo della missione aiutò ad accrescere la popolarità di Horatio Nelson. Successivamente fu impiegato nelle operazioni riguardanti la conquista della Corsica (isola di nascita di Napoleone) e nel Luglio del 1794 durante una battaglia perse l’occhio destro. Nel 1795 di distinse nella battaglia di Genova affrontando navi Francesi di rango superiore impedendo alle navi Francesi di far sbarcare in Corsica un esercito. Nel 1796 fu nominato commodoro e fu affidato al comando della Capitan un vascello da 74 cannoni. L’anno seguente si distinse nella battaglia di Capo san Vincenzo duranre la quale fece una manovra che poi divenne famosa e di portare in patria due grandi navi. Fu promosso contrammiraglio ed partecipò alla inutile battaglia di Tenerife dove perse il braccio destro. Fu promosso contrammiraglio dove partecipò all’inutile attacco sferrato contro la città di Santa Cruz de Tenerife durante il quale fu gravemente ferito al braccio che diventò incurabile e gli venne amputato. Nell’Aprile del 1798 riprese servizio dopo tanto tempo di convalescena.

 

Questa statua si trova a Trafalgar Square a Londra

Questa statua si trova a Trafalgar Square a Londra

Gli fu assegnata nel Mediterraneo una divisione incaricata di sorvegliare i movimenti della flotta francese con base a Tolone. Essendosi lasciato sfuggire la flotta comandata dall’ammiraglio Brueys diretta in Egitto dovo sbarcò Napoleone Bonaparte col suo esercito. Iniziò una lunga caccia che lo portò ad inseguire l’armata navale nemica per quasi due mesi dopo i quali, il 1 Agosto 1798 sorprese il nemico ancorato nella baia di Abukir e lo annientò bloccando in tal modo le truppe di Napoleone sul suolo egiziano.Tuttavia Nelson fu colpevole di alto tradimento facendo condannare all’impiccagione l’ammiraglio Francesco Caracciolo. Dopo un periodo di congedo Nelson fu nominato comandante in capo della flotta operante nel Mediterraneo, con queste forze riuscì a bloccare a Tolone la flotta francese che si preparava all’invasione dell’Inghilterra; Nelson assediò la città per due anni, fino al marzo 1805 quando l’ammiraglio Pierre-Charles Villeneuve riuscì ad eludere la sorveglianza ed a dirigersi verso le Indie Occidentali. La manovra avrebbe dovuto far credere ad un attacco francese ai possedimenti inglesi nell’America Centrale m,entre Napoleone sarebbe potuto sbarcare in Inghilterra ed ci riuscì. Ma l’ammiraglio Villeneuve, sfuggito all’inseguimento inglese, anziché dirigersi nella Manica per “coprire” lo sbarco francese in territorio inglese, si lasciò impressionare da uno scontro di poco conto al largo di El Ferrol e riparò a Cadice. Il 21 Ottobre l’ammiraglio Villeneuve, ricongiuntosi con le forze navali spagnole del Gravina, si portò al largo di Capo Trafalgar dove la flotta britannica era pronta alla battaglia: benché le forze navali inglesi fossero numericamente inferiori a quelle franco-spagnole (trentatré navi franco-spagnole contro le ventisette inglesi), Nelson inflisse una decisiva sconfitta alla flotta nemica. Questo evento bellico permise all’Inghilterra di rafforzare la propria supremazia navale su quella francese che da quel momento non ebbe più alcun peso nello scacchiere operativo navale.

Tuttavia Nelson non poté godere degli allori della vittoria poiché fu colpito a morte da un tiratore francese che sparò dall’albero maestro della nave. Il suo corpo venne solennemente tumulato nella cattedrale di San Paolo a Londra , all’interno di una bara ricavata da un pezzo di legno, ripescato in mare, dell’albero maestro .

Questa scena raffigura la morte di Horatio Nelson

Questa scena raffigura la morte di Horatio Nelson

read more
Horatio Nelson

Nuotare con …stile

Ho  scelto questo argomento perchè mi piace stare in acqua e scegliere ogni volta con quale stile nuotare.Voi quale preferite?

 

STILE LIBERO

Lo stile libero ( o crawl ) è lo stile di nuoto più veloce. I movimenti di braccia e gambe

sono molto importanti. La testa è parzialmente nell’ acqua e si respira ruotando la testa a destra e a sinistra del corpo.

