biglietto.jpg

8 Marzo 2020 – Festa della Donna (3di3)

Raccolta di testi scritti in occasione della festa della donna da Giacomo N.B., Giacomo N., Hugo, Pietro e Bernardo

UNA DONNA A CUI VOGLIO BENE
La donna a cui voglio bene e’ la mia mamma.
E’ alta 1 metro e 60 cm, ha 48 anni, i suoi capelli sono  castani e gli occhi marroni.
Ama vestirsi in modo sportivo, le piacciono molto i pantaloni; ha anche diverse gonne ma le mette solo nelle occasioni perche’ dice che i pantaloni sono molto piu’ comodi.
La mia mamma e’ molto dolce e paziente, ma quando si arrabbia con me e mia sorella diventa tremenda e ogni tanto urla. Ci tiene che io vada bene a scuola ed e’ contenta quando mi vede leggere i libri perche’ anche lei,  prima di dormire la sera, legge sempre.
La mia mamma, essendo casalinga, si occupa di noi e della casa.
E’ una persona molto educata e rispettosa e non si stanca mai di ripeterci che anche noi dobbiamo essere cosi, soprattutto quando siamo fuori casa. La mia mamma non la cambierei con  nessuna, è la mia stella , dolce come lo zucchero, delicata come un fiore , ma allo stesso tempo grintosa come un capo di un esercito!!
Giacomo N.B.

Mia sorella Elisa
Mia sorella si chiama Elisa, ha sei anni, i cappelli sono di colore marrone chiaro; non è né alta né bassa per la sua età ed è abbastanza magra.
Elisa vuole sempre portare le calze però nostra mamma non gliele fa portare; si mette la passata oppure si fa una o due code, non porta quasi mai le scarpe con i tacchi.
Si veste in modo sportivo e non porta gli occhiali.
Di carattere mia sorella è affettuosa, a volte un po’ prepotente; se non trova qualcosa di suo si rattristisce molto e quando si arrabbia o qualcosa non le va bene, scappa e si nasconde.
Elisa è quasi sempre l’ultima a svegliarsi la mattina, beve sempre il latte con il cacao e il lunedì va in piscina.
Nonostante tutti i difetti voglio tanto bene a mia sorella.
Giacomo N.

Lisa
Sei una bambina con tanto valore dentro il cuore.
Sei dolce come una fetta di tortina qualche volta fai la birichina
Sei brava dentro come fuori
E ti meriti tanti amori.
Ti auguro una buona festa.
Hugo

Una donna a cui voglio molto bene
Per la festa della donna vorrei scrivere un testo su mia sorella.
Mia sorella si chiama Irene e ha quattordici anni, ha un altezza media, gli occhi marroni e i capelli castani. Di solito si veste con i leggins o i jeans, mentre non le piacciono le gonne e le calze.
Ha un carattere dolce come un cioccolatino che a volte però ha il liquore, le piace giocare a tennis e a badminton con me.
Insomma avrei sempre voluto una sorella come lei.
Pietro

Elena
La femmina a cui voglio tanto bene è la mia ragazza di nome Elena.
Lei ha i capelli biondi, gli occhi azzurri, di carnagione bianca ed un pochino più alta di me e a me questa cosa piace.
Il suo abbigliamento di solito è la tuta e abiti sportivi essendo molto atletica indossa queste vesti.
La incontro spesso in piscina, anche lei pratica il nuoto. CI divertiamo molto soprattutto nelle lezioni e dopo
quando ci rivediamo per fare merenda dove ridiamo e scherziamo tantissimo… Lei è una bambina molto simpatica, è pure brava a giocare a biliardino e mi batte sempre.
Di carattere è molto scherzosa, quando c’è da fare qualcosa la fa ed ride spesso.
Le sue abitudini non le conosco bene ma ne so due o tre cioè nuotare, ridere, fare ginnastica e stare con me.
A questa bambina gli voglio tanto bene e ci sto bene insieme mi piacerebbe passarci più tempo come l’anno scorso.
Bernardo

Classe 4A8 Marzo 2020 – Festa della Donna (3di3)
Share this post