albero-della-vita.jpg

Progetto Greenpeace “C’è una foresta da salvare”

A dicembre abbiamo partecipato ad un progetto promosso da Greenpeace dal titolo “C’è una foresta da salvare”.
L’attività ha stimolato molti percorsi di ricerca.

Infatti abbiamo letto e discusso i 17 goals dell’Agenda 2030, abbiamo ascoltato le parole di Greta Thunberg e parlato del movimento Fridays for Future, ci siamo interessati agli articoli di giornale che si occupavano della cura al nostro pianeta e ci siamo chiesti quale poteva essere la nostra parte. Ora stiamo lavorando sugli animali in via di estinzione ai quali abbiamo dedicato le nostre maschere di Carnevale, realizzate con materiale di recupero.

Per Kids for forest, abbiamo realizzato il cartellone che di cui vedete un dettaglio sopra e che potete ammirare completo alla fine di questo testo

E’ una nostra interpretazione de “L’albero della vita” di G. Klimt.
Abbiamo pensato a quest’opera d’arte perché la foresta è un luogo che dà vita ed ospita la vita.

Il nostro albero è formato dall’incastro di 20 puzzle, uno per ognuno di noi che lo ha colorato secondo la propria creatività perché siamo convinti che ciascuno possa fare la propria parte. Pensiamo però anche che solo insieme, unendo le forze, possiamo davvero salvare il nostro pianeta.

Inoltre il nostro albero contiene dei cerchi d’oro: sono i 17 goals dell’Agenda 2030.
Abbiamo firmato il cartellone perché ci sentiamo responsabili del benessere della nostra Terra.

E voi, cari lettori, da che parte state?

A cura della V A

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Classe 5AProgetto Greenpeace “C’è una foresta da salvare”
Share this post