 

RANA

E’ uno stile adatto a nuotatori non tanto bravi o alle lunghe nuotate perchè si può avanzare con la testa fuori dall’acqua.

Quando viene fatto nelle gare invece, deve seguire i movimenti stabiliti dai regolamenti del nuoto.

DELFINO

Il delfino è probabilmente lo stile più faticoso per la grande forza e la coordinazione che richiede.I nuotatori fanno due battute con le gambe unite per ogni ciclo completo delle braccia.

DORSO

Alcuni nuotatori non amano nuotare a dorso per via della posizione supina ( a pancia in su ) che rende difficile l’ orientamento ; altri apprezzano lo stile per la relativa facilità
del galleggiamento per il fatto che il viso del nuotatore rimane fuori dall ‘acqua, permettendo una respirazione più facile e naturale.

 

LA PISCINA OLIMPIONICA

Il nuoto è anche uno sport che partecipa alle Olimpiadi.

La piscina olimpica deve essere lunga 50 metri e larga 25. E’ formata da 10 corsie larghe 2,5 metri ognuna.

Per entrare in acqua i nuotatori si tuffano dai blocchi di partenza che sono su uno dei lati più stretti della vasca.

A cura di Daniele Filippeschi

 

read more
Nuotare con …stile

Finanza a scuola!

 Lunedì, 26 Marzo sono venute delle persone della guardia di Finanza a spiegarci il loro lavoro e a mostrarci l’unità “cinofila” (cani anti-droga). All’inizio, in classe, ci hanno mostrato delle slides (diapositive).

Dopo, è suonata la ricreazione. Una volta finita, ci hanno mostrato il cane anti-droga in azione (a tutta la scuola).Il cane era un Labrador ed è piaciuto a tutti !!!

 

Di Daniele Recchia con la collaborazione di Niccolò Nannucci della classe 5°.

read more
Finanza a scuola!

Troppa violenza nei videogiochi

Sono sempre piu numerosi i ragazzi interessati al problema della violenza nei videogiochi ed alle possibili ricadute che essa potrebe avere sui giovani, fornendo cosi una vastissima serie di opinioni caratterizzate dalla più totale eterogernia:alcuni ritengono i giochi eletronici altamente danosi, altri, al contrario li considerano benefici per lo sviluppo cognitivo dei giovanialtri acora, infine preferiscono non esprimere un giudizio definitivo e generale proponendo di valutare di volta in volta la pericolosita dei singoli pezzi prodotti.
Al giorno d’ oggi ai ragazzi piace giocare ai videogiochi infatti ci sono molte console ( wii,playstation 3 xbox360 ecc )che vanno per la maggiore ci sono vari tipi giochi (avventura, azione,piattaforme, simulazioni ).
Assassin ‘s cread revolution è un gioco d’ azione ,ma un po violento e per questo è vietato ai minori di 16 anni .
Invece pes 2010,11,12 gioco di calcio è molto meno violento.

Andrea P. Lorenzo G.

read more
Troppa violenza nei videogiochi

PROMOSSO…O BOCCIATO????

Sono gli ultimi giorni di Aprile,tra poco sarà Maggio e mancherà ancora meno alla fine della scuola.Alcuni alunni sono tristi,altri invece contenti,alcuni hanno paura della consegna delle pagelle.Ma in fondo,tutti sono curiosi di leggerle.
Le domande che si pongono i ragazzi sono varie,ad esempio:”Quali saranno i voti?”oppure”Ma i miei genitori saranno contenti dei miei voti?”…
Ma la più grande rimane sempre:”Sarò promosso…o bocciato???????”
Eh già,cari amici lettori,saremo promossi o bocciati?
Come recitò Amleto:”Bocciato o promosso?Ecco il dilemma!”
Anche durante le ricreazioni si possono notare studenti preoccupati,che bisbigliano tra loro,e alunni con il sorriso stampato in faccia…
Comunque,per il resto va tutto bene e vi farò sapere come andranno le cose in futuro…

foto scuola Don Milani

foto scuola Don Milani

Matteo T.

Kushtrim H.

read more
PROMOSSO…O BOCCIATO????